Non si possono processare i giornalisti in nome del Papa Re

La Gendarmeria e la magistratura vaticana indagano Gianluigi Nuzzi ed Emiliano Fittipaldi per concorso in rivelazione di notizie riservate.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-11-2015]

Vatican city

Monsignor Balda è tuttora detenuto nella cella della Gendarmeria Vaticana: essendo cittadino spagnolo, ha ricevuto la visita di un diplomatico spagnolo che ha verificato le sue buone condizioni di detenzione. Francesca Choauqui ora è in libertà provvisoria anche perché in stato interessante.

La magistratura vaticana ha messo sotto indagine due giornalisti italiani: Emiliano Fittipaldi, autore di Avarizia (edito da Feltrinelli) e giornalista del gruppo L'Espresso, di sinistra, e Gianluigi Nuzzi, giornalista Mediaset e di Libero, vicino al centrodestra. L'accusa è di "concorso in rivelazione di notizie riservate", il nuovo reato introdotto nelle leggi vaticane da Benedetto XVI.

Per ora i due giornalisti si dicono sereni e non hanno avuto notizia di "rogatorie internazionali" (che potrebbero anche arrivare, ma è improbabile una richiesta di estradizione) affinché un magistrato italiano, per conto dei magistrati vaticani, li possa interrogare.

Lo scopo sarebbe di accertare se e come il loro ruolo nella vicenda sia stato più un passivo ricevere notizie classificate riservate, se fossero a conoscenza del fatto che erano riservate, se invece abbiano pagato o, addirittura, istigato i due componenti dell'Opus Dei, che ha condannato la vicenda e se ne è dichiarata completamente estranea.

Se venissero convocati dalla Gendarmeria Vaticana, non avrebbero nessun obbligo di recarsi oltre il Portone di Bronzo. Convocati da un magistrato italiano, non potrebbero esimersi: potrebbero essere accompagni dai Carabinieri presso una Procura italiana e a questo punto potrebbero solo nominare un legale e rifiutarsi, se vogliono, di rispondere alle domande del magistrato italiano.

Sondaggio
La NSA non spiava solo i cittadini USA ma anche i governi di Francia, Germania e Italia. Qual è la tua reazione di fronte a questa notizia? (se vuoi dare risposte multiple o commentare ulteriormente, usa il forum)
Sono profondamente indignato: come si sono permessi?
Sono stupito che gli USA siano arrivati a questo punto.
In fondo lo fanno per prevenire gli attentati; quindi li giustifico, almeno parzialmente.
Non mi sorprende. E' da un po' che l'Europa non conta più un tubo.
Accidenti! Avranno ascoltato anche le telefonate con la mia fidanzata/o.
I nostri politici non hanno nulla di più importante di cui preoccuparsi?
Lo so perfino io che i telefoni sono spiati, figuriamoci i terroristi.
Avevano ragione quelli di Zeus News, quando già nel 2001 scrivevano di Echelon.

Mostra i risultati (2912 voti)
Leggi i commenti (15)

E' improbabile che i due giornalisti abbiano avuto un ruolo da protagonisti, mentre è molto più facile che siano stati contattati dai due personaggi di cui sopra, che potrebbero aver agito per tanti motivi, anche sommati: per esempio l'invidia e la gelosia perché non avevano fatto la carriera desiderata, o la volontà di seminare zizzania nella Chiesa per indebolire e screditare Papa Francesco.

Certo, il successo editoriale dei due giornalisti eguaglierà non il filone d'oro per l'industria libraria dei testi su Papa Francesco (e quelli di Papa Francesco stesso), che fa la gioia di tanti grandi e piccoli editori; semmai lo allarga e comprende anche fasce più laiche ed anticlericali, a ciascuno il suo libro, suscitando poi altri libri simili o scritti per confutare queste tesi.

Difficilmente i due testi manderanno in crisi la Chiesa, un'istituzione che esiste, con luci e ombre, da duemila anni: tante polemiche contro i due giornalisti sono gratuite, come è gratuito anche il loro vantarsi di aver fatto un'operazione di pulizia. Se Francesco riuscirà nella sua opera di autoriforma della Chiesa non dipenderà certo dal successo o dall'insuccesso dei libri ma da tanti e più complessi problemi e modi di affrontarli.

Quello che non è accettabile è che si voglia limitare la libertà di stampa, di espressione e anche di critica della Chiesa e nella Chiesa perseguendo gli autori di due libri, che potranno anche essere fatti male, magari strumentalizzati da chissà chi e per quali motivi, ma che hanno tutto il diritto di pubblicare notizie che, se riservate (molte erano già di dominio pubblico) non sono false e finora non sono state smentite come false.

