Pirati dei Caraibi ricattati dai pirati del web

Se la Disney non sborserà parecchi Bitcoin, il film finirà in Rete prima del debutto nei cinema.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-05-2017]

pirati caraibi ricatto

Il quinto film della serie Pirati dei Caraibi (La vendetta di Salazar) è uno dei più attesi di questo 2017. Affinché l'effetto sorpresa regga fino all'imminente prima, è indispensabile che nessuno ne ottenga una copia in anticipo.

Il guaio è che, come è già successo a Netflix, alcuni non meglio identificati hacker avrebbero sottratto alla Disney uno dei suoi film, minacciando di renderlo disponibile sui circuiti peer to peer a meno che non venga loro pagato un riscatto.

La rivelazione è stata fatta da Bob Iger in persona, CEO di Disney, il quale però non ha esplicitamente indicato il titolo del film sottratto. Tuttavia, sono in molti a ritenere che si tratti proprio di La vendetta di Salazar.

Iger ha fatto sapere che gli hacker hanno chiesto una «enorme somma di denaro in Bitcoin» per non rovinare il debutto del film, e causare in tal modo un grave danno economico alla Disney.

Sondaggio
Quale è il motivo principale della tua scelta di cambiare fornitore di ADSL o di fibra ottica?
Maggiore velocità
Tariffe più convenienti
Tv in aggiunta
Telefonia mobile in aggiunta
Altro

Mostra i risultati (671 voti)
Leggi i commenti (1)

Il gigante dell'intrattenimento non ha alcuna intenzione di pagare, e sta anzi collaborando con l'FBI per arrivare a scoprire gli autori del ricatto, nella speranza di riuscire a intervenire prima che la copia trafugata venga diffusa.

Il precedente di Netflix non lascia ben sperare: i primi dieci episodi dell'ultima stagione di Orange is the new Black sottratti dagli hacker sono finiti in Rete e sono tuttora molto popolari.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Disney: No, nessuno ha piratato i Pirati dei Caraibi
Ricatto a Netflix

Commenti all'articolo (3)

Anche a me... Leggi tutto
30-5-2017 19:24

Lo scarico, lo guardo, se mi piace vado al cinema a vederlo in 3D
16-5-2017 23:35

{utente anonimo}
Mi puzza di mossa pubblicitaria.
16-5-2017 12:48

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la politica della tua azienda nei confronti dei dispositivi mobili dei dipendenti? Bring Your Own Device oppure Corporate Owned, Personally Enabled?
BYOD
COPE
Non c'è una policy dominante, dipende dagli utenti
Non lo so
Non lavoro in un'azienda

Mostra i risultati (702 voti)
Ottobre 2017
Ceo di GitHub: i programmatori sono condannati all'estinzione
Il ransomware per Android che blocca lo smartphone due volte
Il falso Adblock che ha ingannato decine di migliaia di utenti
Windows Media Player sparisce da Windows 10
Disqus violato, rubati i dati di 17,5 milioni di utenti
Il caso dell'iPhone 8 che si gonfia mentre è in carica
Gli auricolari di Google che traducono le conversazioni in tempo reale
La falla in Windows Defender che a Microsoft non interessa
Con un salto quantico, Firefox diventa più veloce di Chrome
Settembre 2017
Internet Explorer spiffera quel che digitiamo nella barra
Windows, gli ultimi aggiornamenti bloccano gli account utente
Violazione di CCleaner, guai più gravi del previsto
Il primo smartphone con Linux davvero libero
Falla nel Bluetooth, vulnerabili 5 miliardi di dispositivi
Se il robot sessuale diventa un terminator
Tutti gli Arretrati


web metrics