Flipper Zero non è un gadget per “hackerare tutto”

Le cose da sapere.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-02-2024]

flipper zero

Vado spesso nelle scuole a fare lezioni di sicurezza e privacy informatica, e in ogni classe c'è sempre qualche studente o studentessa che durante la lezione nota e osserva con particolare interesse e fascino il telecomando che tengo in mano e che uso per gestire la mia presentazione, e lo indica emozionato ai propri compagni.

Fascino, interesse e emozione non sono parole che normalmente si associano a un telecomando per computer, ma questo non è un telecomando qualsiasi: è un Flipper Zero, un piccolo dispositivo elettronico multifunzione tascabile che, perlomeno secondo quello che raccontano molti YouTuber, sarebbe una sorta di vietatissimo grimaldello universale in grado di "hackerare" praticamente qualunque cosa.

Vorrei subito rassicurare i genitori e i docenti che seguono questo podcast: non vi preoccupate, non uso il mio Flipper Zero per violare i telefonini dei vostri figli o studenti o per rubare la password del Wi-Fi. A scuola lo uso semplicemente come telecomando per il mio computer, perché nonostante sia un prodotto amatoriale è molto più stabile e affidabile dei normali telecomandi commerciali e perché so che catturerà l'attenzione, e quell'attenzione mi permetterà di comunicare meglio i concetti di sicurezza e privacy digitale che sono chiamato a insegnare.

Flipper Zero è molto di più di un telecomando: è in grado di leggere, duplicare e emulare i dispositivi RFID e NFC incorporati in molti oggetti elettronici, dalle carte di credito alle tessere delle camere d'albergo, è capace di leggere i microchip di identificazione degli animali e di ricevere e registrare segnali radio, e può duplicare anche molte chiavi elettroniche usate per aprire porte o gestire accessi. Ha un ricevitore e un emettitore a infrarossi che gli permette di fare da telecomando universale e un ricetrasmettitore Bluetooth per collegarsi senza fili ad altri dispositivi. Inoltre è espandibile grazie a schede elettroniche esterne.

In altre parole, è una specie di coltellino svizzero per informatici, inventato da Alex Kulagin e Pavel Zhovner nel 2019, finanziato tramite una campagna su Kickstarter e basato su software aperto, ossia open source, pubblicando anche i suoi schemi elettronici per massima trasparenza. Con tutti i suoi sensori, ricevitori e trasmettitori programmabili e la possibilità di collegare schede elettroniche esterne, è un gioiello di versatilità per chiunque sia interessato a studiare il funzionamento dei dispositivi informatici e le loro comunicazioni senza fili.

Non è un oggetto a buon mercato, visto che oggi costa intorno ai 160 franchi, e soprattutto non è facile da trovare, anche perché molti grandi negozi online si rifiutano di tenerlo in catalogo. Ad aprile 2023 Amazon ha vietato le vendite di Flipper Zero perché secondo l'azienda si tratterebbe di un dispositivo in grado di clonare carte di credito e altre tessere. L'anno scorso in Brasile le spedizioni di Flipper Zero sono state bloccate e sequestrate dall'agenzia nazionale per le telecomunicazioni, e ora in Canada le autorità vogliono bandire questo dispositivo perché verrebbe "usato per commettere reati".

In Svizzera non sembrano esserci problemi o restrizioni, almeno per ora, visto che ho acquistato il mio esemplare tramite importazione standard. Questo oggetto, insomma, viene considerato pericoloso da alcune autorità e molti YouTuber mostrano come usarlo per aprire porte e addirittura comandare semafori. Ma dal punto di vista tecnico tutta questa fama è in realtà una bufala.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Capacità reali, video irreali

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (4)

{SHRDN}
" a cosa serve esattamente?" a spendere 200 euro! Una buona operazione di marketing che attira smanettoni impreparati e gli fa credere di poter fare tutto con 200 euro senza studiare e capire almeno i protocolli che usa. Il politico invece, senza troppi sforzi, paga un consulente (un amico di solito) che gli... Leggi tutto
14-3-2024 12:03

Che è più o meno l'approccio della politica a tutti i problemi che attualmente ci troviamo ad affrontare a tutti i livelli della società. Inoltre, più il problema è critico, più l'approccio segue questo modello. Leggi tutto
25-2-2024 10:15

La smania di aver tra le mani qualcosa in grado di fare quello che piace, cosi da dare un senso di onnipotenza a dei possessori di ego smisurato inversamente proporzionale alle loro reali capacità, rappresenta la fortuna di tutti coloro, che credendosi furbi, cercano in primis i tonti da abbordare per poi turlupinare.
20-2-2024 14:56

{nebyr}
Che le varie 'autorità' si facciano trovare quasi costantemente impreparate davanti agli eventi che si susseguono è già una cosa pessima e da un certo punto di vista criminale, viste le possibili conseguenze. Che poi agiscano in base alla propria impreparazione, questo è proprio un crimine... Leggi tutto
20-2-2024 10:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1479 voti)
Aprile 2024
L'algoritmo di ricarica che raddoppia la vita utile delle batterie
Hype e Banca Sella, disservizi a profusione
Falla nei NAS D-Link, ma la patch non arriverà mai
La navigazione in incognito non è in incognito
Le tre stimmate della posta elettronica
Amazon abbandona i negozi coi cassieri a distanza
Marzo 2024
Buone azioni e serrature ridicole
Il piano Merlyn, ovvero la liquidazione di Tim
Falla nelle serrature elettroniche, milioni di stanze d'hotel a rischio
L'antenato di ChatGPT in un foglio Excel
La valle inquietante
La crisi di Tim e la divisione sindacale
La fine del mondo, virtuale
WhatsApp e Messenger aprono agli altri servizi di chat
Permainformatica
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 20 aprile


web metrics