I libri vanno combattuti sul piano della discussione e del dbattito pubblico e non con i gendarmi. Non è accettabile un remake di In nome del Papa Re, il film bello e memorabile di Luigi Comencini, con un monsignore, ex cattolico liberale da giovane, i cui panni erano vestiti dall'indimenticabile Nino Manfredi, che per non fare da strumento della giustizia papalina di cui è giudice si consegna all'Inquisizione gestita da gesuiti misteriosi ed ineffabili.

Non è accettabile se, secondo lo stesso Papa Francesco, come ha dichiarato proprio in questi giorni al convegno della Chiesa italiana a Firenze, la Chiesa rinuncia al potere e alla ricchezza, rinuncia a imporre la propria verità con la forza, chiede solo di poter parlare e dialogare umilmente con tutti, secondo la propria verità, certo, ma rispettando la libertà di ogni uomo.

Oltretutto, in Vaticano non esiste una legge sulla libertà di stampa: è uno Stato di 800 abitanti con un quotidiano autorevolissimo ma poco letto come l'Osservatore Romano e una radio, la Radio Vaticana, invece molto seguita in tutto il mondo.

Nei regimi totalitari molta gente è andata in carcere o in un lager o ha perso il posto di lavoro per aver ascoltato Radio Vaticana, e ora sarebbe assurda davvero la persecuzione dei giornalisti che possono avere anche scritto due brutti libri - il giudizio è soggettivo come anche la scelta di acquistarli o meno - ma non meritano indagini e minacce fuori dal tempo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Dal caso Carli-Peyrefitte a Vatileaks
Vatileaks: Nuzzi e Fittipaldi dovrebbero rifiutarsi di partecipare
Vaticanleaks: il segreto vaticano è sostenibile?
I supermercati dello spionaggio da Coop a Esselunga
AntibUFOla: il Papa ha detto che Gesù era un alieno
Papa Francesco e Matteo Renzi nel Presepe
Papa Francesco: Internet è un dono di Dio
Dimissioni del Papa, ritorna la profezia di San Malachia
Benedetto XVI, il Papa più on line
Se il Papa nominasse Fabio Salviato allo IOR?
Secondo Chi l'ha visto? la Gendarmeria Vaticana fa spionaggio

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)

Io non liquido la chiesa come "responsabile di tutti i mali del mondo", e non dico nemmeno che ci sia un collegamento, non sono così complottista... :wink: però dico che hanno avuto una certa fortuna che l'attentato sia successo proprio ora, così l'attenzione dei media si sposta verso un altro "nemico comune"...
17-11-2015 11:26

Va bene il discorso di dire che la chiesa cattolica e' " sporca,corrotta,responsabile di tutti i mali del mondo ecc...ecc" ma da qui a vedere negli attentati di Parigi un possibile collegamento per cercare di zittire chi cerca di far luce sui "mali" della chiesa mi sembra alquanto fuori luogo :shock: Leggi tutto
16-11-2015 22:56

Quoto in toto silver57. Purtroppo c'è ancora gente che crede che un papa o un altro faccia la differenza. Chissà perchè l'attentato in Francia è successo proprio ora....di certo non si parlerà più degli affari sporchi del Vaticano, almeno per un bel po'...
16-11-2015 18:16

{smimax}
Vorrei ricordare che stiamo parlando di una dittatura teologica, dove non esiste democrazia, le donne hanno formalmente ruoli minori, molto minori degli uomini. Dove gente che non si sposa, non fa figli, vuole imporre a tutti la propria morale distorta e medioevale dietro cui si nascondono pedofili, mafiosi, feccia della società.... Leggi tutto
16-11-2015 14:30

Giusto, del resto il giornalismo è questo! "sottratti" ? Non mi pare proprio, semmai "resi pubblici" è il termine giusto! Ciao
14-11-2015 13:46

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'aggravarsi del tasso di inquinamento atmosferico fa assumere alle amministrazioni comunali la decisione di bloccare la circolazione delle auto. Cosa ne pensi?
Era ora: si tratta di una misura necessaria e urgente.
I blocchi del traffico sono inutili e peggiorano la vita delle persone.
Sono d'accordo, ma i provvedimenti dovrebbero essere più incisivi (o addirittura permanenti).
Sarei d'accordo solo se prima venissero potenziati i trasporti pubblici.
Non so.

Mostra i risultati (1371 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics