Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard

Dal 20 dicembre restano solo le trasmissioni in HD. E da gennaio inizia il passaggio al DVB-T2 con codifica HEVC-10.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-12-2022]

switch off dvb t2

Per chi è abituato a seguire i programmi televisivi, il 20 dicembre 2022 non è una data uguale alle altre: segna infatti lo spegnimento del segnale del "vecchio" digitale terrestre, trasmesso con codifica MPEG-2, per lasciare attivo soltanto il segnale trasmesso in MPEG-4 con codifica H.264.

In altre parole, ciò significa che non saranno più visibili i canali ancora trasmessi in definizione standard - posti, nell'attuale numerazione, dopo il 501 nel caso della RAI e dopo il 104 nel caso di Mediaset - ma soltanto quelli in HD, liberando in tal modo la banda dei 700 MHz (particolarmente usata dalle televisioni locali) che verrà riutilizzata per le reti di telefonia cellulare di quinta generazione.

Poiché il passaggio al è iniziato un paio d'anni fa, la maggior parte degli spettatori molto probabilmente non noterà problemi particolari nel momento in cui avverrà lo switch off, salvo forse la necessità di dover risintonizzare il televisore: decoder e apparecchi televisivi compatibili con lo standard più recente sono in vendita da ormai parecchio tempo, e il loro acquisto è stato agevolato sino allo scorso 12 novembre da bonus messi a disposizione dallo Stato.

Ora tutti i bonus attivati per la transizione sono sospesi, tranne uno: quello organizzato in collaborazione con Poste Italiane e dedicato ai cittadini di almeno 70 anni e che ricevano non più di 20.000 euro di pensione all'anno.

Lo switch off del 20 dicembre è però soltanto il primo passo che porterà all'adozione generalizzata del digitale terrestre di seconda generazione (DVB-T2), che dovrà concludersi entro la fine del prossimo anno.

Il passaggio definitivo al DVB-T2 prevede l'adozione della codifica HEVC Main 10 (H.265), che consente una trasmissione efficiente di contenuti al altissima risoluzione, 4K e 8K; chi ha un televisore messo in vendita dopo il 22 dicembre 2018 dovrebbe essere avere un apparecchio già compatibile con l'ulteriore passaggio che avverrà nel 2023.

Per quanto riguarda la situazione italiana nel suo complesso i dati più recenti, risalenti allo scorso giugno, mostrano che sui 47 milioni di televisore attivi in Italia oltre 30 milioni sono in grado di ricevere il segnale DVB-T2 (perché capaci nativamente o perché abbinati a un decoder); inoltre, secondo il MISE entro fine anno 22 milioni di famiglie (su un totale di 26 milioni) avranno apparecchi adatti a supportare il nuovo standard.

Chi volesse verificare se gli apparecchi in suo possesso siano già adeguati può seguire le indicazioni pubblicate sul sito del MISE, che si possono riassumere in un'operazione molto semplice: visitare il canale 200 e verificare che sia visualizzata la scritta Test HEVC Main10. Se questa è presente, l'apparecchio è compatibile.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Far pagare alla TIM l'antennista TV?

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)

Quantomeno... :wink:
21-1-2023 13:39

ahah, no chiaro che non c'è via di scampo, e concordo sul significato del termine 'soltanto'. in breve, è una frase scritta male :lol:
19-1-2023 09:54

Beh, in base alle mie conoscenze di italiano, la parola soltanto esclude altre possibilità ma, in ogni caso, credo che soltanto discutendone fra noi non arriveremo mai a capire fino in fondo il pensiero e l'intento di chi ha scritto la comunicazione per cui... :wink: :ciao:
16-1-2023 18:15

rimango dell'idea che sia solo una questione di aver scritto le frasi in 'legalese' se scrivo che dal 21 dicembre le trasmissioni saranno solo in MPEG-4 sto dicendo in realtà che: - assicuro che PRIMA continuerò a trasmettere in MPEG-2 - assicuro che smetterò di trasmettere in MPEG-2 NON PRIMA della data indicata il tutto... Leggi tutto
16-1-2023 11:28

In generale sono d'accordo con te SverX che uno switch netto è poco plausibile ma, in questo caso, la dichiarazione nella comunicazione del MISE che ho linkato nel mio post precedente era piuttosto chiara e netta, di seguito lo stralcio a cui mi riferisco: Quindi è chiaramente ed esplicitamente dichiarato che, dal 21 dicembre, le... Leggi tutto
15-1-2023 10:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto spesso utilizzi un Pc o un dispositivo mobile mentre guardi la Tv?
Sempre
Spesso
A volte
Raramente
Mai
Non guardo la Tv.

Mostra i risultati (3582 voti)
Marzo 2024
Windows 11, ancora problemi con l'ultimo update
Febbraio 2024
Windows 11 ridurrà i riavvii
Gemini si copre di ridicolo con la generazione di immagini
Il caso delle telecamere di sicurezza che lasciano sbirciare nelle case altrui
Windows 11, malfunzionamenti a raffica dopo l'ultimo update
L'attacco informatico con gli spazzolini da denti
Malware di fabbrica nei mini PC venduti su Amazon
Samsung, beccata a barare, la butta sul filosofico
Google dice addio alla cache delle pagine web
LibreOffice 24.2 è pronto per il download
Gennaio 2024
Windows 11, sparisce la barra delle applicazioni
Al posto di Windows 12, un Windows 11 più snello e pieno di IA
IA, clonare le voci per truffare il prossimo è un gioco da ragazzi
No, le auto elettriche non vanno in tilt per il freddo
Errore 0x80070643 in Windows Update: la soluzione è un po' nerd
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 2 marzo


web metrics