Murdoch e il silenzio dell'opposizione

Perché nessuno si è opposto al nuovo monopolio della Pay Tv.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-10-2003]

In Italia nel sistema della comunicazione radiotelevisiva e dell'informazione c'è un'anomalia su cui c'è stato, inspiegabilmente, un grande silenzio ed una grande disattenzione da parte dell'opinione pubblica.

Mentre, infatti, ferve un grande dibattito sulla legge, in corso di approvazione al Parlamento, definita "Gasparri", dal Ministro che la propone, sulla riforma del sistema radiotelevisivo nessuno, o quasi, ha discusso molto, e, tanto meno, criticato l'avvento del monopolio privato della Sky Tv nel campo della Pay Tv in Italia.

L'opposizione è impegnata in un deciso ostruzionismo in Parlamento rispetto alla legge Gasparri che consoliderebbe la posizione dominante di Berlusconi nel campo dell'emittenza televisiva privata, con il controllo di tre reti fino alla diffusione della tv digitale terrestre, favorirebbe un ulteriore crescita della raccolta pubblicitaria da parte di Mediaset ed, in generale, della Tv a scapito di altri media, come l'editoria di quotidiani e periodici(come denuncia con forza la federazione degli editori aderenti a Confindustria) e non porrebbe limiti al controllo da parte del Governo della Tv pubblica ed, oggi, il Governo è presieduto dallo stesso azionista di maggioranza del maggiore gruppo televisivo ed editoriale del Paese.

Un deciso ostruzionismo parlamentare, che è accompagnato da una forte mobilitazione di intellettuali, uomini di cultura, sindacati, associazioni, organi di stampa anche non politicamente lontani dal Governo, che potrebbe tradursi in iniziative referendarie, nel caso la proposta Gasparri venisse approvata, e che trova simpatie e convergenze anche in settori della maggioranza che pure, per lealtà di coalizione e fedeltà a Berlusconi, non possono rifiutarla. L'opposizione alla legge Gasparri è il fulcro dell'attività dell'opposizione politica e sociale a Berlusconi.

Perfino la Chiesa italiana, che pure non prende parte alla querelle pro o contro Berlusconi, è critica verso una legge che non affronta il problema di una Tv di qualità e di contenuti.

Bene, mentre il Paese è coinvolto in uno scontro forte sulla Tv in chiaro, terrestre e gratuita(salvo il canone della Tv pubblica e la pubblicità che, comunque, paghiamo tutti in termini di attenzione e di costo di prodotti e servizi), la stessa Italia è stata distratta ed indifferente rispetto all'avvento del monopolio di Rupert Murdoch che si è venuto a creare con la fusione Stream-Telepiù e la nascita di Sky.

I giornali si sono occupati con dovizia del nuovo palinsesto di Sky, del decoder, del settore delle news, ma con un distacco ed una, chiamamola così, "neutralità" con cui non viene affrontato quasi mai niente in Italia.

Mentre le uniche critiche che si sono levate sono state per l'aumento delle tariffe e per la difficoltà di accedere ai Call Center, da parte delle associazioni dei consumatori, non si è registrata nessuna forma di protesta da parte dell'opposizione "ufficiale" politica e sindacale su questo nuovo monopolio.

Rutelli e Fassino si sono limitati ad auspicare che Murdoch non si schieri, rimanga neutrale, perché in questo caso verrebbe visto bene, una smaccata "captatio benevolentiae". Così Rupert Murdoch, proprietario di un impero davvero globale, "sul quale non tramonta mai il sole" come quello di Carlo V dal Nord Europa all'America Latina e che, in questo caso, si estende fino all'Australia, non ha avuto nessun problema: ha avuto il via libera dell'Authority per le Comunicazione che pure non aveva reso facile la vita a Telepiù e a Stram, l'Antitrust italiano di Tesauro e quello europeo di Mario Monti non hanno sollevato problemi, non si ha notizia di ricorsi alla Corte Costituzionale.

Murdoch è socio ed amico personale del Capo del Governo Silvio Berlusconi, socio di Tronchetti Provera che possiede, attraverso Telecom Italia, una importante quota di minoranza in Sky, ed, oggi, ospita sulla sua piattaforma, perfino Iride, il canale satellitare dei Democratici di Sinistra che ha trasmesso in diretta le Feste de l'Unità.

Il ragionamento che è stato fatto deve essere, in sintesi questo: senza l'intervento finanziario di Murdoch la Pay Tv in Italia sarebbe morta, nè i francesi di Telepiù, nè Telecom Italia per Stream volevano più metterci soldi e senza i soldi della Pay Tv il calcio italiano sarebbe morto. Cosa sarebbe stato del Paese senza "il campionato più bello del mondo"? Cosa avrebbero fatto gli italiani la Domenica? Cosa sarebbe stato della Borsa affollata di squadre che sono diventate società per azioni e delle banche con cui queste società sono indebitate?

A parte lo sconquasso finanziario ci sarebbe stata la rivoluzione o, peggio, qualcosa di inimmaginabile dal punto di vista sociale, politico, della psicologia di massa. Murdoch doveva venire,non c'erano alternative: salvare il calcio e la sua industra, cioè salvare l'Italia. Diventa facile il paragone con la vicenda Fiat: mentre la Fiat rischiava il fallimento, quasi tutto invocavano gli americani della General Motors, che non ne volevano sapere niente, o gli europei tedeschi o francesi, salvo Bertinotti che ne chiedeva la nazionalizzazione.

Se si era pronti ad accettare l'acquisto da parte degli stranieri dell'impresa-simbolo del Paese che male c'era se Murdoch diventava il monopolista della Pay Tv. Con qualche contraddizione: mentre si teorizza che la Tv digitale, con la moltiplicazione dei canali, farà sparire, come per incanto, ogni problema di pluralismo radiotelevisivo, si sancisce il monopolio nella Pay Tv satellitare che ha già questa caratteristica tecnica di diversificazione dell'offerta. Ci si oppone ad una legge che consoliderebbe un dupolio in atto e si accetta un'operazione finanziaria ed industriale che crea un nuovo monopolio.

E' evidente che c'è qualcosa che non va nel modo di analizzare i problemi della comunicazione anche in chi si proclama difensore e garante del suo pluralismo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 13)

MARIO
DECODER UNICO Leggi tutto
29-8-2004 17:53

Nino Martino
Ci hanno mercificato anche gli ideali Leggi tutto
3-5-2004 11:33

Se Berlusconi non fosse rieleggibile dopo otto anni di governo sarebbe tutto molto più accettabile.
20-10-2003 07:37

gianni
alla faccia di Fassino, D'alema & co. Leggi tutto
18-10-2003 14:39

Pier Luigi Tolardo
Questa è una notizia.... Leggi tutto
17-10-2003 17:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi consigli daresti per primo a tuo figlio?
Comunica solo con persone che conosci.
Non condividere messaggi o immagini offensive.
Scegli un nome utente appropriato.
Non condividere informazioni personali.
Seleziona le foto con attenzione.
Ricorda che tutto ciò che condividi è permanente.
Segnala tutto ciò che ti mette a disagio.
Il mio consiglio è un altro: lo esprimo utilizzando i commenti nel forum qui sotto.

Mostra i risultati (1727 voti)
Ottobre 2019
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Tutti gli Arretrati


web metrics