Il costo del decoder

Confrontiamo i prezzi dei decoder per la Tv digitale terrestre nei Paesi europei.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-02-2004]

Pare che a Natale, nelle catene della grande distribuzione di informatica ed elettronica, l'articolo più richiesto fosse il decoder per la Tv digitale terrestre, che allettava gli italiani che corrono sempre dietro all'ultimo gadget della telefonia o dell'hi-fi.

Una richiesta andata delusa, perché sono ancora pochissimi i decoder in commercio: anzi, c'è soltanto il decoder Mediaset, e in pochi negozi. E' un decoder utilizzabile solo per le reti Mediaset poiché il legislatore non ha previsto un unico decoder universale per tutte le reti: una lacuna che, forse, colmerà l'Authority per le Comunicazioni, come aveva fatto imponendo a Tele+ e Stream, prima che si fondessero e le acquistasse Murdoch, un unico decoder per la Pay Tv satellitare.

D'altra parte, per ora, i telespettatori rimarrebbero delusi perché potrebbero vedere solo i canali Rai e Mediaset che già ricevono con il segnale analogico, insieme a qualche trasmissione sperimentale, e non il profluvio di programmi nuovi e interattivi che l'avvento del digitale terrestre dovrebbe portare.

Bisogna anche dire che i rivenditori dichiarano di non conoscere le modalità per ottenere il contributo governativo di 150 euro per chi acquista il decoder, che potrà interessare al massimo 27.000 clienti (limite della disponibilità di fondi). In Italia il prezzo del decoder è di 220 euro.

Facciamo un confronto sui prezzi in Europa dei decoder per la Tv digitale terrestre grazie ai dati di una ricerca realizzata dalla società E-media.

In Gran Bretagna il servizio di Televisione Digitale Terrestre Freeview trasmesso in chiaro dalla DTV Services (società che ha tra i suoi azionisti la BBC e BSkyB) sta registrando un discreto successo. A fine dicembre 2003 si era raggiunto l'obiettivo prefissato di 2,5 milioni di famiglie collegate e questo ha portato a una riduzione dei prezzi dei decoder: il più economico costa meno di 60 sterline (circa 87 euro). Si prevede che il prezzo dei decoder possa ridursi ancora del 12-15% entro il 2004 e si parla di un sostegno pubblico alla domanda.

In Spagna si registra uno dei prezzi più elevati per il decoder, 229 euro, perché si è ancora agli inizi; anzi a fine dicembre 2003 la Tv digitale Quiero Tv ha dovuto chiudere e questo ha reso più diffidenti i consumatori e, finora, gli abbonati sono solo 20.000 (dati di fine dicembre).

In Germania la diffusione della Tv digitale è limitata: nell'area di Berlino si è spento il segnale analogico e c'è solo il digitale. Ma la cosa riguarda solo 150.000 famiglie perché la maggior parte dei berlinesi riceve via cavo la Tv pubblica e privata.

Ancora in Germania, uno dei principali operatori Tv via cavo ricorrerà contro la concessione di sussidi pubblici al digitale terrestre. Anche qui l'incertezza sui servizi e l'attesa di una riduzione dei prezzi non favorisce la vendita dei decoder.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

Sergio
Prezzo del decoder Leggi tutto
12-12-2004 00:11

marco
Una grande insettezza? Leggi tutto
10-2-2004 13:53

Marcello
Lo standard del decoder Leggi tutto
6-2-2004 15:04

Ferrari Mario A.
Buono l'articolo, ma... Leggi tutto
2-2-2004 17:17

Carlo
Spitose fantasie Leggi tutto
2-2-2004 15:22

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali di questi dati ti spiacerebbe perdere di pił?
Dati finanziari e di pagamento
Documenti relativi al lavoro
Email personali
Email di lavoro
Messaggi personali (SMS, Whatsapp ecc.)
Foto dei miei bambini
Foto dei viaggi
Foto private o particolari o sensibili di me stesso
Foto private o particolari o sensibili del mio partner
Altre foto (non sensibili)
Note e documenti personali
Password
Rubrica degli indirizzi o dei contatti telefonici
Scansioni di passaporti, patenti, assicurazioni e altri documenti personali

Mostra i risultati (1496 voti)
Novembre 2019
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Tutti gli Arretrati


web metrics