Amazon pagherà gli autori dei libri a seconda delle pagine lette

Gli autori saranno spinti a scrivere libri lunghi e accattivanti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-06-2015]

amazon libri pagine lette

Uno dei vecchi adagi dell'editoria recita che non è importante quante persone leggano un libro, ma quante lo comprino.

Da luglio, però, le cose inizieranno a cambiare e la causa del rinnovamento sarà Amazon, che ha deciso di introdurre un nuovo modello.

I programmi Kindle Unlimited e Kindle Owner's Lending Library adotteranno infatti un sistema finora inedito, che prevede di compensare gli autori in base alle pagine dei libri che vengono effettivamente lette.

Il calcolo si basa sul tempo di visualizzazione delle pagina, che deve avere una durata minima per garantire che il lettore abbia il tempo di leggerla, e conteggia soltanto la prima lettura di detta pagina: visualizzare più volte il medesimo contenuto non aumenterà il compenso elargito all'autore.

Le dimensioni dei caratteri, le spaziature e gli elementi tipografici verranno considerati nel calcolo del compenso, per evitare che vengano adoperati trucchi atti soltanto a incrementare il numero delle pagine; tuttavia, figure e grafici verranno considerati come parte del testo, da questo punto di vista.

Sondaggio
Che cos'è più rivoluzionario, tra questi... qualcosa-book?
Chromebook
Ebook
Facebook
Macbook
Netbook
Notebook
Playbook
Ultrabook

Mostra i risultati (2304 voti)
Leggi i commenti (2)

L'annuncio della novità ha già scatenato diverse reazioni, divise per lo più tra chi pensa che ciò invoglierà gli autori a scrivere libri in grado di tenere desta l'attenzione del lettore, pieni di colpi di scena e capitoli con il finale in sospeso (così da spingere a voltare pagina ancora una volta), e chi invece pensa che molti autori non faranno altro che infarcire i loro libri di parole inutili, nella speranza che per raggiungere i "pezzi buoni" i lettori sorbiscano pagine e pagine di parole vuote.

La lettera che Amazon ha scritto agli autori spiegando i motivi che l'hanno spinta ad agire in questo modo recita: «pagare lo stesso prezzo per tutti i libri, senza tener conto della lunghezza, è un sistema che rischia di non soddisfare in modo giusto gli interessi di autori e lettori».

Il sospetto è che Amazon voglia in questo modo legare la retribuzione dell'autore al guadagno generato dai banner pubblicitari visualizzati sul Kindle.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Amazon Prime, il prezzo raddoppia

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La Corte Europea boccia l'Iva ridotta per gli ebook
Oltre 900 scrittori contro Amazon: ''Boicotta i nostri libri''

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

@MaXXX Premesso che non condivido questa innovazione di Amazon più che altro per una ragione etica dal momento che mi sembra assai riduttivo pagare gli autori "a peso" ovvero "un tanto a chilo letto", dissento comunque dalla tua ultima considerazione, ritengo infatti che se uno scrittore scrive 10 pagine di libro... Leggi tutto
4-7-2015 19:08

Penso che possa solo vedere la percentuale del libro (tenendo conto la possibilità di tornare indietro e re iniziarlo o andare alla fine subito) quindi potrà vedere se finisci un libro... cioè quanti utenti finiscono il libro x i prossimi autori per raccontare una passeggiata di un personaggio ci metteranno 10 pagine e più con questo... Leggi tutto
3-7-2015 20:43

{dacav}
Il che significa che Amazon può vedere anche quali pagine leggo? Un'altra buona ragione per comprare libri cartacei...
30-6-2015 13:39

{vallario}
è un altro duro colpo alla libertà dell'autore, la fantasia non si vende a peso
29-6-2015 09:34

Più che "lungo" deve essere avvincente e convincerti a girare pagina anziché lasciarlo in un cassetto... o nella memoria del Kindle.
29-6-2015 08:48

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te Internet...
E' stata la più importante innovazione tecnologica degli ultimi anni.
Ha reso le relazioni umane troppo impersonali.
Ha reso più facile la vita di tutti i giorni.
E' stata un toccasana per l'economia mondiale.
E' riuscita a facilitare le relazioni umane.
Ha contribuito a confondere le identità dei popoli.

Mostra i risultati (2790 voti)
Ottobre 2021
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 ottobre


web metrics