La casa ispirata dai cartoni animati che cresce come un albero



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-07-2019]

Bert by Precht 02

In risposta alle case tradizionali di cemento e acciaio, ma anche a quelle in legno così diffuse in Nord America e che tuttavia seguono per lo più precise linee geometriche, lo studio austriaco di architetti Precht ha ideato Bert, la casa che cresce come un albero.

Dagli alberi viene infatti l'ispirazione: l'edificio si sviluppa in verticale attorno a un tronco cilindrico, e sui diversi piani si trovano le varie stanze, tutte dotate di grandi finestre circolari per potenziare al massimo l'immersione nella natura. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Quando acquisti un elettrodomestico per la casa, valuti soprattutto...
che il CONSUMO energetico non sia elevato.
che lo SPAZIO occupato non sia eccessivo.
che mi faccia risparmiare TEMPO.
che il COSTO di acquisto sia basso.

Mostra i risultati (2212 voti)
Leggi i commenti
Un'altra fonte di ispirazione è l'arte ma, come spiegano gli architetti, «non Michelangelo o Dalì. Invece, ci siamo rivolti ai personaggi dei cartoni animati, come Sesame Street o i Minions. Abbiamo adottato un approccio giocoso verso questo progetto per creare, piuttosto che un edificio tradizionale, un personaggio unico. Un personaggio dall'aspetto bizzarro che diventa parte della natura della foresta. Credo che questa bizzarria sia in grado di creare sentimenti ed emozioni. E forse sono proprio queste qualità che mancano all'architettura di oggi».

Bert è anche una casa modulare. La versione base comprende quattro piani: al primo ci sono l'entrata e il soggiorno; al secondo una camera da letto e una sala; al terzo una cucina con sala da pranzo e una seconda camera da letto; un bagno al quarto piano.

La modularità della costruzione consente però che nel tempo l'abitazione possa essere adattata alle nuove esigenze: ulteriori moduli prefabbricati possono essere aggiunti in un secondo tempo, facendo a tutti gli effetti "crescere" l'edificio come gli alberi della foresta che rappresentano - nella visione degli architetti - i "vicini" ideali.

Bert arriverà sul mercato all'inizio del prossimo anno. Il prezzo della versione basa è di 120.000 euro.

Bert by Precht 05b
Bert by Precht 08
Bert by Precht 10
Bert by Precht 13

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il laptop modulare facilissimo da riparare
Il lampadario per coltivare l'insalata in casa
Cinque consigli per ridurre i consumi energetici in casa e risparmiare
Bastano cinque ore per montare da zero una casa prefabbricata
La casa da 30.000 euro stampata 3D
Il robot capace di costruire una casa di mattoni in due giorni

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Non sarebbe neppure brutta e la cucina al secondo piano, pur se non proprio centrata, si può anche sopportare, ma il bagno al quarto piano proprio nun se pò vedè... :roll: Leggi tutto
27-7-2019 15:29

non lo credere un idiozia, basta andare in uno dei paesini fine 800/900, che fra divisioni ed altro puoi trovare veramente una o piu' unità familiari con 1 stanza a piano. tipo, seminterrato dove si affaccia in una strada cucina e bagno, piano terra, arriva un altra strada e li si trova il soggiorno, e i 2 piani superiori 2 stanze da... Leggi tutto
26-7-2019 20:06

Come ho avuto modo di notare in passato gli architetti antepongono l'estetica alla funzionalità/sicurezza/problemi_tecnici. Possibile che il bagno sia al quarto piano e la camera da letto al secondo? Oltre alla scomodità c'è anche il problema di fare arrivare l'acqua... E la cucina al terzo? Di solito è proprio in cucina dove occorre... Leggi tutto
24-7-2019 13:52

una casa unifamiliare su 4 piani è SEMPRE una idiozia
24-7-2019 11:08

i mobili bisogna farli su misura, o adattarli con piccole modifiche: non mi sembra un insormontabile problema
24-7-2019 09:58

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che cosa guardi o ascolti più spesso in streaming?
Video musicali
Televisioni online
Musica
Radio online
Film
Serie Tv
Eventi in diretta (partite, concerti ecc.)

Mostra i risultati (1354 voti)
Gennaio 2022
Iliad smentisce le voci di fusione e lancia la fibra
Iliad e Vodafone, fusione in vista
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 gennaio


web metrics