Firefox 66 zittisce l'autoplay dei filmati nei siti



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-03-2019]

firefox audio

Mozilla ha rilasciato la versione 66 di Firefox Quantum, in cui spiccano non tanto le novità quanto i lavori di ottimizzazione svolti dietro le quinte.

La funzionalità nuova più importante è la capacità di Firefox di bloccare la riproduzione automatica dell'audio da parte dei siti web, come Google Chrome fa già da qualche tempo.

Nel menu Preferenze - Privacy e sicurezza ora c'è infatti la voce Impedisci ai siti web di riprodurre automaticamente audio: attivandola, ogni sito che tenta di riprodurre dell'audio viene immediatamente zittito, ma si possono anche indicare delle eccezioni.

Si può anche decidere se consentire o meno la riproduzione dell'audio per ogni singolo sito, cliccando sull'icona Informazioni su nella barra degli indirizzi: una nuova voce permette di decidere come il sito visitato si debba comportare.

Mozilla precisa però che quest'ultima possibilità non è ancora disponibile per tutti gli utenti, ma verrà estesa gradualmente.

Firefox Quantum 66 presenta poi una nuova opzione Cerca scheda per effettuare una ricerca tra le schede (utile quando le schede aperte sono molte e diventa difficile individuare quella che serve), cui si accede tramite il pulsante a forma di V posto in alto a destra e visibile quando il numero delle schede va oltre la capacità di visualizzazione dello schermo.

Un cambiamento che non è visibile è la decisione di spostare le impostazioni delle estensioni in un unico database (finora ciascuna le salvava in un proprio file JSON), operazione che dovrebbe velocizzare un po' la navigazione; sempre per quanto riguarda le estensioni, ora è possibile assegnare una scorciatoia a ciascuna di esse.

Sondaggio
Hai mai acceduto a una rete Wi-Fi di qualcuno senza il suo permesso?
No, mai.
No, ma lo farei se ne avessi la possibilità.
Sì, ma era una rete Wi-Fi pubblica approntata appositamente.
Sì, ma era una rete Wi-Fi lasciata aperta e quindi ci potevo entrare anche senza le credenziali necessarie.
Sì, una rete Wi-Fi privata di cui ho hackerato la password (o di cui ho conosciuto la password).

Mostra i risultati (1887 voti)
Leggi i commenti (3)

Una funzione utile è poi l'introduzione di una nuova ancora che elimina il fastidioso scorrimento del contenuto delle pagine web quando nuovi spot o immagini vengono caricati.

Infine, per quanto riguarda le modifiche relative alle diverse piattaforme, in Firefox 66 per macOS debutta il supporto iniziale alla Touch Bar dei MacBook, mentre nella versione per Windows 10 è stato introdotto il supporto a Windows Hello.

Firefox Quantum 66 si può scaricare in versione per Windows, Linux e macOS dal sito ufficiale di Mozilla.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Debutta ufficialmente il file sharing monouso di Mozilla
Mozilla annuncia la rimozione di Adobe Flash da Firefox
Riaprono i Mozilla Labs con tutti i progetti sperimentali
L'estensione per Firefox e Chrome che risolve automaticamente i Captcha
VisBug, l'erede spirituale di Firebug con interfaccia ''punta e clicca''
Il bug in Firefox che manda in crash il browser (e spesso anche il sistema operativo)
Firefox bloccherà tutti gli script che tracciano gli utenti nel Web
Google Chrome dichiara guerra all'autoplay dei filmati

Commenti all'articolo (3)

Io sono più "estremista" (con il maestro che ho ... :D ). Io ho disabilitato anche la visualizzazione delle immagini che non provengono dal dominio su cui è hostata la pagina che sto visualizzando... :club: :lol:
23-3-2019 21:37

Francamente io non sento il bisogno di una funzionalità di questo tipo, l'audio lo tengo praticamente sempre disattivato e lo attivo solo alla bisogna...
23-3-2019 15:20

Si può fare da sempre. Bastava digitare nella barra degli indirizzi about:config e cambiare il valore della chiave
20-3-2019 11:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi di questi 10 non ha meritato il premio Nobel per la Pace?
Elihu Root, segretario di Stato USA, vincitore nel 1912, indagato per la repressione degli indipendentisti filippini.
Aristide Briand, politico francese, vincitore nel 1926, nonostante molti sostengano che gli accordi da lui voluti abbiano portato la Germania a tentare la successiva espansione verso est.
Frank Kellogg, vincitore nel 1929: la sua idea per evitare le guerre fu sconfessata di lì a breve dalla politica tedesca.
Carl von Ossietzky, giornalista tedesco, vincitore nel 1935 per aver rivelato la politica tedesca di riarmo in violazione dei trattati. Meritava il premio, ma la tempistica fu pessima: venne deportato in un campo di concentramento.
Nessuno: nel 1948 il premio non venne assegnato. Sarebbe potuto andare a Mohandas Ghandi, ma era stato assassinato e il Comitato non permise che il premio fosse assegnato alla memoria.
Henry Kissinger e Le Duc Tho, vincitori nel 1973 per aver negoziato il ritiro delle truppe USA dal Vietnam. Il primo però approvò il bombardamento contro la Cambogia; il secondo rifiutò il premio.
Yasser Arafat, Shimon Peres e Yitzakh Rabin, vincitori nel 1994, sebbene gli accordi di Oslo abbiano avuto effetti molto brevi.
Kofi Annan e le Nazioni Unite, vincitori nel 2001, investigato nel 2004 per il coinvolgimento del figlio in un caso di pagamenti illegali nel programma Oil for Food.
Wangari Muta Maathai, vincitrice nel 2004, convinta che il virus HIV sia stato creato in laboratorio e sfuggito per errore.
Barack Obama, vincitore nel 2009, appena eletto presidente degli USA.

Mostra i risultati (1828 voti)
Maggio 2020
Immuni, rilasciati i sorgenti
Da Samsung lo smartphone da usare in guerra
Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''
Da OnePlus lo smartphone che vede attraverso gli oggetti (e i vestiti)
Windows 10, inizia l'abbandono dei 32 bit
Facebook, arriva la nuova interfaccia. Senza possibilità di fuga
UE, giro di vite sui cookie
L'app che snellisce Windows 10
Windows 10, l'aggiornamento di maggio uscirà con un bug
WhatsApp, finalmente arriva il supporto a più dispositivi
Aprile 2020
Windows 10 diventa più scattante con il May 2020 Update
Rubare i dati da un Pc sfruttando le vibrazioni delle ventole
Il software per impersonare gli altri su Zoom e Skype
Pirateria, la soluzione è sospendere Telegram
Pubblicano vecchie foto delle vacanze: denunciati e multati
Tutti gli Arretrati


web metrics