Ubuntu 17.04 Zesty Zapus

Con il ritorno di Mark Shuttleworth alla guida di Canonical, nella nuova edizione si può stampare senza driver.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-04-2017]

ubuntu zesty zapus a

Canonical ha rilasciato Ubuntu 17.04 Zesty Zapus (lo zapus è un piccolo roditore), la più recente edizione della popolare distribuzione Linux e la penultima a utilizzare l'interfaccia Unity.

Ubuntu 17.04, che si presenta come un'evoluzione dei suoi predecessori e non introduce novità sensazionali, è distribuita con il kernel Linux 4.10 (rilasciato lo scorso febbraio), grazie al quale è migliorato il supporto alle piattaforme ARM, Raspberry Pi 3 e Surface 3.

Una variazione significativa rispetto a quanto siamo abituati a vedere nelle distribuzioni Linux è quella apportata allo spazio di Swap: in luogo della tradizionale partizione dedicata, Ubuntu 17.04 adotta un file di swap, che può al massimo raggiungere i 2 Gbyte.

La decisione alla base di questo cambiamento è motivata con la grande quantità di RAM disponibile nei computer moderni, che rende obsoleta la pratica di dedicare una partizione - le cui dimensioni non è possibile modificare al volo - allo swap: un file le cui dimensioni sono dinamiche è più adatto alle esigenze odierne.

Zesty Zapus presenta anche diversi passi in avanti per quanto riguarda la possibilità di stampare senza l'installazione di driver specifici: il supporto alle tecnologie Apple AirPrint e IPP Everywhere consente di configurare automaticamente le stampanti compatibili collegate via USB o rete locale.

Il rilascio di Ubuntu 17.04, che sarà supportata per i prossimi nove mesi (ossia fino a gennaio 2018), coincide con la cessazione del supporto a Ubuntu 12.04 LTS: chi ancora stesse usando quella versione farà bene ad aggiornare a un'edizione più recente, come la 16.04 LTS.

Sondaggio
Quale è il motivo principale della tua scelta di cambiare fornitore di ADSL o di fibra ottica?
Maggiore velocità
Tariffe più convenienti
Tv in aggiunta
Telefonia mobile in aggiunta
Altro

Mostra i risultati (671 voti)
Leggi i commenti (1)

V'è poi un ulteriore evento che coincide con il rilascio di Zesty Zapus: Mark Shuttleworth, fondatore di Canonical, ha infatti annunciato che riprenderà il ruolo di CEO.

Shuttleworth aveva lasciato la posizione poco più di sette anni fa a Jane Silber, che aveva accettato di dirigere Canonical per cinque anni. L'incarico è poi stato esteso per un ulteriore biennio, ma ora è giunto il momento di passare la mano.

Il creatore di Ubuntu riprenderà ufficialmente in luglio la guida della propria creatura, ma sappiamo che sin d'ora Canonical si trova ad affrontare alcuni importanti cambiamenti interni, come il taglio di progetti quali Unity e Ubuntu Touch testimonia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Una nuova casa per Unity e Ubuntu Touch
Ubuntu abbandona Unity
Con Ubuntu Snappy le dipendenze non sono più un incubo
Ubuntu 16.04 non annoia pur essendo una LTS
Shuttleworth lascia, Canonical ha un nuovo Ceo

Commenti all'articolo (5)

Non è mica la prima volta :wink: E' vero che all'inizio Canonical era un po' confusa sull'ordine alfabetico, ma quando ha preso il ritmo giusto ci ha dato dentro decisa... :wink: Peraltro, quello che mi stupisce è che in Sud Africa ci siano così tanti animaletti pucciosi con cui Mark ha giocato da bambino... e che si ricordi ancora i... Leggi tutto
24-5-2017 11:48

ha fatto già tutto l'alfabeto? wow o poco ci manca hahaha
23-5-2017 23:48

:lol: :lol: :lol:
22-4-2017 18:27

Ricomincerà nuovamente l'alfabeto, quindi A.A. (aggettivo e nome di qualche animaletto puccioso con cui Mark giocava da bambino... :wink: )
21-4-2017 12:17

Ma quindi la prossima release come si chiamerà? O meglio che iniziali avrà?
21-4-2017 11:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è l'ambiente Linux che preferisci?
Gnome
Kde
Unity
Xfce
Lxde
Cinnamon
Mate
Un altro
Non uso Linux

Mostra i risultati (3691 voti)
Ottobre 2017
Ceo di GitHub: i programmatori sono condannati all'estinzione
Il ransomware per Android che blocca lo smartphone due volte
Il falso Adblock che ha ingannato decine di migliaia di utenti
Windows Media Player sparisce da Windows 10
Disqus violato, rubati i dati di 17,5 milioni di utenti
Il caso dell'iPhone 8 che si gonfia mentre è in carica
Gli auricolari di Google che traducono le conversazioni in tempo reale
La falla in Windows Defender che a Microsoft non interessa
Con un salto quantico, Firefox diventa più veloce di Chrome
Settembre 2017
Internet Explorer spiffera quel che digitiamo nella barra
Windows, gli ultimi aggiornamenti bloccano gli account utente
Violazione di CCleaner, guai più gravi del previsto
Il primo smartphone con Linux davvero libero
Falla nel Bluetooth, vulnerabili 5 miliardi di dispositivi
Se il robot sessuale diventa un terminator
Tutti gli Arretrati


web metrics