La Grecia ripagherà il debito grazie all'energia solare?

Secondo Greenpeace le rinnovabili libereranno la Grecia dalla dipendenza energetica, facendole risparmiare milioni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-08-2015]

greenpeace greece solar 11

È nota a tutti la drammatica situazione della Grecia, stretta tra un asfissiante debito pubblico, una nuova politica di austerità decisa dal governo per farvi fronte e le condizioni di vita della popolazione che continuano a peggiorare.

Come fare - si chiedono in molti - a uscire da questa situazione? «Con l'energia solare» risponde Greenpeace.

Tutto è iniziato a luglio, quando l'associazione ha tenuto una protesta sull'isola di Rodi, dove il governo sta costruendo un impianto a petrolio per la generazione di energia elettrica.

«Rodi soffre per la mancanza di energia, ma è buffo, perché Rodi è stata chiamata "l'isola del sole" e ha questo enorme potenziale solare» spiegava Takis Grigoriou, di Greenpeace Grecia. «Ma tutto ciò è stato ignorato e adesso stanno costruendo questo nuovo impianto che brucerà petrolio».

L'idea è che un impianto del genere, in un Paese come la Grecia che deve importare il petrolio, serva soltanto a peggiorare il debito: oggigiorno - spiega l'associazione - fornire energia alle isole ricavandola dal petrolio comporta una spesa di 800 milioni di euro in sussidi; se invece lo Stato potesse fare affidamento su una fonte energetica "autoctona" allora comincerebbe a ridurre le spese.

Sondaggio
Qual è lo strumento di informazione di cui ti avvali di più?
I media tradizioniali (Tv, radio, stampa, ecc.)
Internet, soprattutto i siti autorevoli (Repubblica, Corriere, ecc.)
Internet, soprattutto i siti indipendenti o di controinformazione
Internet, soprattutto i social network (Twitter, Facebook, ecc.)
Non mi fido di nessun media e credo solo a quello che vedo

Mostra i risultati (3071 voti)
Leggi i commenti (6)

Vedendo nel sole la più grande risorsa su cui la Grecia possa contare, Greenpeace ha lanciato la campagna Solarization of Greece e ha avviato una raccolta fondi su Indiegogo, con l'«obiettivo simbolico» di 1 milione di dollari entro la fine di settembre.

Il denaro raccolto, quand'anche non si riuscisse a raggiungere l'obiettivo, servirà a «installare quanti più pannelli solari possibile sui tetti di quelle famiglie che vivono sull'orlo della povertà energetica».

greenpeace green solar 2
Lo striscione realizzato per protestare contro l'impianto in costruzione

«La Grecia ha un enorme potenziale di energia rinnovabile» sostiene Grigoriou, il quale pensa anche all'energia geotermica, a quella eolica e a quella elettrica. «Se soltanto potesse utilizzare questo potenziale, la nazione inizierebbe una crescita sostenibile. Vogliamo che l'energia sia parte della soluzione, non del problema».

Secondo i dati di Greenpeace 6 case su 10 in Grecia faticano a pagare le bollette per la fornitura di energia: poterle sganciare dalla dipendenza dalle fonti fossili aiuterebbe sia i conti delle famiglie che quelli dello Stato.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Da Tesla il Powerwall per risparmiare elettricità in casa
Fotovoltaico, l'Italia conquista il terzo posto al mondo
Il network per condividere l'energia solare risparmiando
Mega impianto solare nel deserto del Mojave alimenterà 160mila abitazioni
Il macchinario che trasforma l'acqua in petrolio

Commenti all'articolo (4)

Evidentemente in Grecia ci sono ancora forti interessi sul petrolio da parte delle lobby che muovono le fila, ai ricchi e potenti petrolieri che gliene frega di qualche centinaio di famiglie in più o in meno che muoiono di fame? :incupito: E in Italia la situazione non è certo molto migliore, finché i potenti e coloro che comandano i... Leggi tutto
21-8-2015 15:08

però e' una cosa che mi ha sempre molto colpito la completa assenza di pannelli solari in grecia e tutti quei paesi dovrebbero averli obbligatori ma forse mamma germania non permette di installarli dato che non può fornirglieli lei !!! io li ho montati da 3 kw, e se avessi modo di accumulare l'energia, sarei quasi autonomo, considerato... Leggi tutto
20-8-2015 06:49

Così quando sequestreranno la casa per non aver pagato le tasse o il mutuo, qualcuno se la ritroverà con i pannelli solari installati!
20-8-2015 00:05

{Remo Piombo}
questo è un mondo dei controsensi. Ormai a questa follia non se ne uscirà, se no con una guerra civile, temo.
19-8-2015 11:45

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google è veramente brutta! Più che un auto è un'ovovia.
Ci toglierà il piacere di guidare e la nostra vita sarà un po' più triste.
Avrà un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarà maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi più lunghi o più lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non è chiaro di chi sarà la responsabilità civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
Sarà esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocità o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno più: già immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (1914 voti)
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Tutti gli Arretrati


web metrics