Sito per testare la competenza di sicurezza informatica aveva falle di sicurezza informatica



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-11-2020]

test hacker

Il sito Test your Hacker IQ è partito con buoni propositi: mettere alla prova la competenza degli utenti nel riconoscere i sintomi di un attacco informatico. Ma non provate a visitarlo, perché al momento non è raggiungibile.

Come segnalato da The Register, il sito dedicato alla sicurezza informatica aveva dimenticato di proteggere il proprio file di configurazione, che era quindi pubblicamente accessibile.

All'interno di questo file, in chiaro, c'erano il nome utente e la password di accesso al database mySQL del sito. La falla è stata scoperta da una persona svizzera che si occupa di informatica ed è nota con il nome Twitter @antiproprietary

Il sito, come se non bastasse, usava Ubuntu Linux 14.04, che non riceve più aggiornamenti da aprile del 2019 e ha 11 falle note.

Il sito era stato creato alcuni anni fa nell'ambito di una campagna promozionale ma era evidentemente stato abbandonato senza manutenzione. Anche i siti non aggiornati e dimenticati sono appigli molto preziosi per i criminali informatici e sono una falla classica in molte aziende.

Insomma, la lezione di sicurezza informatica c'è stata, ma non quella prevista.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (1)

Forse anche chi ha pensato e realizzato il sito aveva necessitÓ di imparare maggiormente sulla sicurezza informatica... :roll:
27-12-2020 14:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come credi che sarÓ la vita per la maggior parte della gente nel 2100?
Un idillio ipertech.
Grossomodo come adesso, con qualche giocattolo in pi¨ e/o in meno.
Roba da candelabri, biciclette e abaco.
Terribile, da gente allo sbando, senza pi¨ civiltÓ.
Non ci sarÓ pi¨. Ormai saremo estinti, o sull'orlo dell'estinzione.

Mostra i risultati (3456 voti)
Ottobre 2022
DALL-E diventa libero e gratuito: immagini sintetiche per tutti
Settembre 2022
Google ti avvisa se i tuoi dati finiscono nel web
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 6 ottobre


web metrics