L'app per vendere parcheggi su suolo pubblico

E' stata lanciata a Roma e a San Francisco. Quanto pagheresti per un parcheggio libero?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-06-2014]

monkey parking

Chi gira in auto per le città una volta o l'altra l'avrà pensato: «pagherei per un parcheggio libero».

Oggi il desiderio diventa realtà tramite Monkey Parking, un'app disponibile per iOS e al centro di diverse polemiche.

Il funzionamento è concettualmente semplice: tramite l'app si può segnalare quando si sta per lasciare un parcheggio e, in tal modo, "metterlo all'asta".

Chi è in cerca di un posto libero può fare la propria offerta e aggiudicarsi lo spazio, per poi rimetterlo all'asta quando non ne avrà più bisogno.

Monkey Parking è frutto del lavoro di sviluppatori italiani ed è stata lanciata a Roma e a San Francisco ma, come dicevamo, ha subito suscitato polemiche: ci si chiede, infatti, se sia legale vendere in quel modo uno spazio che è pubblico.

Paolo Dobrowolny, fondatore di Monkey Parking, spiega: «Non abbiamo avuto problemi legali. Noi mettiamo in contatto le persone e permettiamo loro di scambiarsi e vendere la preziosa informazione sul fatto che si sta liberando un posto. Chi lascia un parcheggio sarà incentivato a farlo sapere perché avrà una ricompensa. Chi cerca posto, invece, guadagnerà tempo. La nostra app semplifica la vita. Per adesso non prendiamo commissioni. Certo speriamo in futuro di prendere una percentuale».

Sondaggio
Qual è la strategia ''mobile'' per il tuo web business?
Nessuna, spero che il traffico mobile diminuisca.
La versione mobile del mio sito.
Sto studiando il mobile proprio in questo periodo.
Non ho ancora piani o strategie.
Offrire app gratuite.
Sviluppare app da vendere.

Mostra i risultati (450 voti)
Leggi i commenti

A San Francisco, però, la pensano diversamente tanto che il procuratore della città, Dennis Herrera, ha inviato una cease and desist letter per chiedere la cessazione delle attività dell'app in base al codice della locale forza di polizia che vieta per l'appunto l'utilizzo degli spazi pubblici in questo modo. Nessuna notizia dal Comune di Roma, per ora.

Presso gli autisti, invece, Monkey Parking sembra riscuotere un buon successo; sul sito ufficiale c'è anche una form che permette agli utenti di indicare in quale città desiderano che l'app estenda i propri servizi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Da BMW l'auto che si cerca il parcheggio da sola
Il pavé coi pannelli solari
Lo specchietto retrovisore intelligente di Nissan
La maniglia del tram che si disinfetta da sola
La stazione ferroviaria che si sviluppa in altezza
Toyota ricarica l'auto elettrica in 90 minuti
Auto senza conducente, c'è anche Ford

Commenti all'articolo (5)

{andynaz}
argomento spinoso: tecnicamente non lo sto vendendo, ma se non mi pagano rimango e continuo ad occuparlo (cosa che ho il diritto di fare, essendo parcheggiato)... forse forse ci vorrebbe un articolo del codice della strada ad hoc (non ci credo che qualcuno, prima di questa applicazione, non l'abbia già fatto)? ancora... Leggi tutto
26-6-2014 17:59

@Maary79 La seconda che hai scritto!!! :lol:
25-6-2014 19:27

I casi sono 2 o i parcheggiatori abusivi diventano disoccupati, in quanto gli automobilisti si autogestiscono...o si evolvono diventando "smart"!! :lol: :lol:
25-6-2014 01:17

dovevano chiamarla in modo differente: Parcheggiatore Abusivo :twisted: Piccolo quesito: un utente si prenota il parcheggio, nel frattempo un altro arriva e si piazza; quale dei due si prende una coltellata ? Quando poi uno si trova a dover pagare la doppia gabella perché il parcheggio così trovato è presidiato dai parcheggiatori... Leggi tutto
24-6-2014 17:36

{utente anonimo}
è rischioso, già ci sono i parcheggiatori abusivi, così arriveranno i professionisti del parcheggio bloccato da liberare a pagamento. Se fosse gratis invece sarebbe apprezzabile.
24-6-2014 17:09

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo una ricerca dell'Australian Relationship Queensland, tra tecnologia e solitudine esisterebbe un collegamento. Secondo te:
È la solitudine che spinge le persone a usare "più tecnologia".
È l'utilizzo massiccio di tecnologia che porta le persone a isolarsi e, conseguentemente, a provare solitudine.
Le due cose non sono affatto correlate.

Mostra i risultati (1323 voti)
Dicembre 2019
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Tutti gli Arretrati


web metrics