Cassazione: illegittimo il sequestro preventivo dei siti dei giornali

Secondo le sezioni riunite della Cassazione è illegittimo il sequestro preventivo delle pagine web dei giornali.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-01-2015]

Secondo la Corte di Cassazione è illegittimo il sequestro preventivo delle pagine web di una testata giornalistica regolarmente registrata in Tribunale: si deve applicare quindi lo stesso trattamento che viene riservato alle pagine dei giornali cartacei.

Il sequestro sarà possibile solo con una sentenza della magistratura che ne abbia accertato il carattere diffamatorio, e non prima.

La Cassazione ha così ribaltato numerose sentenze di vari Tribunali che, invece, in questi anni avevano riconosciuto la legittimità del sequestro preventivo.

Sondaggio
Qual è lo strumento di informazione di cui ti avvali di più?
I media tradizioniali (Tv, radio, stampa, ecc.)
Internet, soprattutto i siti autorevoli (Repubblica, Corriere, ecc.)
Internet, soprattutto i siti indipendenti o di controinformazione
Internet, soprattutto i social network (Twitter, Facebook, ecc.)
Non mi fido di nessun media e credo solo a quello che vedo

Mostra i risultati (3035 voti)
Leggi i commenti (6)

Il sequestro preventivo invece si potrà applicare a quei siti web non registrati come testate giornalistiche: per esempio i blog e i siti personali.

La Cassazione si è espressa a proposito del caso del giudice che aveva condannato il direttore del Giornale Alessandro Sallusti a una pena detentiva (poi commutata dal presidente Napolitano in un'ammenda economica) che ha querelato lo stesso Sallusti per un articolo da lui ritenuto diffamatorio.

La causa è ancora in una fase di indagini preliminari; il giudice aveva fatto chiedere dai suoi legali il sequestro preventivo della pagina web che ospitava l'articolo oggetto della denuncia. Ma oggi la Cassazione ha detto di no.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Diritto di calunnia sancito dalla Cassazione, viviamo veramente nel migliore dei paesi possibili. :twisted: Mauro Leggi tutto
9-2-2015 08:24

{ycliersa}
Che noia queste cose. Lo schema è sempre lo stesso ed è usato usatissimo dai politici: prima minacciano grandi problemi per tutti e poi dopo un po' di tempo diminuiscono le pretese, così quelli che sono coinvolti tirano un sospiro di sollievo e si sentono contenti di essere stati gabbati solo a metà. E' così che un pezzo alla volta viene... Leggi tutto
3-2-2015 22:39

Anche in questo caso la legge non è uguale per tutti, per alcuni è molto più uguale che per altri. :twisted:
3-2-2015 19:02

{smieloni}
Ebbravi. Furbi più delle volpi. Così accontentano i giornalisti, che possono diventare pericolosi, essendo il quarto potere. Mentre la massa può essere trattata senza passare nemmeno dal primo potere. Complimenti alla democrazia. E complimenti a chi fa parte della massa ed approva questa evidente manipolazione.
3-2-2015 12:31

Ritengo corretta l'applicazione che hanno dato i giudici, mantendendo una linea di demarcazione tra le testate "ufficiali" e i blog.
2-2-2015 07:51

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi non ha pagato l'assicurazione auto verrà individuato grazie a una serie di controlli incrociati con videocamere stradali e dati del Ministero. Che cosa ne pensi?
L'uso della tecnologia è diventato troppo invadente. Ogni giorno ci viene sottratta un'ulteriore fetta di privacy.
Ben vengano i controlli, se servono a diminuire le tasse (o i premi di assicurazione) di quelli che onestamente le pagano.
Il provvedimento va a colpire soltanto i disperati, che con la crisi cercano di arrangiarsi.
I veri evasori non si faranno certo acchiappare con questi mezzucci.
Prima di tutto bisognerebbe abbassare i costi delle assicurazioni.
Io non pago né l'assicurazione auto, né il canone Rai, né niente!
Viaggio solo in autobus o in bicicletta, non mi riguarda.

Mostra i risultati (2366 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics