In vendita il SUV di Volvo a guida semiautomatica

La presenza del guidatore è ancora necessaria, ma il suo ruolo sempre meno attivo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-06-2016]

volvo xc90

Di tanto in tanto si sente dire che questa o quella auto è «un concentrato di tecnologia», e spesso si tratta di esagerazioni buone per il marketing.

Nel caso dell'ultima Volvo XC90, invece, la descrizione è calzante. Frutto del nuovo sistema produttivo Scalable Product Architecture, piattaforma sulla quale sono nate anche la S90 berlina e la S90 station wagon, la XC90 è un SUV che offre tutti i più recenti sistemi realizzati dalla Casa svedese per semplificare la vita dei guidatori.

Per usare le parole di Volvo stessa, «con la XC90 facciamo il primo passo verso le auto che si guidano da sole», obiettivo che si accompagna all'intenzione di eliminare gli incidenti mortali entro il 2020.

L'elenco delle tecnologie di cui è dotata la XC90 comprende innanzitutto il sistema di frenata automatica City Safety, che è in grado di rilevare gli altri veicoli, i pedoni e i ciclisti ed evitare le collisioni.

Qualora si rischi un incidente con un'auto, se la differenza di velocità tra i due veicoli è inferiore ai 50 km/h allora la XC90 viene fermata e in ogni caso, al di sopra dei 30 km/h, le cinture di sicurezza vengono tese in preparazione all'impatto.

Il rilevamento dei pedoni funziona sino a 70 km/h, e lo scontro viene sicuramente evitato - dice Volvo - se la velocità dell'auto è inferiore a 45 km/h. In caso contrario l'impatto sarà inevitabile, ma per lo meno avverrà a velocità ridotta.

Per sorvegliare il mondo intorno a sé, il SUV dispone di diversi sistemi: sensori a ultrasuoni per l'assistenza al parcheggio, videocamere che permettono di avere una visuale a 360 gradi e un'ulteriore videocamera frontale per il cruise control.

Sondaggio
Quale di questi trucchi per risparmiare benzina ti sembra più efficace?
Rimuovere i box portapacchi dal tetto quando non utilizzati.
Cercare le stazioni di servizio con i prezzi più bassi.
Controllare almeno una volta al mese la pressione delle gomme.
Eliminare oggetti inutili e pesanti dal bagagliaio.
Non superare i limiti di velocità.
Utilizzare la funzione "percorso più economico" dei navigatori.
Non adottare uno stile di guida aggressivo.
Non lasciare il condizionatore sempre acceso, indipendentemente dalla temperatura esterna.

Mostra i risultati (3046 voti)
Leggi i commenti (24)

Non manca poi il sistema di mantenimento della corsia: l'auto sterza automaticamente se ci si avvicina troppo alla linea bianca, aiutando a restare al centro.

La funzione più interessante è però probabilmente l'assistente per le strade trafficate. Entra in funzione quando ci si trova in coda, in quelle situazioni in cui si continua a partire e a fermarsi: fino a 60 km/h, la XC90 è in grado di seguire il veicolo che la precede in totale autonomia, a patto che riesca a vedere la segnaletica orizzontale.

Il guidatore non dovrà fare praticamente niente: sarà l'auto ad accelerare e frenare in base alla situazione, mantenendo la distanza di sicurezza dal veicolo che la precede.

Il sistema è ancora un po' "schizzinoso": se le linee che separano le corsie non si vedono (per esempio perché sono mal tracciate o cancellate dal tempo) l'assistente non entra in funzione. Il motivo è ovvio: in questi casi è meglio eccedere in prudenza e riconsegnare il controllo al guidatore umano piuttosto che rischiare un incidente causato dal computer.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

{Lucio}
Mio fratello ha una i3 con cruise control come piace agli americani(vive la da 13 anni). Mi raccontava di come in alcuni casi(incrociando cavalcavia contro sole) intervenisse senza bisogno incollando letteralmente, in altri (dietro ad un tir, le dimensioni spiazzano l'elettronica) non interviene quando ne sarebbe bisogno
6-9-2016 02:24

{roge}
...dal che si comprendono le ultime affermazioni anti-Tesla. Non che mi piaccia Musk, che ritengo un sosia più sociale di Besos (che considero uno psicopatico), ma queste manipolazioni neanche tanto nascoste mi infastidiscono un po'.
25-6-2016 18:12

{utente anonimo}
Ok che adesso va di moda la guida autonoma, ma il cruise control adattativo e il lane assistant sono optional comuni da anni ormai, ci sono anche sulla golf per esempio.
23-6-2016 17:06

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1812 voti)
Febbraio 2023
L'Internet Archive adesso ospita anche le calcolatrici scientifiche
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Disorganizzazione informatica fa desistere i cybercriminali
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 6 febbraio


web metrics