Seccato con Microsoft, sviluppatore rivela una falla in Windows

Le “taglie” sui bug sono calate di parecchio, e perciò i ricercatori anziché rivelare le vulnerabilità in privato ora le svelano pubblicamente.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-11-2021]

falla windows

«Se sei bravo a fare una cosa, mai farla gratis» diceva il Joker nel film Il cavaliere oscuro, ma anche vedere il proprio compenso ridursi a un decimo dell'ammontare originario non è particolarmente bello.

La pensa così anche Abdelhamid Naceri, esperto di sicurezza che ha scoperto una falla zero-day (ossia per la quale non c'è ancora una patch) in Windows ma, anziché avvisare Microsoft, ha preferito rendere nota l'esistenza del problema al mondo.

Se Naceri s'è comportato in un modo che qualcuno riterrebbe irresponsabili è perché il programma di ricompense per gli scopritori di bug messo in piedi da Microsoft qualche anno fa di recente è diventato molto meno attraente.

A partire dallo scorso anno - come spiega lo stesso Naceri - falle che venivano ricompensate con 10.000 dollari ora fruttano soltanto 1.000 dollari e così molti programmatori indipendenti, che dopotutto ritengono non del tutto a torto di stare facendo il lavoro che dovrebbero fare i programmatori di Microsoft, hanno iniziato a pensare di essere un po' sottopagati.

D'altra parte, un bug scoperto ma non rivelato rischia di venire riscoperto in un secondo tempo da qualche malintenzionato che provvederà a sfruttarlo; così, Naceri ha deciso che, se non può essere pagato quanto ritiene giusto, allora costringerà Microsoft a sbrigarsi nella produzione di una patch per il bug scoperto rivelandone pubblicamente i dettagli.

Nel caso della falla scoperta da Naceri, essa nasce dall'analisi di una patch (quella per la vulnerabilità CVE-2021-41379) già preparata da Microsoft ma che fallisce nel correggere completamente il bug per la quale era stata creata.

Naceri ha pubblicato il codice dell'exploit che consente di sfruttare la falla su GitHub; Microsoft, dal canto proprio, ha fatto sapere che presto rilascerà una correzione definitiva.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Sviluppatore open source sabota le proprie librerie. Migliaia di app nei guai
Microsoft offre 100.000 dollari se scopri una falla in Windows
100.000 dollari per un bug di Apple
Se riesci a ''hackerare'' una Tesla, è tua: le regole della sfida
Scopri una falla in Facebook e vinci 40.000 dollari
Nintendo, 20.000 dollari di taglia a chi scopre falle nel 3DS
BSA "beccata" a usare software pirata
Fiat ricompensa gli hacker che violano le auto
Bambino di 10 anni segnala una falla di Instagram
1 milione di dollari a chi viola iOS 9
Facebook cancella stage a studente che segnalò grave problema di privacy

Commenti all'articolo (4)

Comportamento sindacalmente ineccepibile =)
12-12-2021 19:16

{Sergio}
Credo che Abdelhamid Naceri abbia fatto benissimo.
3-12-2021 18:33

{ortolano}
Certo che M$ vuole risparmiare, tanto ci sono già infiniti volontari disposti a sobbarcarsi gratis bug di ogni tipo, pur di provare in anteprima nuove/modificate funzionalità. Ci sono anche infiniti programmatori che pur di farsi un nome/darsi visibilità, sono disposti a fare debug gratis o con ricompense minime. M$... Leggi tutto
27-11-2021 19:56

Anche su questo ora vuole risparmiare M$...
27-11-2021 18:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quando cerchi un brano musicale, o un intero Cd, cosa fai pi¨ spesso?
Scarico il brano o il Cd su iTunes: costa poco ed Ŕ legale.
Scarico l'Mp3 con Torrent o eMule o altro servizio simile.
Ascolto la canzone in streaming (per esempio su Youtube), anche se non posso scaricare l'Mp3.
Vado nel mio negozio di dischi o maxistore preferito.
Altro.

Mostra i risultati (3564 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 gennaio


web metrics