Chrome 69, nuova interfaccia e un altro chiodo sulla bara di Adobe Flash

Migliorano anche la sicurezza e l'integrazione con Windows 10.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-08-2018]

chrome69

Il 4 settembre Google rilascerà Chrome 69, una versione importante per via dei cambiamenti, anche estetici, che introduce.

La prima novità che gli utenti di tutti i sistemi operativi supportati vedranno dopo l'aggiornamento sarà infatti l'adozione di una nuova interfaccia costruita secondo i principi del Material Design, già presente - ma nascosta, e attivabile agendo sulle impostazioni - in Chrome 68.

Non si tratterà di un vero e proprio stravolgimento nell'aspetto del browser più usato (almeno stando ai dati di Statcounter), ma di un adeguamento a quelle che sono oggi le tendenze nella progettazione di interfacce e di uno sforzo per garantire un'interazione più semplice e pulita tra l'utente e il web.

Altre novità importanti sono meno visibili. Per esempio debutterà l'integrazione con il Centro Notifiche di Windows 10 e - sempre per quanto riguarda la versione per Windows - arriverà anche la navigazione attraverso le gesture.

Per quanto riguarda la sicurezza, sarà integrata e attivata l'estensione Password Alert che impedirà ai siti di dubbia reputazione di accedere ai dati degli account salvati nel browser, e inoltre «il codice di terze parti verrà bloccato come impostazione predefinita». Il che dovebbe anche tradursi in un numero inferiori di crash del browser.

Sondaggio
In che modo installi nuove applicazioni sul computer?
Clicco su «Avanti-Avanti-Accetto-avanti...» quasi senza leggere
Leggo attentamente tutti le avvertenze e modifico le impostazioni se necessario
Di solito non installo applicazioni per conto mio

Mostra i risultati (1339 voti)
Leggi i commenti (15)

Ultimo ma significativo dettaglio è l'aggiunta di un nuovo chiodo sulla bara di Adobe Flash.

Google è in azione da tempo nel trasformare Flash soltanto in un (brutto) ricordo, e con Chrome 69 continua a muoversi in questa direzione: da settembre chi vorrà visualizzare i rimanenti contenuti Flash nel web dovrà manualmente attivare il supporto alla tecnologia di Adobe ad ogni avvio di Chrome, perché a ogni chiusura del browser essa sarà disattivata.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Mozilla annuncia la rimozione di Adobe Flash da Firefox
Chrome 69 obbliga gli utenti a fare login nell'account Google
Google dichiara guerra agli Url: ''Inadatti a veicolare l'identità dei siti'
Chrome festeggia 10 anni con l'interfaccia rivista e un gestore password tutto nuovo
Come attivare la nuova interfaccia Material Design nascosta in Chrome 68
Adobe annuncia la morte di Flash
Chrome dà il benservito a Flash
Da oggi Chrome e Amazon bloccano Flash negli spot

Commenti all'articolo (3)

Meglio tardi che mai... :wink: p.s. oramai Chorme l'ho felicemente abbandonato da tempo per sostituirlo con Vivaldi.
26-8-2018 10:59

io sono un'altro di quelli che usa le gestures sulle altre applicazioni e si chiede perché non funzionano :roll: :roll:
24-8-2018 10:47

Opera (quello vero, cioè fino alla versione 12 e qualcosa) aveva le mouse gestures già dalla vers. 5, e parliamo dell'anno 2000 o giù di lì :shock: Anche Vivaldi ha le mouse gestures dalla versione 1.0... Ps A chi non le conosce invito a provarle; dopo un breve periodo per impararle si diventa "dipendenti" e ci si chiede... Leggi tutto
24-8-2018 10:41

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è tra questi il motivo più importante per connetterti e utilizzare una rete Wi-Fi pubblica?
Per poter usare Google Maps o altri servizi di Gps.
Nel caso in cui qualcuno debba mettersi in contatto urgentemente con me.
Per non consumare il mio piano dati.
Per poter utilizzare un social network come Facebook, Instagram, Snapchat o altri.
Per rimanere in contatto con i miei contatti di lavoro (il capo, i clienti, i colleghi ecc.).
Per utilizzare i servizi di streaming come Netflix, Google Music e simili.
Per consultare il mio conto corrente online / carte di credito / informazioni finanziarie.
Per rimanere in contatto con i miei figli / parenti.
Per usare o aggiornare le mie app di dating online.

Mostra i risultati (1204 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Tutti gli Arretrati


web metrics