Cosa devono fare gli utenti al più presto



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-07-2017]

petya eng 16

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Kaspersky: il ramsonware russo non è Petya

La nuova variante della famiglia ransomware Petya sta causando gravi problemi a numerose aziende in tutta Europa. Petya è stato scoperto nel 2016 ed è un tipo di ransomware che cripta la Master File Tree (MFT) e riscrive il Master Boot Record (MBR), impedendo alle vittime di utilizzare il proprio computer e chiedendo loro un riscatto per potere nuovamente accedere ai propri dati.

Questa nuova variante è particolarmente efficace perché sfrutta una serie di tecniche mirate alla diffusione automatica del ransomware all'interno della rete aziendale nel momento in cui il primo computer viene infettato.

Cosa devono fare gli utenti al più presto? Condividiamo i consigli di Sophos:

1) Assicurarsi che i propri sistemi abbiano installato le ultime patch, inclusa la patch di Microsoft MS17-010.

2) Valutare di bloccare Microsoft PsExec, rendendolo non eseguibile sui computer degli utenti. Una versione di questo strumento Microsoft è infatti sfruttata da Petya per diffondersi automaticamente.

Sondaggio
Cosa ne pensi del ritocco digitale dei film classici (non solo di fantascienza)?
E' un falso storico; i film vanno visti come furono girati.
E' necessario, per evitare che certi film vengano dimenticati.
Va bene, basta che sia indicato chiaramente.
Non me ne può fregar di meno.

Mostra i risultati (3131 voti)
Leggi i commenti (3)

3) Effettuare il backup regolarmente e tenere sempre una copia del backup, più recente possibile, off-site. Ci sono una dozzina di modi in cui i file possono essere irrimediabilmente corrotti, oltre naturalmente ad un attacco ransomware. Un'eliminazione accidentale, un furto, un danneggiamento dell'hardware dovuto ad agli urti. È necessario inoltre criptare il proprio backup per evitare che possa essere rubato.

4) Evitare di aprire allegati da destinatari sconosciuti, anche se lavorate spesso con allegati di email.

Qui di seguito invece i consigli di Kaspersky per gli utenti corporate:

1) Assicurarsi che tutti i meccanismi di protezione siano attivi e che le componenti KSN e System Watcher (che sono attive di default) non siano state disabilitate.

2) Come misura aggiuntiva, usando l’Application Startup Control incluso in Kaspersky Endpoint Security è possibile evitare l’esecuzione del file chiamato perfc.dat e bloccare l’esecuzione dell’utility PSExec (parte della Sysinternals Suite).

3) Configurare e abilitare la modalità di Default Deny dell’Application Startup Control per garantire e migliorare la difesa proattiva da questo e altri attacchi.

Trend Micro invece consiglia agli utenti e alle organizzazioni di eseguire i seguenti passaggi per prevenire ed evitare l'infezione:

1) Applicare la patch di sicurezza MS17-010.

2) Disabilitare il TCP port 445.

3) Limitare gli account con l'accesso al gruppo di amministratori.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Una startup italiana per proteggere distinguendo i tracker buoni da quelli cattivi

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

{ice}
a parte che, se Petya si limita a criptare la MasterFileTable è possibile recuperare quasi tutto il contenuto dell'hard disk con software tipo OnTrack Per cui da questo puto di vista è meno pericoloso di un software che sovrascrive i file con la loro versione criptata. Detto questo a meno di ulteriori exploit, psexec per funzionare da... Leggi tutto
12-7-2017 07:49

Va a pensiero, il molti di mestiere e non, dicono: "se funziona non lo toccare" e disabilitano gli aggiornamenti completamente, dalla paura che un aggiornamento "rompa" qualcosa. Poi magari capitano questi virus che sfruttano falle già tappate da tempo e piangono magari dando la colpa ad altro, internet cattiva,... Leggi tutto
7-7-2017 17:38

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sul tuo Pc (o notebook) c'è installato un hard disk oppure un disco a stato solido?
Entrambi
SSD: è più veloce di un hard disk, si guasta meno, consuma poco.
Disco fisso: è più affidabile, più economico e più capiente di una memoria flash.
Disco fisso sul Pc, SSD sul notebook.
Non so cosa ci sia installato: sono un utente, non un meccanico.

Mostra i risultati (2445 voti)
Settembre 2020
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tim e Wind Tre, crescono le tariffe
Il chip nel cervello di Elon Musk
Tutti gli Arretrati


web metrics