UE: ''Facebook ci ha mentito su WhatsApp''

Ora il social network rischia una multa pari all'1% del fatturato.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-12-2016]

facebook ue whatsapp

Nel 2014, quando Facebook si accinse ad acquisire WhatsApp, prima del grande passo dovette ricevere l'ok dei vari organismi di controllo.

Per ottenere il via libera da parte dell'Unione Europea, Facebook si impegnò in una solenne promessa: affermò che non sarebbe mai strato in grado di far corrispondere, in automatico, gli account dell'app con gli account del social network.

L'Europa credette alla promessa ma le cose andarono poi in modo molto diverso, con le conseguenze che sappiamo. Così, ora la Commissione Europea, la cui versione abbiano sinora raccontato, afferma a gran voce di essere stata imbrogliata.

«Le aziende sono obbligate a fornire alla Commissione informazioni accurate durante le indagini sulle fusioni» ha dichiarato Margrethe Vestager, responsabile delle politiche sulla concorrenza all'interno dell'Unione.

«In questo caso specifico» - ha continua Vestager - «l'opinione preliminare della Commissione è che Facebook ci abbia dato informazioni errate o fuorvianti durante le indagini per la sua acquisizione di WhatsApp. Ora Facebook ha la possibilità di rispondere».

Sondaggio
Quali tra questi tuoi dati personali sono pubblici sui social network (chiunque può vederli e non solo i tuoi amici)?
Solo il mio nome per intero e la foto del profilo
In teoria tutto, non mi preoccupo delle impostazioni per la privacy
Nome completo, foto e post
Nome completo, foto, status, geolocalizzazioni e check-in
Non ci ho mai pensato

Mostra i risultati (895 voti)
Leggi i commenti (12)

Il cuore della questione è che nel 2014 Facebook avrebbe definito «tecnicamente impossibile» far corrispondere gli ID degli utenti del social network con quelli degli utenti di WhatsApp, cosa rivelatasi invece fattibile: secondo la Commissione tale fattibilità era già evidente nel 2014, ma sarebbe stata tenuta nascosta agli enti di controllo.

Ora Facebook ha tempo fino al 31 gennaio 2017 per rispondere a quest'accusa che, se verrà provata, potrebbe tradursi in una multa che potrà arrivare sino all'1% del fatturato di Facebook.

Dal canto proprio, il social network di Mark Zuckerberg ritiene di non aver fatto nulla di male: «Abbiamo sempre fornito informazioni precise riguardanti le nostre possibilità tecniche e i nostri piani, anche nel caso dell'acquisizione di WhatsApp e nelle riunioni volontarie precedenti l'aggiornamento della policy sulla privacy di WhatsApp, che ha avuto luogo quest'anno».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Allarme WhatsApp, messaggi intercettabili? Un momento
UE: WhatsApp non passi più dati a Facebook
WhatsApp passerà dati a Facebook
WhatsApp condivide i dati dell'utente con Facebook
Facebook compra Whatsapp per 19 miliardi di dollari

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

{utente anonimo}
Mi fanno ridere questi della comunità europea, sono di una ingoranza spaventosa. Credono di riuscire a sistemare le cose dando multe e dx e a manca, non si rendono conto che sono solo presi in giro da queste multinazionali, ormai comandano tutto e tutti anche i politici, anzi dei politici non gliene frega proprio niente. Amesso... Leggi tutto
4-1-2017 11:30

Oramai le grosse multinazionali hanno comprato anche i governi dei paesi o li ricattano vedi esempio multa UE ad Apple. Quindi anche questa storia con fessbuk si risolverà nella solita bolla di sapone in cui verrà irrogata una sanzione che non verrà mai pagata e gli unici a rimanerci fregati saranno i beoti che si ostinano ad ingrassare... Leggi tutto
23-12-2016 16:37

Rischia rischia!! Quelli stanno piu' sereni dei nostri vari politicanti quando vengono raggiunti da avvisi di garanzia per ladrocini vari perche' sanno che sono IN UNA BOTTE DI FERRO :blackhumour: :blackhumour: lA STORIA ( CICLICA) E' SEMPRE QUELLA ....PURTROPPO :wink: Leggi tutto
21-12-2016 19:19

{Paolo Del Bene}
chi negli anni ha seguito WikiLeaks, Julian Paul Assange, Edward Joseph Snowden, Richard Matthew Stallman, Tim Berners Lee.... link[/url] [url=http://forum.zeusnews.com/link/374320]link[/url] [url=http://forum.zeusnews.com/link/374321]link[/url] [url=http://forum.zeusnews.com/link/374322]link[/url]... Leggi tutto
21-12-2016 16:49

Da ignorante in materia di politiche economiche mi chiedo: cosa centra il garante europeo con le fusioni di aziende USA?
21-12-2016 12:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale diventerà realtà per prima?
Le aule intelligenti: conosceranno gli alunni e offriranno un'esperienza di apprendimento personalizzata ed efficace.
Torneremo a fare la spesa sotto casa: i negozi uniranno la varietà degli acquisti online al piacere di fare acquisti direttamente in un posto conosciuto.
Useremo il DNA per stabilire terapie su misura: cloud computing e computer congnitivi rendereanno l'esame del DNA veloce ed economico.
Un guardiano digitale sostituirà le password: conoscerà le nostre abitudini e individuare i tentativi di furto d'identità.
Smart City: le città faranno arrivare sugli smartphone dei cittadini informazioni personalizzate basate sulle abitudini e le preferenze degli abitanti stessi.

Mostra i risultati (1179 voti)
Gennaio 2020
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Tutti gli Arretrati


web metrics