Alexa, voci captate in casa e inviate a uno sconosciuto



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-12-2018]

amazon

Amazon Echo, l'assistente vocale che risponde al nome di Alexa, è sostanzialmente un microfono sempre aperto e connesso a Internet. Forse è il caso di pensarci prima di comperarlo. Perché a volte quello che viene detto in casa viene captato e trasmesso a uno sconosciuto.

È successo a un cittadino tedesco, che ha chiesto ad Amazon di ricevere i dati riguardanti la sua attività presso questo negozio online e ha ricevuto 1700 registrazioni audio di comandi impartiti ad Alexa. Un risultato sorprendente, visto che non possiede un Echo.

Amazon gli aveva infatti inviato le registrazioni di qualcun altro. Il cittadino ha avvisato Amazon, che non gli ha risposto, però ha reso inattivo il link dal quale erano scaricabili le registrazioni.

I giornalisti di Heise.de le hanno ascoltate e sono stati in grado di "ricostruire un quadro dettagliato del cliente in questione e delle sue abitudini personali. Era ovvio che il ‘Cliente X' usava Alexa in più di un posto. Aveva almeno un Echo in casa e ha un dispositivo Fire, comandato a voce, collegato alla sua TV. Anche una voce femminile si rivolgeva ad Alexa, e quindi c'era evidentemente una donna almeno per parte del tempo."

Prosegue Heise: "Alexa era chiaramente in grado di sentire il nostro ‘soggetto' nella doccia e i comandi dati a termostati e simili ci hanno mostrato che usa Alexa per comandare vari apparecchi smart di casa. Usa Alexa a casa, sul suo smartphone, e quando è in giro [...] siamo stati in grado di esplorare la vita privata di uno sconosciuto senza che lui lo sapesse [...] gli allarmi, i comandi Spotify, le richieste di informazioni sui trasporti pubblici incluse nei dati hanno rivelato molto sulle abitudini personali, il lavoro e i gusti musicali delle vittime. Usando questi file, è stato piuttosto facile identificare la persona e la sua compagna."

Sondaggio
Quale di questi consigli daresti per primo a tuo figlio?
Comunica solo con persone che conosci.
Non condividere messaggi o immagini offensive.
Scegli un nome utente appropriato.
Non condividere informazioni personali.
Seleziona le foto con attenzione.
Ricorda che tutto ciò che condividi è permanente.
Segnala tutto ciò che ti mette a disagio.
Il mio consiglio è un altro: lo esprimo utilizzando i commenti nel forum qui sotto.

Mostra i risultati (1659 voti)
Leggi i commenti (31)

Vi lascio leggere il resto della storia presso Heise.de. È molto interessante il modo in cui Amazon ha minimizzato e ha gestito il problema, prendendosi il merito di averlo scoperto, dicendo che si è trattato di "errore umano" ed evitando di contattare la persona di cui aveva inviato ad altri le registrazioni fino al momento in cui ne ha parlato Heise.de.

Se avete Alexa e volete riesaminare quello che ha registrato, potete visitare amazon.de/alexaprivacy (o il link equivalente del vostro account Amazon).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
L'assistente Amazon registrerà ogni conversazione, anche senza pronunciare 'Alexa'
Amazon, migliaia di dipendenti ascoltano le registrazioni di Alexa

Commenti all'articolo (4)

Oramai temo sia proprio così... :roll: Leggi tutto
28-12-2018 14:21

Si rischia così l'"effetto suocera", ovvero l'assistente vocale che ci mette la bocca in pieno litigio. Goebbels e il regime comunista cinese rosicano di fronte a tale elegantissima soluzione: l'utonto che PAGA per essere spiato nella sua intimità! E se ne vanta con gli amici: guardate quante cosa sa di me l'Alexa! E senza... Leggi tutto
27-12-2018 19:29

Si rischia così l'"effetto suocera", ovvero l'assistente vocale che ci mette la bocca in pieno litigio. Goebbels e il regime comunista cinese rosicano di fronte a tale elegantissima soluzione: l'utonto che PAGA per essere spiato nella sua intimità! E se ne vanta con gli amici: guardate quante cosa sa di me l'Alexa! E senza... Leggi tutto
27-12-2018 19:28

{latulip}
Purtroppo questo articolo, come quasi sempre accade per i media specializzati, non arriverà mai agli occhi di chi ha veramente bisogno di leggerlo. E' una cosa paradossale, a ben pensarci, ed è la materializzazione pratica di una legge universale: piove sempre sul bagnato. Speriamo che con il tempo le persone bagnate... Leggi tutto
26-12-2018 22:02

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3430 voti)
Settembre 2019
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
Tutti gli Arretrati


web metrics