PrintNightmare, la patch non funziona

La falla si può ancora sfruttare, anche su un computer completamente aggiornato.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-07-2021]

windows printnightmare patch non funziona

Avevamo espresso lodi per la rapidità con cui Microsoft ha rilasciato la patch per PrintNightmare, la falla critica nello Spooler di Stampa di Windows, ma a quanto pare abbiamo parlato troppo presto.

Forse infatti sarebbe stato meglio impiegare un po' di tempo in più ma preparare una patch che risolvesse il problema, anziché rilasciare in fretta una patch che lascia ancora vulnerabili i sistemi su cui è installata.

Alcuni ricercatori hanno infatti notato che la correzione di Microsoft è incompleta. Essa «risolve soltanto la variante Remote Code Execution (RCE via SMB e RPC) di PrintNightmare, e non la variante Local Privilege Escalatin (LPE)»: non è insomma del tutto inutile, dato che previene l'esecuzione di codice da remoto, ma non fa tutto ciò che dovrebbe, poiché consente a un utente locale di elevare i propri privilegi.

Non solo: se è attiva la funzionalità Point And Print, come dimostra l'esperto Benjamin Delpy, l'esecuzione di codice da remoto è ancora possibile, anche su «un server con tutte le patch installate».

Insomma, la situazione rispetto a qualche giorno fa non è cambiata molto. Anzi, il rilascio della correzione inefficace rischia di generare un falso senso di sicurezza negli utenti e negli amministratori.

L'unico modo di proteggersi, pertanto, resta ancora quello indicato da Microsoft all'inizio dell'emergenza: disattivare lo Spooler di Stampa, e rinunciare a stampare. Una "soluzione" decisamente poco pratica.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Se l'FBI, zitta zitta, si mette a patchare i server altrui
Falla spettacolare negli iPhone

Commenti all'articolo (2)

Spirtosona eh? :wink: Pensa a tutti i poveretti che ci avevano creduto... :cry:
14-7-2021 19:02

Utenti W7...avete visto che una licenza esr non serve? :wink:
9-7-2021 23:23

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre pi¨ spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera etÓ (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltÓ a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1435 voti)
Febbraio 2023
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Disorganizzazione informatica fa desistere i cybercriminali
Windows 7 e Windows 8: Microsoft annuncia la fine del supporto
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 1 febbraio


web metrics