Tutte le novità di Android O

Dai canali per le notifiche, ai miglioramenti, all'autonomia: ecco che cosa ci riserva l'ultima versione del sistema di Google.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-03-2017]

android o logo

Ancora non sappiamo quale sarà il nome definitivo (né, se per questo, il numero di versione), ma Android O ha fatto la sua prima comparsa come Developer Preview (Anteprima per gli Sviluppatori).

Seguendo l'ormai consueto calendario, che prevede di rilasciare una nuova versione di Android ogni anno, Google ha pubblicato l'anteprima senza aspettare la Google I/O Conference, fissata per il mese di maggio.

Rispetto alla presentazione di Android N, questa volta non ci sono novità spettacolari come il window mode ma piccoli aggiustamenti all'interfaccia e alcune nuove funzioni.

La prima novità riguarda la barra delle notifiche, che vede l'introduzione dei Notification Channels: nella pratica, le notifiche vengono suddivise in diversi "canali" o categorie (stabiliti dagli sviluppatori per ogni app) per facilitarne la consultazione e il controllo da parte degli utenti.

È possibile per esempio bloccare le notifiche appartenenti a certi canali, oppure stabilire delle modalità particolari per la segnalazione del loro arrivo regolando i suoni usati, la vibrazione, l'apparizione sulla schermata di blocco e via di seguito.

La seconda novità riguarda l'autonomia dei dispositivi che monteranno Android O: un po' come ha deciso di fare per Chrome, Google ha imposto dei limiti alle risorse che le applicazioni in background possono consumare.

01 Android O Notifiche
Le nuove notifiche di Android O (Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)

Ciò richiederà naturalmente un po' di attenzione da parte degli sviluppatori, che dovranno adeguare le proprie app se vorranno che esse continuino a funzionare correttamente in background anche con questa versione di Android.

Un'altra modifica rispetto al passato è quella che interessa le icone: l'introduzione delle adaptive icon permette una maggiore integrazione delle icone personalizzate, usate da certi launcher, nel resto dell'interfaccia di Android.

Le icono sono infatti ora in grado di assumere diverse forme (quadrate, rotonde...) basandosi su una "maschera" predefinita scelta per un determinato dispositivo.

Sondaggio
Quando fai la spesa, qual è tra questi il profilo in cui ti ritrovi maggiormente?
Vado dritto verso quello che devo comprare e non perdo tempo: guardo solo le caratteristiche del prodotto e quanto costa.
Leggo sempre attentamente le etichette dei prodotti.
Per me gli acquisti sono necessari per una vita piena e appagante.
Per me il prezzo è più importante della marca.
Preferisco essere servito piuttosto che servirmi da solo.

Mostra i risultati (842 voti)
Leggi i commenti (4)

Con Android O viene inoltre migliorata la funzione Picture-in-Picture introdotta in Android Nougat: ora è disponibile per tutti i video, e non è più limitata ad Android TV.

Altri miglioramenti riguardano l'introduzione del supporto a LDAC, che migliora la qualità dell'audio trasmesso via Bluetooth, la capacità di riprodurre un maggior numero di colori (sui display compatibili) e l'introduzione della funzione Wi-Fi Aware, che consente ai dispositivi Android nelle vicinanze di connettersi tra loro tramite il Wi-Fi, senza bisogno di un access point.

L'anteprima di Android O può essere scaricata manualmente dal sito ufficiale e installata sui dispositivi compatibili - Nexus 5X, Nexus 6P, Nexus Player, Pixel, Pixel XL e Pixel C - oppure in un emulatore.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il giorno di Android Oreo
Android O ha un fratello più snello
Chrome 57 fa risparmiare risorse e batteria
Il window mode di Android N

Commenti all'articolo (1)

Per ora non sembra ci siano novità eclatanti a leggere l'articolo, vedremo se in futuro ci sarà qualcosa in più o se sarà una versione di assestamento e transizione.
1-4-2017 15:16

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Dove e come sei solito vedere i film?
Al cinema.
A casa, quelli trasmessi in Tv.
A casa, sul Pc.
A casa, con un lettore multimediale.
Ovunque, sul cellulare (oppure iPad / iPod / lettore Mp3)

Mostra i risultati (3139 voti)
Ottobre 2017
Il ransomware per Android che blocca lo smartphone due volte
Il falso Adblock che ha ingannato decine di migliaia di utenti
Windows Media Player sparisce da Windows 10
Disqus violato, rubati i dati di 17,5 milioni di utenti
Il caso dell'iPhone 8 che si gonfia mentre è in carica
Gli auricolari di Google che traducono le conversazioni in tempo reale
La falla in Windows Defender che a Microsoft non interessa
Con un salto quantico, Firefox diventa più veloce di Chrome
Settembre 2017
Internet Explorer spiffera quel che digitiamo nella barra
Windows, gli ultimi aggiornamenti bloccano gli account utente
Violazione di CCleaner, guai più gravi del previsto
Il primo smartphone con Linux davvero libero
Falla nel Bluetooth, vulnerabili 5 miliardi di dispositivi
Se il robot sessuale diventa un terminator
I consigli di Linus Torvalds per gli hacker
Tutti gli Arretrati


web metrics