La città delle decorazioni natalizie

Oltre seicento fabbriche, concentrate in un'unico ''Villaggio di Natale'', producono il 60% delle decorazioni di tutto il mondo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-12-2014]

villaggio decorazioni natalizie

Se quest'anno avete appeso delle decorazioni natalizie - dalle luci a LED a intermittenza alle ghirlande colorate, dai cappelli di Babbo Natale agli alberi con luci a fibre ottiche - ci sono buone possibilità che siano arrivate da Yiwu, città a 300 chilometri a sud di Shanghai, in Cina.

Lì, ben 600 fabbriche sono destinate alla produzione degli addobbi natalizi e, nel complesso, creano il 60% delle decorazioni di tutto il mondo.

Invece degli elfi, il «Villaggio di Natale in Cina» (come è stato ribattezzato) occupa dipendenti stagionali che lavorano 12 ore al giorno per una paga tra i 250 e i 400 euro mensili.

Le condizioni di lavoro? Basta dare un'occhiata alle foto che ritraggono i dipendenti del reparto di produzione dei fiocchi di natale di polistirolo quasi completamente coperti dalla polvere rossa utilizzata colorare i prodotti, e che riempie gli edifici dal pavimento al soffitto.

Sondaggio
La discriminazione è più difficile da vedere rispetto al passato, ma c'è sempre. Quale di queste affermazioni ti senti di condividere maggiormente?
Le donne spesso sono additate come più pettegole degli uomini e ritenute meno simpatiche.
Le donne hanno più difficoltà degli uomini a ricevere il giusto credito quando partecipano a progetti di gruppo.
Le donne sono giudicate più severamente degli uomini per il loro aspetto.
Le donne in genere ricevono delle proposte economiche più basse degli uomini, a parità di posizione.
Le donne sono ritenute non qualificate fino a quando non hanno dato prova di esserlo, agli uomini accade meno spesso.
Le donne vengono promosse in base ai risultati, gli uomini (anche) in base al potenziale.
Le donne spesso non vengono invitate tanto quanto gli uomini a eventi di socializzazione come le uscite al pub o a vedere le partite.

Mostra i risultati (1015 voti)
Leggi i commenti (9)

Le fabbriche di Yiwu alimentano quello che le Nazioni Unite hanno definito «il più grande mercato all'ingrosso di piccole merci», lo Yiwu International Trade Market, e un festival del commercio che è tanto grande da occupare cinque diversi distretti; tra questi il distretto due è quello dedicato al Natale.

L'affollamento di fabbriche è infatti tanto intenso che occorre una sorta di piano urbanistico per gestirle e gestire il mercato, vasto 4 milioni di metri quadrati; il distretto natalizio è tutto un pullulare di ghirlande, luci a LED, calzini di ogni dimensione, alberi di Natale in plastica e via di seguito.

villaggio decorazioni natalizie 2

Sembrerebbe una sorta di paradiso per gli acquisti, ma in realtà la concorrenza dei giganti del commercio online - Alibaba in testa - si sta facendo sentire pesantemente: se Alibaba può offrire 1,4 milioni di decorazioni natalizie diverse, e consegnarle direttamente a casa, Yiwu si limita a offrire 400.000 prodotti.

villaggio decorazioni natalizie 3

A salvare il mercato potrebbe essere la domanda interna, destinata a crescere. Gli operai delle 600 fabbriche spesso non sanno che cosa sia questo Natale per cui producono oggetti.

villaggio decorazioni natalizie 4

«Forse è come il capodanno cinese per stranieri» ipotizza un operaio diciannovenne intervistato dal Guardian - ma per la maggior parte dei cinesi Babbo Natale è ormai una figura conosciuta.

E mentre gli operai si coprono di polvere rossa, il fondatore di una delle aziende commenta positivamente il mercato di Yiwu e la sua infinita esposizione di merce natalizia, in cui siede promuovendo i propri prodotti: «Stare qui tutto il giorno, poter vedere tutte queste belle decorazioni, fa davvero bene all'umore».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La Cina interessata alle miniere sulla Luna
Amazon vuole la Cina e sfida Alibaba
Cina, perquisite le sedi Microsoft
La Mela morsicata morde in Cina
Apple, ancora lavoratori in condizioni disumane

Commenti all'articolo (4)

Il problema è che qualsiasi cosa tipo oggettistica viene prodotta in Cina, e anche girando alla larga dai loro bazar, bottegoni, uno identico all'altro, i prodotti made in Cina te li becchi comunque... :evil:
28-12-2014 14:14

Il problema è che qualsiasi cosa tipo oggettistica viene prodotta in Cina, e anche girando alla larga dai loro bazar, bottegoni, uno identico all'altro, i prodotti made in Cina te li becchi comunque... :evil:
28-12-2014 14:12

E' probabile che il tumore poi ce lo prendiamo anche noi che acquistiamo questi prodotti come anche altri prodotti made in China nei quali vengono anche utilizzati materiali da noi proibiti o il cui uso è molto limitato perché tossici, cancerogeni o mutageni. :twisted:
24-12-2014 14:52

Peccato però che intanto i suoi operai prendono il "T"umore :evil: Leggi tutto
23-12-2014 23:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra questi tablet ti sembra la migliore alternativa all'iPad mini di Apple?
Google Nexus 7, con schermo da 7 pollici, Android 4.3 e prezzo a partire da 229 euro.
Amazon Kindle Fire HD, con schermo da 7 pollici, FireOS 3.0 e prezzo a partire da 139 euro.
Amazon Kindle Fire HDX, con schermo da 7 pollici, FireOS 3.0 e prezzo a partire da 229 euro.
LG GPad 8.3, con schermo da 8,3 pollici, Android 4.4 e prezzo a partire da 249 euro.
Dell Venue 8 Pro, con schermo da 8 pollici, Windows 8.1 e prezzo a partire da 289 euro.
HP Slate 7 HD, con schermo da 7 pollici, Android 4.2 e prezzo a partire da 199 euro.
Un altro

Mostra i risultati (589 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics