PayPal lancia il Donation Button per aiutare Unicef, Dynamo Camp e Telethon

L'iniziativa prosegue fino al 31 dicembre.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-11-2018]

giving tuesday

Dopo essersi calpestati a vicenda senza ritegno nei giorni del Black Friday e del Cyber Monday, a partire dal 2012 gli americani - per tramite della ONG 92Y Street - hanno iniziato a cercare di placare le proprie coscienze inventando il Giving Tuesday.

Posto nel giorno seguente al Cyber Monday (dunque, quest'anno, al 27 novembre), il Giving Tuesday si presenta come «giornata mondiale dedicata al dono» ed è arrivato anche in Italia nel 2017.

In questa giornata, i principali beneficiari di questa campagna di donazione solitamente sono le cause relative all'aiuto umanitario, il benessere degli animali e le cause legate alla fede e alla religione.

Quest'anno anche PayPal Italia ha deciso di partecipare all'iniziativa lanciando il Donation Button che, fino al 31 dicembre, permette di sostenere i progetti di tre delle principali ONG attive sul territorio nazionale che hanno anche una presenza a livello mondiale, ossia Unicef, Dynamo Camp e Telethon.

Per ogni donazione fatta a queste tre associazioni, PayPal contribuirà con un ulteriore 5% che andrà a sostenere sempre di più i progetti proposti dalle differenti ONG.

Sondaggio
Stai per entrare in un sito di home banking (ad esempio, Money Bank). Quale tra questi indirizzi Internet ti sembra sicuro?
http://MoneyBank.com
https://MoneyBank.com
https://MoneyBamk.com
https://MoneyBank.xyz.com
Non uso siti di home banking

Mostra i risultati (2987 voti)
Leggi i commenti (17)

Nel 2017, PayPal ha raccolto più di un miliardo di dollari, record ottenuto grazie alle donazioni da parte di utenti provenienti da oltre 180 paesi, a cui si aggiungono i fondi ricevuti durante tutto l'anno dagli utenti PayPal a livello globale, che ha permesso alla società di raccogliere più di 8,5 miliardi di dollari per beneficenza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

{paypover}
Evito accuratamente di dare i miei soldi a queste organizzazioni, perché quello che viene effettivamente usato per lo scopo descritto è una percentuale minima dell'importo donato. Il resto lo inghiotte l'enorme macchina burocratica che mantiene in piedi questi mostri, le spese fisse per uffici e veicoli e relativo... Leggi tutto
29-11-2018 16:34

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi di questi 10 non ha meritato il premio Nobel per la Pace?
Elihu Root, segretario di Stato USA, vincitore nel 1912, indagato per la repressione degli indipendentisti filippini.
Aristide Briand, politico francese, vincitore nel 1926, nonostante molti sostengano che gli accordi da lui voluti abbiano portato la Germania a tentare la successiva espansione verso est.
Frank Kellogg, vincitore nel 1929: la sua idea per evitare le guerre fu sconfessata di lì a breve dalla politica tedesca.
Carl von Ossietzky, giornalista tedesco, vincitore nel 1935 per aver rivelato la politica tedesca di riarmo in violazione dei trattati. Meritava il premio, ma la tempistica fu pessima: venne deportato in un campo di concentramento.
Nessuno: nel 1948 il premio non venne assegnato. Sarebbe potuto andare a Mohandas Ghandi, ma era stato assassinato e il Comitato non permise che il premio fosse assegnato alla memoria.
Henry Kissinger e Le Duc Tho, vincitori nel 1973 per aver negoziato il ritiro delle truppe USA dal Vietnam. Il primo però approvò il bombardamento contro la Cambogia; il secondo rifiutò il premio.
Yasser Arafat, Shimon Peres e Yitzakh Rabin, vincitori nel 1994, sebbene gli accordi di Oslo abbiano avuto effetti molto brevi.
Kofi Annan e le Nazioni Unite, vincitori nel 2001, investigato nel 2004 per il coinvolgimento del figlio in un caso di pagamenti illegali nel programma Oil for Food.
Wangari Muta Maathai, vincitrice nel 2004, convinta che il virus HIV sia stato creato in laboratorio e sfuggito per errore.
Barack Obama, vincitore nel 2009, appena eletto presidente degli USA.

Mostra i risultati (1706 voti)
Aprile 2019
Galaxy Fold, lo schermo pieghevole si rompe quasi subito
È possibile rilevare telecamere nascoste in una camera d'albergo?
La falla in IE che vi ruba i dati anche se non lo usate
Windows, gli aggiornamenti di aprile bloccano i PC con Avast e Sophos
Arrestato Assange, il commento di Paolo Attivissimo
Assange arrestato: ecco cosa rischia
Windows XP, anche l'ultima versione supportata getta la spugna
Nessuno usa la rimozione sicura USB: cambia la policy di Windows
La VPN per chi non sa che cosa sia una VPN
Facebook, i dati di mezzo miliardo di utenti accessibili pubblicamente
Anche Nokia ha il suo smartphone col buco
Asus, utenti attaccati tramite aggiornamenti di sistema
Marzo 2019
L'estensione che ripristina i risultati censurati da Google
UE, approvata la riforma del diritto d'autore, compresi gli articoli 11 e 13
Tecnico IT licenziato si vendica cancellando 23 server
Tutti gli Arretrati


web metrics