Taxi a guida automatica, Uber inizia i test su strada

Prenderà servizio entro la fine del mese la prima flotta di taxi che si guidano da soli.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-08-2016]

uber volvo taxi autonomo

Entro la fine del mese attuale Uber darà il via al proprio programmi pilota per testare su strada i taxi a guida automatica.

Ad annunciarlo è il sito Bloomberg, secondo il quale una piccola flotta di Volvo XC90 inizierà a svolgere il servizio di trasporto passeggeri nella città di Pittsburgh secondo le solite modalità di Uber; soltanto, a guidare sarà un computer.

In questa fase di test il passeggero non sarà lasciato alla completa mercé dell'auto: un essere umano in carne e ossa sarà seduto al posto di guida, pronto a prendere i comandi in caso di necessità.

"Necessità", nel caso specifico, non significa soltanto l'imminenza di un incidente: il guidatore prenderà il controllo anche in quelle situazioni in cui il software non è ancora il grado di gestire al meglio l'auto, come per esempio l'attraversamento dei ponti. Un segnale sonoro avviserà la persona seduta dietro al volante che è ora di prendere in mano la situazione.

Sarà anche presente un "co-pilota" il cui compito sarà di raccogliere informazioni: i dati serviranno a migliorare ulteriormente i sistemi di guida autonoma.

Sondaggio
L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (2119 voti)
Leggi i commenti (20)

Il passeggero, invece, avrà a disposizione un tablet sul sedile posteriore, tramite il quale potrà informarsi circa le abilità del veicolo.

Al momento, Uber non ha ancora piani precisi che riguardino il dispiegamento di una flotta di veicoli completamente automatici, senza nemmeno un guidatore umano "di emergenza": prima ha bisogno di raccogliere un quantitativo sufficiente di dati e mettere ancora a punto i sistemi computerizzati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

Concordo: sappiamo benissimo che puoi portare l'asino alla fontana, ma non obbligarlo a bere :mrgreen: Leggi tutto
30-8-2016 10:23

Assolutamente non dannoso, anzi utile ma, temo, pochi faranno fruttare la conoscenza... :roll:
29-8-2016 18:45

Appunto. E, dato che il loro successo :twocents: dipende anche da noi, saperlo non è dannoso =) Leggi tutto
29-8-2016 10:05

Il dottore certo no ma alcune multinazionali che così ci fanno un sacco di soldi forse invece sì... purtroppo. :roll: Leggi tutto
28-8-2016 14:05

Ecco, per l'appunto... :lol: :lol: Leggi tutto
23-8-2016 17:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A inizio millennio per lavorare nella new economy bisognava trasferirsi nelle grandi città, soprattutto Milano. Oggi la banda larga si è diffusa, ci sono nuove piattaforme di collaborazione ed è cambiato l'approccio al lavoro. Alla luce di questo...
Abito in una grande città e qui rimarrò.
Abito in una grande città ma sto valutando di trasferirmi in provincia.
Abito in provincia e non mi sposterò di certo.
Abito in provincia ma sto valutando di trasferirmi in una grande città.
Abitavo in una grande città ma mi sono trasferito in provincia.
Abitavo in provincia ma mi sono trasferito in una grande città.
Città o provincia non fa grande differenza, ma mi sono trasferito (o sto valutando di trasferirmi) all'estero.

Mostra i risultati (1622 voti)
Ottobre 2022
DALL-E diventa libero e gratuito: immagini sintetiche per tutti
Settembre 2022
Google ti avvisa se i tuoi dati finiscono nel web
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 ottobre


web metrics