TOR Browser 11.5 aggira automaticamente la censura

Restare anonimi nel web è ancora più semplice.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-07-2022]

tor browser 11 5

Chi vuole o addirittura deve proteggere la propria identità in Internet certamente conoscerà TOR, il progetto che consente di navigare in modo anonimo sul web, e il pratico TOR Browser, derivato da Firefox e già configurato per l'accesso alla rete TOR.

In questi giorni TOR Browser ha raggiunto la versione 11.5, che incorpora cambiamenti importanti tramite i quali diventa più semplice aggirare la censura e la configurazione diventa più semplice.

La funzionalità più interessante di questa versione si chiama Connection Assist e si attiva quando il browser non riesce a stabilire una connessione con la rete TOR, magari perché la censura attiva nel Paese in cui ci si trova blocca l'intera rete TOR.

Prima dell'introduzione di Connection Assist, per accedere a TOR e aggirare quindi la censura era necessario configurare manualmente un bridge; ora, invece, l'assistente determina automaticamente, in base alla posizione del dispositivo, il bridge più adatto.

Qualora l'operazione automatica non vada a buon fine, naturalmente, è sempre possibile usare il "vecchio" sistema e configurare la connessione al bridge in modalità manuale.

TOR Browser 11.5 segna anche l'introduzione della modalità HTTPS-Only (utile a chi usa TOR Browser per accedere al web "tradizionale"), che va quindi a sostituire l'estensione HTTPS Everywhere, che era incorporata fino alla versione precedente.

La modalità HTTPS-Only fa semplicemente ciò che dice: si assicura che la connessione con i siti sia criptata, al fine di proteggere i dati che vengono scambiati tra il browser e il server.

Resta infine da citare, tra le novità, la riprogettazione della schermata relativa alle configurazioni di rete, accessibile alla voce Connessione della schermata Impostazioni: grazie al nuovo aspetto ora è più semplice da gestire.

TOR Browser 11.5 si dimostra quindi un'importante passo in avanti per la protezione della privacy degli utenti, che sarà apprezzata specialmente da quanti vivono in Paesi in cui si rischiano guai seri qualora si esprimano opinioni "non allineate".

TOR Browser si può liberamente scaricare dal sito ufficiale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'app anticensura che funziona anche quando non c'è rete

Commenti all'articolo (3)

Parrebbe di sì, poi bisogna vedere se l'informazione viene solo usata per la corretta configurazione e poi "dimenticata" o se resta memorizzata in qualche database, in tal caso la vedo come una seria minaccia alla sicurezza e all'anonimato.
24-7-2022 13:42

Ma cosi', la posizione dell'utente non e' piu' completamente sconosciuta. O no? Leggi tutto
19-7-2022 18:32

{carlo}
Fantastico TOR, lo uso dagli inizi e devo dire che ne è stata fatta di strada. L'unica nota non ancora intonata è che molti servizi, amichevoli o ostili in vario grado, mappano i server di uscita e riconoscono quindi il traffico, anche se non ne vedono il contenuto. Questo è sufficiente per permettere a siti non... Leggi tutto
19-7-2022 10:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In che anno hai comprato il tuo primo tablet?
2010
2011
2012
2013
2014
Non ho mai comprato un tablet.
Lo comprerò quest'anno.

Mostra i risultati (2648 voti)
Settembre 2022
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 27 settembre


web metrics