Il giorno di Android Oreo

Debutta stasera l'ottava versione del sistema di Google.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-08-2017]

android oreo 21 agosto

Quanti aspettano le nuove versioni di Android con la stessa emozione di un bambino che sogna l'arrivo di Babbo Natale possono rilassarsi: l'attesa è finita.

Oggi Google rivela Android O, ottava versione del sistema operativo del robottino verde, il cui nome in codice è Oreo.

Continua così la tradizione di assegnare alle varie edizioni di Android nomi di dolci, nonostante Google stessa durante la fase beta avesse seminato qualche falso indizio lasciando intendere che volesse scegliere Octopus come nickname di Android 8.

La presentazione ufficiale avverrà alle 20.40 di questa sera, in coincidenza con l'eclissi di sole che sarà visibile dai soli Stati Uniti.

Il legame con l'evento astronomico è stato sfruttato per l'ultimissimo teaser pubblicato sul sito ufficiale di Android.

Al di là dei particolari curiosi o interessanti, ciò che preme agli utenti è l'introduzione di nuove funzioni o il miglioramento di quelle esistenti, di cui abbiamo potuto avere un'anteprima già a marzo.

La prima e più evidente caratteristica di Android O è il rinnovato pannello delle notifiche, che introduce i Notification Channels per organizzare le notifiche stesse per categorie e app.

Grossi cambiamenti ci sono anche sul fronte della gestione delle finestre: debutta la funzione picture in picture che permette di avere a schermo più finestre contemporaneamente sia su smartphone che su tablet.

Sondaggio
Di quale generazione fai parte?
Generazione silenziosa: i nati tra gli anni '20 e gli anni '40 del XX secolo
Baby boomers: i nati tra gli anni '40 e l'inizio degli anni '60 del XX secolo
Generazione X: i nati tra gli anni '60 e l'inizio degli anni '80 del XX secolo
Generazione Y (o Millennials): i nati tra gli anni '80 del XX secolo e il 2000
Generazione Z: i nati dal 2000
Generazione Alpha (o Screenagers): i nati dal 2010

Mostra i risultati (962 voti)
Leggi i commenti (4)

Inoltre con Android O spuntano un'inedita modalità di sovrapposizione e il supporto alle funzionalità multi-display, per poter eseguire attività su schermi esterni.

Sempre per quanto riguarda l'aspetto, ricordiamo che con Android 8 si possono usare le icone adattive, che possono assumere forme diverse a seconda dell'interfaccia.

Non possiamo non citare i miglioramenti apportati alla gestione dell'energia, con l'introduzione dei limiti automatici posti alle attività che si possono svolgere in background, in modo da salvaguardare la durata della batteria.

Android O sarà subito disponibile per gli smartphone Google Pixel e Google Nexus, e successivamente i vari produttori lo distribuiranno sui modelli più recenti della propria gamma.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) sotto o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Arriva Nokia 8, tutto in alluminio e con doppia fotocamera
Android Go, dedicato ai dispositivi low cost
Android O ha un fratello più snello
Tutte le novità di Android O

Commenti all'articolo (2)

{ing travers}
"Quanti aspettano le nuove versioni di Android con la stessa emozione di un bambino che sogna l'arrivo di Babbo Natale". Purtroppo abbiamo capito che sono una maggioranza. Altro che Big Brother, questo è un mondo ideale per il mago Zurlì. Un mondo di bambocci nel corpo di adulti.
31-8-2017 22:00

Sono proprio curioso di vedere quanto ci vorrà ad averlo sul mio Nexus...
24-8-2017 10:45

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News (P.Iva 06584100967). Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi la funzione di salvataggio delle password nel browser?
Sì, è molto utile
Sì, ma ora non lo farò più perché non è sicuro.
Sì, ma solo per password di poco conto.
No, per sicurezza non ho mai memorizzato alcuna password nel browser.
No, perché? Le password si possono salvare?

Mostra i risultati (5173 voti)
Settembre 2017
Il primo smartphone con Linux davvero libero
Falla nel Bluetooth, vulnerabili 5 miliardi di dispositivi
Se il robot sessuale diventa un terminator
I consigli di Linus Torvalds per gli hacker
L'appuntamento online più imbarazzante della storia?
Bug in Android Oreo consuma tutto il traffico dati
Addio torrent, i pirati ora sono su Google Drive
YouTube Mp3 si arrende alle major
iPhone 8, Apple fissa la data di lancio
Agosto 2017
Il BlackBerry che soppianterà iPhone e Galaxy
40 anni di ''segnale Wow''
Antibufala: Barcellona, venditori ambulanti preavvisati dell’attentato!
Il ''cop button'' di iOS 11 dà manforte ai criminali
Motorola brevetta lo schermo che si ripara da solo
Accesso a reti Wi-Fi
Tutti gli Arretrati


web metrics