Falle in IE e Defender, Microsoft rilascia patch d'emergenza



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-09-2019]

internet explorer falla

Internet Explorer dovrebbe essere ormai relegato nel museo dei browser scomparsi, ma in realtà - anche se nascosto - è tuttora presente su milioni di PC con Windows 10.

Così, quando proprio in Internet Explorer - versioni 9, 10 e 11 - viene scoperta una falla pericolosa, è necessario agire tempestivamente per evitare guai.

La falla è stata scoperta dall'esperto di sicurezza Clément Lecigne, che lavora per il Threat Analysis Group di Google, e a quanto Lecigne stesso racconta sta venendo attivamente sfruttata.

Microsoft, dal canto proprio, la classifica come una «vulnerabilità legata a una corruzione della memoria del motore di scripting» e le ha assegnato il codice CVE-2019-1367.

Ciò che per l'utente comune è importante, però, è che da Redmond è in distribuzione una patch d'emergenza rilasciata appositamente per chiudere questa falla

Se non la si installa e applica subito, il modo in cui «il motore di scripting tratta gli oggetti in memoria» può essere adoperato per «eseguire codice arbitrario nel contesto dell'utente corrente»: in altre parole, si possono ottenere i diritti dell'utente attivo ed eseguire o installare programmi. La situazione, quindi, è particolarmente grave se si usa un utente con diritti di amministratore, che può anche aggiungere o cancellare dati e account.

Sondaggio
Ogni quanto tempo il tuo Pc è affetto da malware?
Una o due volte l'anno.
Tre o più volte l'anno.
E' successo una volta e mai più.
Mai.

Mostra i risultati (2513 voti)
Leggi i commenti (34)

Contestualmente alla falla in Internet Explorer è stata scoperta anche una vulnerabilità in Windows Defender, il software di sicurezza presente in Windows 10, fortunatamente meno seria della precedente.

«Una vulnerabilità del tipo "negazione del servizio" si verifica quando Windows Defender gestisce i file in maniera impropria» spiega Microsoft. «Chi sfrutta la vulnerabilità può impedire a degli account legittimi di eseguire dei legittimi file binari di sistema».

Anche per questa falla è stata rilasciata una patch d'emergenza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Falla in Internet Explorer, la micropatch non è di Microsoft
La falla in IE che vi ruba i dati anche se non lo usate
Il nuovo Edge supporterà Internet Explorer nelle schede
Il nuovo Edge funziona anche con Windows 7, 8 e 8.1
La patch di Internet Explorer che impedisce l'avvio dei portatili Lenovo
Windows Defender fa piazza pulita della concorrenza

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Alcuni anni fa, L'Agenzia delle Entrate pubblicò sul web i redditi dei cittadini; poi, dopo l'intervento del Garante Privacy, li mise offline. Questi dati secondo te devono essere disponibili su Internet?
No
Non saprei

Mostra i risultati (5332 voti)
Gennaio 2020
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Tutti gli Arretrati


web metrics