Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza

Chi sorveglia i sorveglianti?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-12-2019]

mosca poliziotti vendita telecamere

Il problema è decisamente vecchio, dato che risale almeno a Giovenale e alla sua famosa domanda «Quis custodiet ipsos custodes?», «Chi sorveglierà i sorveglianti stessi?».

La nostra società si affida sempre più alla videosorveglianza: videocamere spuntano sempre più sovente sia nei luoghi pubblici che nelle case private e, se per queste ultime possiamo confidare che soltanto il proprietario sia in grado di accedere alle immagini (sebbene non sempre sia così), per le prima non si può fare a meno di domandarsi se chi è deputato a controllare le registrazioni sia davvero degno di fiducia.

I casi che minano alla base detta fiducia, dopotutto, non mancano. Il più recente è stato segnalato dal sito russo MBH Media, secondo il quale l'accesso alle 175.000 videocamere di sorveglianza della città di Mosca è tranquillamente in vendita nel dark web.

Tali telecamere fanno parte del sistema a circuito chiuso denominato Città sicura che, come dice il nome stesso, è stato realizzato con l'obiettivo di prevenire e reprimere il crimine. Invece pare che sia usato per aiutarlo.

La notizia sarebbe già grave se fosse tutta qui, ma c'è di più: a mettere in vendita l'accesso alle telecamere (e alle loro registrazioni) sarebbero gli stessi poliziotti, insieme ai membri dell'amministrazione cittadina.

Funziona così: una volta scovato il forum o la chat room giusta, si possono acquistare le credenziali di accesso al sito del gestore di tutto il sistema; esse sono valide per cinque giorni e capaci anche di garantire l'uso dei software di riconoscimento facciale integrati in circa 3.000 dei dispositivi di sorveglianza.

Il prezzo è praticamente un affare: appena 30.000 rubli, ossia circa 425 euro, in cambio dei quali è possibile non solo consultare le riprese dal vivo ma anche i filmati archiviati (conservati generalmente proprio per cinque giorni, 30 in caso di luoghi di particolare interesse dal punto di vista della sicurezza).

In questo modo è possibile, per esempio, seguire o ricostruire gli spostamenti di una persona nelle ultime 120 ore; non a caso, tra i maggiori clienti di questo commercio ci sono non solo i criminali, ma anche gli investigatori privati.

Sempre secondo il sito russo la compravendita di questo tipo di dati non è un'esclusiva del dark web: alcuni dei forum attivi in questo particolare settore sono indicizzati anche da Google, segno che il traffico avviene anche alla luce del giorno.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Datagate, gli agenti della NSA spiavano anche mogli e fidanzate
Il sito dei guardoni: 73mila telecamere private hackerate

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 16)

:rolling:
27-12-2019 11:14

@etabeta Eh l'arma finale del doktor Goebbles colpisce ancora... :wink:
26-12-2019 14:40

Ma siamo Uomini o ospiti di #FrancescoAmadori?? [img:33f78ac4d5]https://pclinux.eu/img/Francesco.jpeg[/img:33f78ac4d5] Piuttosto che difficile propendo però per il fatto che puntino, riuscendoci, a saturare i pochi neuroni della massa ancora attivi facendole vedere #Greta e così riescono a nascondere i bambini sfruttati dai... Leggi tutto
26-12-2019 13:03

@etabeta Considerata la continua opera di depistaggio, disinformazione e distrazione di massa operata negli ultimi 30/40 anni, combinata con un continuo lavaggio del cervello e con opere tese alla disincentivazione del senso critico e della capacità di ragionare, credo di sì. :roll: (IMHO)
26-12-2019 10:45

Ma non c'è niente da credere :( Mica siamo ai tempi di "quando c'era Lui" "Credere, obbedire, combattere". Basta accendere il cervello analizzare i fatti esposti, fare 1+1 ed arrivare ad una conclusione, ognuno con la propria testa. E' così difficile? :roll: Leggi tutto
25-12-2019 19:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali di questi dati ti spiacerebbe perdere di più?
Dati finanziari e di pagamento
Documenti relativi al lavoro
Email personali
Email di lavoro
Messaggi personali (SMS, Whatsapp ecc.)
Foto dei miei bambini
Foto dei viaggi
Foto private o particolari o sensibili di me stesso
Foto private o particolari o sensibili del mio partner
Altre foto (non sensibili)
Note e documenti personali
Password
Rubrica degli indirizzi o dei contatti telefonici
Scansioni di passaporti, patenti, assicurazioni e altri documenti personali

Mostra i risultati (1506 voti)
Febbraio 2020
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Tutti gli Arretrati


web metrics