Pirateria, Bing non è nel mirino

Dal motore di Microsoft si arriva a un sacco di materiale protetto dal copyright, eppure le major sembrano ignorarlo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-07-2014]

bing pirateria google tv shows

Quando si tratta di pirateria, non tutti i motori di ricerca sono uguali: i detentori dei diritti sembrano infatti non farsi problema nel concedere a Tizio ciò che a Caio non è permesso.

Nella fattispecie, Tizio e Caio sono rispettivamente Bing e Google.

Di quest'ultimo, tutti sappiamo la pressione cui è sottoposto da case discografiche e cinematografiché affinché rimuova i risultati che portano a materiale protetto da copyright.

Ogni settimana, il motore di Mountain View riceve non migliaia ma milioni di richieste e resta comunque un sorvegliato speciale: le major vorrebbe che facesse molto di più e possibilmente che si desse alla censura selvaggia; ma Google, al momento, tiene duro.

Bing, invece, fa praticamente quello che vuole. Anch'esso, naturalmente, riceva la sua brava dose di richieste di rimozione, ma non è tanto sotto pressione quanto il rivale.

Sondaggio
Utilizzi i motori di ricerca soprattutto per approfondire quello che hai...
... letto sui social network
... sentito alla radio
... ricevuto sul cellulare (Sms/Mms)
... letto su giornali o riviste
... visto in Tv
... visto per strada
... passaparola

Mostra i risultati (1090 voti)
Leggi i commenti (6)

Il motivo è facile da immaginare: nonostante gli sforzi di Microsoft, Google è molto più utilizzato di Bing.

Così, forte di questo suo quasi-anonimato, Bing ha potuto introdurre strumenti che, se fossero stati lanciati da Google, avrebbero subito scatenato le ire dei detentori dei diritti.

Prendiamo per esempio la ricerca video: non solo nella versione USA esiste una sezione apposita che permette di cercare soltanto tra le serie televisive, ma grazie all'autocompletamento (che, in Google, è una caratteristica aspramente criticata dalle major perché favorirebbe la pirateria) i primi risultati quando si inizia a scrivere riguardano materiale protetto dal copyright.

Basterà per esempio scrivere Bre per trovarsi proposta la serie televisiva Breaking Bad, con tutti gli episodi completi a disposizione e anche in alta definizione; e per essere sicuri di eliminare tutto ciò che non c'entra, esiste una comoda funzione che permette di selezionare soltanto i video più lunghi di 20 minuti.

Bing offre poi un'ulteriore caratteristica interessante e, a quanto pare, unica: fermando brevemente il cursore del mouse su uno dei risultati appare un'anteprima del video.

È chiaro che Bing in sé non punta certo a diffondere la pirateria e che i suggerimenti nascono dalle ricerche degli utenti; però è sbalorditivo rilevare quanto sia facile trovare episodi completi delle serie TV più famose tramite questo motore di ricerca, quasi sia stato finora graziato dalle major.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Disney brevetta il motore di ricerca che filtra la pirateria
Windows 8.1 diventa gratis e si unisce a Bing
Il Regno Unito dichiara guerra al porno online
Google insegue Bing con Knowledge Graph
Bing chiede l'amicizia a Facebook
Top Brand 2011, è Google il sito più visitato
Bing continua a crescere

Commenti all'articolo (3)

Diritto all'oblio un beato ciufolo, se i contenuti vengono solo rimossi dalle ricerche di Google ma continuano ad esistere in rete saranno sempre rintracciabili con altri motori di ricerca. Shocked chess rules - chessrivals.net
5-11-2015 06:42

Manca una funzione importante. La selezione della lingua dei contenuti.
2-8-2014 10:19

Che la M di M$ e la M di MAFFIA siano la stessa lettera Ŕ solo una coincidenza? :shock: [conspiracy mode on] NON CREDO PROPRIO1!!1!1!1!1111 [conspiracy mode off] Mauro :twisted: :twisted: :twisted: :twisted: Leggi tutto
15-7-2014 11:10

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual Ŕ l'ambiente Linux che preferisci?
Gnome
Kde
Unity
Xfce
Lxde
Cinnamon
Mate
Un altro
Non uso Linux

Mostra i risultati (5235 voti)
Marzo 2021
Sciami di router nelle nostre case conoscono la nostra posizione
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 2 marzo


web metrics