Prima gli spara, poi si fa un selfie con l'amico morente

Invece di chiamare i soccorsi, un diciottenne si è vantato su Snapchat.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-02-2017]

selfie amico pistola

Un diciottenne americano, Maxwell Morton, è stato riconosciuto colpevole di omicidio per aver sparato in viso al suo «migliore amico», di due anni più giovane.

Il fatto è avvenuto in Pennsylvania nel 2015 ma la parte più surreale della vicenda è che, dopo aver esploso il colpo, Maxwell s'è scattato un selfie mentre l'amico moriva accasciato su una sedia.

Il diciottenne, che all'epoca dei fatti aveva 16 anni, sostiene che stava giocando con una pistola che riteneva essere scarica. Convinto che non ci fosse pericolo, l'ha puntata verso l'amico e ha premuto il grilletto, colpendo l'altro ragazzo al volto.

Il tutto sarebbe insomma stato soltanto un incidente che avrebbe lasciato sorpreso lo stesso Maxwell: «Ho premuto il grilletto e la pistola ha sparato» ha testimoniato.

L'accusa tuttavia ha provato a convincere la giuria che non di incidente si è trattato, ma di omicidio volontario.

A sostegno di questa tesi il procuratore ha portato la testimonianza di un adolescente del Winsconsin, con il quale Maxwell dopo l'omicidio s'è messo a giocare online a un videogioco.

«Ho fatto il mio primo cadavere» avrebbe detto Maxwell in chat. Dato che però l'altro giocatore non gli credeva, il ragazzo ha preso il telefono e s'è scattato il selfie con l'amico morente, inviandolo poi via Snapchat e commentando il tutto con il messaggio «Te l'avevo detto».

Sondaggio
Con quale di queste dieci affermazioni concordi di pi?
I soldi non sono tutto nella Vita. Adesso cerca di farlo capire anche all'ufficiale giudiziario.
Non bisogna calpestare i Sentimenti altrui. Gli unici autorizzati a farlo portano gli anfiibi.
Ama il prossimo tuo. No, non questo, il prossimo!
La Salute la cosa pi importante. C' soddisfazione a suicidare un organismo funzionante al 100%?
E' l'Amore che muove il Mondo. Chi ha premuto il bottone della pausa?
Una persona Produttiva si alza all'alba. Proprio mentre sta chiudendo la Borsa di Tokio.
La Famiglia uno dei valori fondamentali. Me lo dicono sempre le mie due mamme e i miei tre pap!
Il Lavoro ci rende liberi. Questo giusto, infatti sappiamo da dove viene la frase, vero?
Il merito viene sempre premiato. Specie se i tuoi talenti li esprimi nel sesso con qualcuno ricco.
Non dovrei perdere tempo a leggere fesserie del genere. Hai ragione, ma l'hai capito troppo tardi!

Mostra i risultati (2457 voti)
Leggi i commenti (17)

Maxwell in tribunale ha raccontato l'avvenimento in modo diverso, sostenendo di non sapere che cosa l'abbia spinto a scattare una foto invece di chiamare i soccorsi. «Qualcosa nella mia testa mi ha detto di scattare una foto di quanto successo».

Comunque sia andata, la giuria non ha creduto alla tesi dell'omicidio di primo grado ma ha preferito propendere per l'incidente, nonostante l'accaduto sia stato scoperto proprio perché il ragazzo del Winsconsin, dopo aver ricevuto la foto, ha avuto la prontezza di salvarne uno screenshot (le foto di Snapchat spariscono dopo poco tempo) e mostrarlo alla madre, la quale ha avvertito la polizia.

Inoltre, secondo quanto riportano i giornali locali, il patologo che ha esaminato il cadavere ha testimoniato che il ragazzo colpito sarebbe potuto sopravvivere se gli fossero state somministrate le cure appropriate con prontezza, dato che non è morto sul colpo.

Ora Maxwell Morton rischia sino a 40 anni di carcere. La sentenza sarà emessa nel mese di maggio.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
In prigione la donna che ha sparato al compagno per fare uno scherzo su YouTube
Arrestata dopo rapina in banca grazie a video YouTube
Sedicenne scarica MP3, il padre (giudice) la prende a cinghiate
Tredicenne adescata su Facebook e violentata nel Foggiano
Sospettato di omicidio dopo rimozione dagli amici di Facebook
Si finge un'adolescente e incastra il marito pedofilo
Uccide la madre: gli aveva sequestrato il videogioco
Ruba l'identità alla figlia per fare la cheerleader
Voleva installare la Tv satellitare ma uccide la moglie

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Se una mela marcia, marcia e basta. Si pu credere di aver tolto il marcio, in realt si lascia solo uno spazio vuoto, non si cura niente. Chi commette delitti efferati irrecuperabile. Il caso del Circeo dovrebbe fare scuola...un ergastolo poco (a scontarlo veramente poi...)
27-2-2017 17:20

Personalmente dissento dalla sottigliezza perch ritengo che coloro che compiono un crimine siano dei criminali e, come tali, i non criminali devono essere protetti da loro, inoltre non solo i soggetti che escono da un carcere poi tornano a commettere crimini ma anche coloro che li hanno commessi e sono stati curati - evitando il... Leggi tutto
26-2-2017 18:30

{francy}
@Paolo Salvatore, @ Maary79 I vostri due commenti collimano con la base del sistema legale vigente nella maggioranza dei Paesi, che vede la prigione come un luogo di riforma, mentre in realtà è un luogo di punizione e un "allevamento" di criminali che quando usciranno faranno di peggio. Non esistono criminali,... Leggi tutto
24-2-2017 11:32

@francy Troppo facile dare la colpa ai genitori delle nefandezze che compiono i figli, senza tra l'altro, conoscerli, questi genitori. Diglielo a quella coppia del basso ferrarese ammazzati dall'amico del figlio sedicenne, o a quella madre, ammazzata dalla figlia, che ha pensato di punire l'adolescente togliendole lo smartphone. Hanno... Leggi tutto
23-2-2017 12:13

{Paolo Salvatore}
A mio parere è proprio la tua mentalità che ha portato a queste azioni, il voler considerare sempre a tutti i costi, dei veri e propri delinquenti, solo dei disagiati da curare e non, anche, da punire. La mancanza della certezza della pena, costituisce uno dei motivi più decisivi di certe scelte, questo ragazzo... Leggi tutto
23-2-2017 10:02

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
La rete ha reso famosi due personaggi per certi versi simili anche se molto diversi: secondo te chi il pi grande?
Julian Assange. Prende informazioni dalle grandi aziende e dai governi e le rende pubbliche gratuitamente. stato accusato - tra le altre cose - di terrorismo.
Mark Zuckerberg. Prende informazioni e dati personali e li vende alle grandi aziende e ai governi. diventato l'uomo dell'anno.

Mostra i risultati (1882 voti)
Febbraio 2020
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Tutti gli Arretrati


web metrics