L'asta per decidere i motori del ballot screen di Android



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-08-2019]

google android asta ballot screen

La scorsa primavera, dopo essere stata multata per 5 miliardi di dollari, Google s'è piegata all'Unione Europea e ha introdotto, sugli smartphone Android usati nel Vecchio Continente, una schermata che permettesse agli utenti di scegliere il motore di ricerca predefinito.

La UE aveva infatti ravvisato nell'installazione di Chrome e nell'impostazione di Google come motore di ricerca un indebito vantaggio sui concorrenti, un po' come era capitato anni fa a Microsoft e al suo - al tempo ubiquo - Internet Explorer.

La questione pareva ormai chiusa, ma evidentemente Google non deve aver gradito troppo la mossa delle autorità di Bruxelles, perché per il prossimo anno ha annunciato delle novità che sembrano quasi voler prendere in giro la decisione della UE.

Un post sul blog ufficiale spiega che nel 2020 debutterà «un nuovo sistema per scegliere il motore di ricerca», all'apparenza una semplice revisione della schermata attuale.

Ciò che il post non dice chiaramente ma relega in un altro intervento pubblicato sul sito di Android è che, per essere inclusi nella nuova schermata, i motori di ricerca dovranno partecipare a un'asta.

«I motori di ricerca idonei dovranno compilare un modulo e potranno fare delle offerte per essere l'inclusione, che sarà gestita con un'asta» scrive Google.

È come se il gigante di Mountain View, vedendo i propri affari guastati dalla decisione dell'Unione Europea, si sia impegnato nei mesi scorsi per trovare un modo che non solo permettesse di trarre vantaggio (anche economico) dalla situazione, ma anche che lo facesse in una maniera che sottilmente mostrasse il proprio disprezzo per l'obbligo imposto: includerà gli altri motori e permetterà agli utenti di scegliere quello preferito, come richiesto da Bruxelles, ma si farà pagare per questo.

Sondaggio
Utilizzi i motori di ricerca soprattutto per approfondire quello che hai...
... letto sui social network
... sentito alla radio
... ricevuto sul cellulare (Sms/Mms)
... letto su giornali o riviste
... visto in Tv
... visto per strada
... passaparola

Mostra i risultati (1019 voti)
Leggi i commenti (6)

Le aste saranno condotte Stato per Stato per tutto il 2020 e per ognuna ci sarà un'offerta minima da raggiungere per poter vincere. Poi, «dopo la tornata iniziale di aste, ogni tornata successiva avrà luogo una volta l'anno».

A vincere saranno i tre migliori offerenti, che si guadagneranno il privilegio di entrare a far parte dello schermo di scelta in un ordine assolutamente casuale, insieme a Google stesso.

Non solo, insomma, Google trarrò profitto dal ballot screen: a farne le spese saranno i motori minori.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Android, un ballot screen per scegliere il browser predefinito
Arriva il "ballot screen" per gli utenti europei

Commenti all'articolo (5)

Meno leggi fa la #UE meglio è tanto fa solo quelle pro big corps. usa vedi GDPR nato affinché Fessbuk ad esempio risparmiasse in avvocati dovendo prima rispettare ergo conoscere normative diverse da stato a stato. Pecore che hanno bisogno di un ballot screen sono destinate all'estinzione gli altri già usano alternative. Leggi tutto
10-8-2019 15:37

L'età avevo dimenticato un pezzo :roll: In ordine di riservatezza startpage.com che in automatico filtra pure risultati sconvenienti per bambini ed è l'unico realmente privacy aware In ordine sparso bing.com (per cercare risultati oscurati da google) duckduckgo.com (problemi di privacy) ecosia,org qwant.com yandex.com yahoo.com... Leggi tutto
8-8-2019 22:21

{Andrea}
La decisione dell'UE intende che google debba dare la possibilità ad altri motori di ricerca di essere presenti, Google la possibilità la da, a modo suo, ma se nessuno si dovesse presentare all'asta allora potrà andare avanti ad offrire motore unico senza che l'UE possa dire nulla. A patto che... Leggi tutto
8-8-2019 19:55

Google è in recessione[/url] e il mercato inizia a farglielo pesare. Loro ci sperano ma se fossi uno sviluppatore gli alzerei il medio così niente ballot screen e si beccano un secondo multone da #EU :lol: Se a qualcuno può interessare si può trovare ciò che si vuole di browser [url=http://forum.zeusnews.com/link/665397]qui senza... Leggi tutto
8-8-2019 18:58

{Mizzone}
Spero si becchi un'altra multa.
8-8-2019 18:36

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I sacchetti biodegradabili sono più innovazione o più ecobufala?
Innovazione: faranno risparmiare petrolio e calare l'inquinamento.
Ecobufala: costano di più e per l'ambiente non cambia niente.

Mostra i risultati (3245 voti)
Settembre 2019
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
Tutti gli Arretrati


web metrics