WhatsApp, da oggi si chatta anche dal browser

La popolare app arriva sui PC, ma non per chi usa l'iPhone.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-01-2015]

whatsapp web pc

È una sorta di sbarco storico: adesso è possibile adoperare WhatsApp anche dal PC, semplicemente tramite il browser.

È dallo scorso dicembre che si parla della possibilità di usare la popolare app dal desktop o dal laptop; ora, grazie a WhatsApp Web, tale possibilità si è concretizzata.

Per usare WhatsApp Web bisogna seguire alcune semplici indicazioni e sottostare ad alcune limitazioni.

Innanzitutto occorre tenere presente che al momento da questa possibilità sono esclusi gli utenti di WhatsApp per iOS: sul blog ufficiale dell'app si spiega che la cosa è dovuta a generiche «limitazioni della piattaforma Apple».

Poi, è necessario che il browser utilizzato sia Google Chrome: WhatsApp Web non funziona con nessuno dei concorrenti.

Infine, è indispensabile che lo smartphone su cui è installata l'app sia sempre acceso e connesso a Internet, altrimenti WhatsApp Web non funzionerà.

Una volta che queste condizioni sono soddisfatte, si può andare con Chrome all'indirizzo http://web.whatsapp.com. Il browser mostrerà un codice QR, del quale bisognerà effettuare la scansione con lo smartphone.

Sondaggio
Quanto dura in media la batteria del tuo smartphone?
Mezza giornata, talvolta meno
Da mattina a sera
24 ore
Un giorno e mezzo
Un paio di giorni
Tre giorni
Quattro o cinque giorni
Una settimana
Di più

Mostra i risultati (3804 voti)
Leggi i commenti (28)

L'ultima versione di WhatsApp ha visto l'introduzione della voce WhatsApp Web nel menu: selezionandola, verrà attivata la fotocamera del telefonino, grazie alla quale si potrà fare la scansione del codice QR.

Completata l'operazione, Chrome mostrerà una finestra in cui sulla sinistra appariranno le conversazioni più recenti, e sulla destra la conversazione in corso.

A parte iOS, WhatsApp Web funziona con tutti i sistemi operativi per i quali esiste una versione dell'app: Android, BlackBerry, Windows Phone e Symbian.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
WhatsApp potrebbe sbarcare sul PC

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Sono ancora ad anni luce da Telegram come usabilità di questa feature... :roll:
25-1-2015 17:40

Ah ah verissimo!! ...e cmq non servono a nulla entrambe le versioni web... Leggi tutto
24-1-2015 09:57

{A.B.}
Comodissima App specie per chi ha difficoltà a digitare sul cellulare Android. Scrivere con la tastiera del pc è molto più comodo e pratico. la lettura, per chi ha difficoltà visive è abbastanza agevole (più che sul cellulare comunque! anche la possibilità di auto fotografarsi e inviare... Leggi tutto
24-1-2015 02:31

{nico}
Hanno copiato il metodo usato da Wechat!
23-1-2015 11:39

{Giordano}
"WhatsApp sbarca anche sul pc". Così hanno titolato tutti giornali, riviste, blog... senza specificare che: 1) per accedere da pc bisogna scansionare il qr-code con lo smartphone in cui è installata la nuova versione di WhatsApp 2) al momento WhatsApp sul pc funziona solo con il browser Chrome 3) non è disponibile per chi ha... Leggi tutto
23-1-2015 10:36

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (399 voti)
Agosto 2020
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Tutti gli Arretrati


web metrics