L'hub USB per avere le porte sul frontale dell'iMac

Senza disturbare troppo l'estetica tanto curata da Apple.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-08-2021]

satechi01

Gli iMac sono belli da vedere, non c'è che dire. Quanto a praticità, però, danno l'impressione che chi li ha progettati abbia preferito dare priorità all'estetica.

Per esempio, al fine di preservare l'aspetto sottile e uniforme, non ci sono porte sulla parte frontale, nemmeno una piccola porta USB-C che consenta di collegare un adattatore per l'eventuale chiavetta: sono tutte sul retro.

A colmare la lacuna ha pensato Satechi, creando lo USB-C Clamp Hub, progettato appositamente per gli iMac da 24 pollici messi in vendita da Apple nel corso di quest'anno.

Realizzato in alluminio, si collega al Mac tramite un connettore USB-C e si aggancia alla parte inferiore dello schermo, dove consente di avere finalmente a disposizione una porta USB-C, tre porte USB-A 3.0, e un lettore di schede SD.

È tutto qui: un'idea semplice per colmare quella che secondo non pochi utenti è una piccola mancanza degli iMac da tempo immemorabile.

Lo USB-C Clamp Hub si trova in vendita direttamente dal sito di Satechi al prezzo di 54,99 dollari (circa 46 euro), più le spese dovute alla spedizione internazionale. Al momento in cui scriviamo si può ottenere uno sconto del 15% usando il codice IMAC15, messo a disposizione direttamente da Satechi.

Chi possiede un iMac meno recente può trovare comodamente la versione precedente dell'hub di Satechi su Amazon.

satechi03
satechi02

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Attento a dire certe cose che i fanboy ti lapidano... Apple Ŕ una fede e tutto ci˛ che fa Ŕ sacrosanto! :wink: Leggi tutto
23-8-2021 19:05

{al}
qualcuno si è accorto che i mac vengono anche usati, non solo guardati
22-8-2021 18:46

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual Ŕ il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google Ŕ veramente brutta! Pi¨ che un auto Ŕ un'ovovia.
Ci toglierÓ il piacere di guidare e la nostra vita sarÓ un po' pi¨ triste.
AvrÓ un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarÓ maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi pi¨ lunghi o pi¨ lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non Ŕ chiaro di chi sarÓ la responsabilitÓ civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
SarÓ esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocitÓ o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno pi¨: giÓ immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (2094 voti)
Febbraio 2023
La verità sul “massiccio attacco hacker” di cui tutti parlano
L'Internet Archive adesso ospita anche le calcolatrici scientifiche
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 febbraio


web metrics