Google Helpouts chiude i battenti

Il servizio di chat con gli esperti s'è rivelato un flop.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-02-2015]

google helpouts chiude flop

È durata meno di due anni la vita di Google Helpouts, il servizio di "aiuto" lanciato da Google alla fine del 2013: chiuderà infatti i battenti il prossimo 20 aprile.

L'idea dalla quale era nato Helpouts non era male: fornire una piattaforma attraverso la quale gli utenti potessero mettere a disposizione le proprie competenze nei campi più disparati, fornendo aiuto e risposte alle domande poste da altri utenti.

Per esempio, un appassionato di chitarra poteva fornire lezioni per imparare a suonare quello strumento, con tanto di video esplicativi; oppure un esperto legale poteva fornire consigli relativamente alla propria materia.

Si trattava di un approccio diverso da quello della generica ricerca di aiuto su Internet: l'idea di fondo era che su Helpouts si potessero trovare anche dei professionisti disposti a mettere a disposizione il proprio tempo e le proprie conoscenze, con la possibilità di farsi pagare per ogni consulenza.

Il 20 aprile tutto ciò cesserà definitivamente, e il motivo è confessato da Google nel post che annuncia la chiusura: la comunità di Helpouts «non è cresciuta al ritmo che ci aspettavamo».

Sondaggio
Se Internet potesse migliorare la tua vita, che cosa vorresti?
Conoscere amici e comunicare
Risparmiare sugli acquisti
Innamorarti
Guadagnare tanti soldi
Imparare (lingue, culture, cucinare, suonare, ecc.)
Lavorare di meno
Altro

Mostra i risultati (3317 voti)
Leggi i commenti (9)

È stata quindi la mancanza di popolarità a decretare la fine di Helpouts, chiuso come in passato sono stati chiusi altri servizi che non sono stati in grado di offrire le prestazioni attese: basti pensare a Buzz, a Wave, a Knol e a tutti quei rami secchi che negli anni Google ha preferito tagliare.

Si può dire che sul destino di Helpouts abbia pesato la presenza della concorrenza "in casa". YouTube pullula di video che contengono tutorial, istruzioni e consigli sugli argomenti più disparati, e sono tutti gratuiti e di facile accesso: anche se forse il livello non è sempre eccezionale, per gli utenti è molto più semplice e immediato (ed economico, in certi casi) far riferimento a YouTube.

Gli utenti di Helpouts potranno esportare le proprie attività dal 20 aprile sino al primo di novembre utilizzando Google Takeout; dopo quella data, i contenuti della piattaforma svaniranno per sempre.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google uccide Wave, Knol, Friend Connect e altri servizi
Addio definitivo a Google Buzz

Commenti all'articolo (4)

Neppure io ne sapevo nulla e si che di servizi di Google ne uso diversi anche per lavoro. Non è che sia stato proprio poco promosso? :?
19-2-2015 18:48

{umby}
Helpouts? Mai sentito prima! Cosa sarebbe questa cosa qui? "fornire una piattaforma attraverso la quale gli utenti potessero mettere a disposizione le proprie competenze nei campi più disparati" Poi: "con la possibilità di farsi pagare per ogni consulenza" A pagamento? Pure? Ci sono anche i newsgroups... Leggi tutto
18-2-2015 16:01

Non sapevo neppure che esistesse. Forse e' stato poco pubblicizzato.
18-2-2015 15:53

{adriano}
in tutte le chat o video messaggi di tutti i social compreso facebook ci sono i virus,che distruggono il sistema operativo dell'utente che si collega alla chat ecc... ma le persone non lo capiscano.
18-2-2015 12:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il Garante Privacy ha istituito - ormai da anni - un servizio che in teoria dovrebbe tutelare la privacy dei cittadini iscritti, vietando ai call center di chiamare i loro numeri telefonici. Secondo la tua esperienza, il Registro delle Opposizioni funziona?
Sì. Sono iscritto e non mi scocciano praticamente mai.
Non lo so. Non sono iscritto.
No. Sono iscritto e continuo a ricevere telefonate con proposte commerciali.

Mostra i risultati (2817 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics