Accordo Sky-Mediaset: finisce l'avventura italiana di Vivendi

La partnership pone fine ai sogni di gloria dei francesi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-04-2018]

sky mediaset vivendi

Non c'è solo la vicenda Tim - in cui il fondo Elliott vuole cambiare la pattuglia dei francesi nel Cda per sostituirla con uomini da sempre vicini a Berlusconi (Conti, Gubitosi, Sabelli) - a fra crollare miseramente i sogni di gloria di Vivendi in terra italiana. Ora arriva anche l'accordo Sky-Mediaset. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Con quale di queste affermazioni concordi maggiormente?
Il Governo sta facendo troppo poco per portare la banda larga anche nelle zone più remote.
Il Governo riuscirà a migliorare la diffusione della banda larga.
Il Governo vorrebbe fare di più per la diffusione della banda larga, ma mancano le risorse.
Il Governo non sta facendo abbastanza per reperire risorse per la banda larga.
Al Governo non frega nulla della banda larga a meno che qualche lobby o qualche gruppo finanziario o industriale gliela chieda; a quel punto troverà il modo di mettere una nuova tassa ai pensionati o ai lavoratori dipendenti per reperire i fondi.

Mostra i risultati (3295 voti)
Leggi i commenti (9)
Se pensiamo che l'alleanza tra Mediaset e Vivendi era nata proprio in funzione anti-Sky (che Berlusconi considerava il suo primo avversario) ora il quadro cambia completamente.

Mediaset da preda diventa il cacciatore e Vivendi ormai deve solo trovare una via di uscita dall'Italia che riduca i danni: per riprendere il sopravvento dovrebbe infatti lanciare un'Opa su Tim, un'operazione dal costo diabolico di più di 30 miliardi di euro, assolutamente proibitiva.

Con l'ingresso di Elliott anche Tim, come la conosciamo oggi, termina la sua storia. Nasceranno due aziende: quella ricca sarà quella che si occuperà di gestire la rete e in cui, come vuole il Movimento 5 Stelle ma anche Pd e centrodestra, potrebbe entrare la Cassa Depositi e Prestiti con una quota di maggioranza.

Ciò riporterebbe lo Stato all'interno della partita sulle telecomunicazioni, con minore spesa rispetto all'investimento in Open Fiber.

Così i fondi - Elliott e gli altri - godrebbero dello scorporo della rete mentre per la rimanente divisione commerciale con i suoi 30.000 dipendenti potrebbero esserci nuovi investitori con fusioni e progetti ancora tutti da definire.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Tim nel caos per il braccio di ferro tra Vivendi e Elliott
Vivendi-Tim, la sconfitta di ogni regola
Agcom a Vivendi: 12 mesi per scegliere o Tim o Mediaset
Domande sull'italianità di Tim e Mediaset
Il governo si prepara a entrare in Telecom Italia
Tim stretta fra Vivendi e l'ammutinamento dei dipendenti

Commenti all'articolo (3)

Personalmente ci riesco abbastanza bene ma ritengo che la maggior parte degli italiani nemmeno ci provi...
8-4-2018 17:56

scusate, ma non riuscite a vivere senza la tv ? il calcio ? ecc.
8-4-2018 17:39

Possibile che ogni mossa su Telecom da 20 anni a questa parte si risolva con guadagni per gli investitori privati e costi sulle spalle dei contribuenti italiani nonché sofferenze per chi in Telecom ci lavora? :twisted:
7-4-2018 15:31

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I cartelli di avviso inducono gli automobilisti a manovre di emergenza, frenando di colpo per poi accelerare nuovamente una volta passato l'autovelox. È allo studio un progetto di rimuovere tutte le segnalazioni anche da app e navigatori: sei d'accordo?
Sì, le strade saranno più sicure
No, servirà solo ad aumentare le multe

Mostra i risultati (2126 voti)
Gennaio 2020
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Tutti gli Arretrati


web metrics