Il social network italiano per ricordare i defunti

Il cimitero virtuale diventa un'app per smartphone e tablet.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-02-2015]

RipCemetery

L'idea di un cimitero virtuale, uno spazio in Internet in cui ricordare i defunti, non è proprio una novità: i servizi oggi esistenti sono vari e disponibili anche in versione "per animali".

L'ultima novità in questo particolare settore si chiama RipCemetery ed è un'app ideata da un team di italiani.

RipCemetery non esiste ancora: perché diventi realtà i quattro creatori hanno deciso di lanciare una raccolta fondi su Indiegogo, aperta sino al prossimo 10 aprile.

L'idea è nata nella mente di Jacopo Vitali, uno dei membri del gruppo di sviluppo, dopo la morte del cugino: «mi sono reso conto che nessuno dei comuni social network sarebbe stato adatto a condividere i miei pensieri su di lui senza che sembrassero banali. Così ho pensato di creare uno spazio dedicato a tutte quelle persone che, come me, hanno perso qualcuno di importante e che vogliono ricordarlo insieme agli amici giorno dopo giorno».

Lo scopo di base di RipCemetery è offrire un luogo in cui condividere «ricordi, foto e video in un ambiente sicuro e privato» come si può leggere sulla pagina di presentazione su Indiegogo; insomma, una specie di social network "a tema".

Sondaggio
Come passi maggiormente il tuo tempo online?
Sui social network
Leggendo e scrivendo email
Guardando filmati
Cercando e leggendo informazioni
Giocando online
Leggendo i blog
Sui forum
Ascoltando musica e radio online
Leggendo quotidiani e riviste
Altro (specificare nei commenti)

Mostra i risultati (1929 voti)
Leggi i commenti (9)

Sulle tombe virtuali sarà possibile lasciare dei fiori (altrettanto virtuali) e dediche, ma anche dei post-rip contenenti messaggi personali o ricordi.

Vitali e colleghi puntano a raccogliere 23.000 dollari: questo è il minimo necessario per la realizzazione di un'app per tutte le piattaforme mobili. Qualora la raccolta vada meglio del previsto sono stati fissati ulteriori obiettivi: con 120.000 dollari sarà sviluppata anche una versione web e con 250.000 saranno aggiunte le funzioni muro della memoria, biografia e foto e video per tutte le piattaforme supportate.

500.000 dollari sbloccheranno la possibilità di aggiungere la geolocalizzazione e una particolare funzione, chiamata after Message; con 1 milione di dollari, saranno realizzati i dispositivi iRip.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il cimitero virtuale che ci marcia sui defunti
Profili commemorativi su Facebook per gli utenti deceduti

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

Il piano C consiste negli "avvertimenti" di C.N. ?? :sparo:
16-2-2015 11:13

E se non dovesse avere successo, passeranno al piano B: il cimitero virtuale dei progetti Indiegogo falliti
14-2-2015 17:28

@Maary79 Idea certamente di dubbio gusto per gli esseri umani ma , personalmente, la ritengo sconveniente anche per degli animali domestici: in fondo anche per questi l'ex "padrone" deve imparare ad elaborare il lutto. In ogni caso se la raccolta prosegue come fino ad ora credo che anche il primo traguardo resterà un... Leggi tutto
14-2-2015 15:24

Una sorta di FB dei defunti? Oddio, mi fa un pò specie, spero di non trovarci miei parenti, non so che effetto mi farebbe, però mi sembra che si monetizzi tutto, i sentimenti dovrebbero essere privati, non esibiti, IMHO :ciao:
13-2-2015 19:17

Potrei capire se si trattasse di un app o pagina web per ricordare i propri animali defunti, potrebbe essere simpatico, ma i propri cari...lo trovo di cattivo gusto... :roll:
13-2-2015 16:45

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se fossi il passeggero in un'auto il cui conducente sta leggendo o inviando un Sms, protesteresti?
Sì, ma solo se sono in confidenza con l'autista. E comunque non mi sentirei molto tranquillo.
Sì, per la sicurezza di tutti.
No, se lo fa in un rettilineo o comunque in condizioni di sicurezza.
No, se il conducente è attento: non c'è motivo di protestare.
No, se sta solo leggendo. Sì, se sta inviando un messaggio.

Mostra i risultati (2222 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics