Perché si fa incetta di carta igienica durante le crisi mondiali?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-04-2020]

cartaigienica

Sistematicamente, durante ogni evento drammatico di portata mondiale, dalle guerre ai terremoti alle pandemie, i media ci propongono scene di accaparramento nei supermercati. In tutto il mondo, in queste scene c'è un prodotto immancabile: la carta igienica. Perché?

Sono state presentate numerose teorie psicologiche per giustificare questo strano comportamento, dal bisogno di fare un gesto che dia una sensazione di controllo della situazione allo spirito imitativo, per cui vediamo qualcuno fare scorta di carta igienica e quindi tendiamo a fare altrettanto.

Ma ci sono anche alcune spiegazioni che hanno poco a che fare con la psicologia e molto con la creazione di miti e disinformazione.

Una teoria, proposta per esempio dalla ricercatrice di comportamenti dei consumatori Kit Yarrow su Ars Technica, è che la sparizione della carta igienica sia in realtà un fenomeno mediatico: riceviamo la maggior parte delle informazioni in forma visiva, e quindi un oggetto ingombrante e vistoso come un pacco di carta igienica spicca di più rispetto a una scatoletta di tonno, sia nel carrello della spesa pieno, sia come spazio vuoto sugli scaffali, e quindi finiscono per essere privilegiate le immagini di carta igienica. Il consumatore con il megapacco da trentadue rotoli sottobraccio è sicuramente più fotogenico di un cliente con otto scatole di spaghetti o penne lisce.

Queste immagini sono incoraggiate nei media anche dall'aspetto leggermente ridicolo e assurdo dell'incetta di carta igienica rispetto a una più sensata scorta di zucchero, detersivo o disinfettante per le mani.

Il fenomeno, insomma, sarebbe una creazione dei media. Quasi una fake news.

Un'altra teoria si basa su un'osservazione ancora più concreta, e vale in particolare per il momento che stiamo vivendo: l'improvviso cambiamento delle nostre abitudini, con un'ampia fetta della popolazione che rimane in casa invece di andare a scuola o al lavoro, ha come conseguenza il fatto che si consuma più carta igienica a casa (circa il 40% in più) e molta meno nei luoghi pubblici, e la produzione per questi due settori segue filiere completamente separate: piccoli pacchi di carta di elevata qualità da una parte, grandi rotoli di qualità più industriale consegnati su pallet dall'altra, spesso prodotti da aziende distinte.

Questo causerebbe un effettivo aumento della necessità di carta igienica per uso domestico e spiegherebbe il momentaneo svuotamento degli scaffali mentre la produzione si adegua all'aumento di domanda domestica e al calo di quella di scuole, uffici, stadi, aeroporti, stazioni, autogrill, ristoranti e altro ancora.

Oltretutto le grandi dimensioni dei pacchi di carta igienica al supermercato comportano il fatto che bastano pochi acquisti in più per svuotare uno scaffale di carta; questo non vale, invece, per altri prodotti ben più compatti.

Se almeno una di queste teorie è valida, possiamo smettere di dare la colpa di queste momentanee penurie alla stupidità del genere umano. Però ammettiamolo: la tesi della stupidità dava più soddisfazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 16)

E' spaziosa, ma il supermercato è davvero piccolo: per il distanziamento fanno stare un massimo di 5 clienti alla volta.
26-4-2020 13:02

vivi in una casa molto grande, spero :roll: Leggi tutto
25-4-2020 15:57

Francamente a noi, ovvero nella mia famiglia, non è successo, quello che prima spendevamo diluito in 3/4 spese alla settimana è sostanzialmente quello che spendiamo oggi in 4 spese al mese al netto di qualche fluttuazione legata al fatto che certe scorte debbono essere più consistenti e, a volte, non ci si prende bene la misura ma si... Leggi tutto
25-4-2020 15:34

Non so rispondere, perché a causa del divieto di uscire dal comune ho dovuto cambiare supermercato. Spendo di più, ma è comunque più caro di suo, essendo grande come casa mia :lol: , quindi non saprei dire se c'è stato un aumento dei prezzi.
9-4-2020 21:55

A tal proposito avrei un dubbio da condividere. Io sono una di quelle persone abbastanza pigre, e quindi faccio sempre la spesa settimanale/bisettimanale. In modo da non dovermi fermare a comprare nulla quando esco da lavoro, salvo il pane o il latte, ma sporadicamente. Due settimane fa ho fatto il mio solito carrello debordante.... Leggi tutto
9-4-2020 13:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
La discriminazione è più difficile da vedere rispetto al passato, ma c'è sempre. Quale di queste affermazioni ti senti di condividere maggiormente?
Le donne spesso sono additate come più pettegole degli uomini e ritenute meno simpatiche.
Le donne hanno più difficoltà degli uomini a ricevere il giusto credito quando partecipano a progetti di gruppo.
Le donne sono giudicate più severamente degli uomini per il loro aspetto.
Le donne in genere ricevono delle proposte economiche più basse degli uomini, a parità di posizione.
Le donne sono ritenute non qualificate fino a quando non hanno dato prova di esserlo, agli uomini accade meno spesso.
Le donne vengono promosse in base ai risultati, gli uomini (anche) in base al potenziale.
Le donne spesso non vengono invitate tanto quanto gli uomini a eventi di socializzazione come le uscite al pub o a vedere le partite.

Mostra i risultati (1198 voti)
Giugno 2022
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Grave falla in Windows, occhio ai documenti di Word
Toyota: cartucce di idrogeno per alimentare auto, case, droni
Maggio 2022
La Rete esce da TIM: nasce la Open Access italiana
DuckDuckGo consente a Microsoft di tracciare gli utenti
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 giugno


web metrics