Wi-Max, al via la sperimentazione

Dal primo luglio comincerà la sperimentazione: priorità massima alle zone non coperte dall'Adsl.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-05-2005]

wimaxlogo

Il Ministero delle Telecomunicazioni ha dato il via alla sperimentazione del Wi-Max. Il primo luglio gli operatori che ne faranno richiesta potranno cominciare a testare questa nuova tecnologia che consentirà agli utenti di connettersi senza fili con una velocità massima di 70 mbit/s in un raggio di 50 km dal punto di accesso.

La prima società che ha aderito all'iniziativa è stata Alvarion che da quasi un anno ha lanciato la sua piattaforma Wi-Max, chiamata BreezeMax, la quale vanta 50 installazioni in tutto il mondo. BreezeMax è, tra tutte le piattaforme esistenti, quella che gode delle migliori performance di copertura in assenza di visuale e di un alto livello di flessibilità.

"L'accesso a larga banda su WiMAX sta crescendo rapidamente" afferma Andrea Marco Borsetti, responsabile della sede italiana di Alvarion. " Entro il 2007 si prevedono volumi di vendite mondiali annuali superiori ai 1.5 miliardi di dollari. La larga banda basata sulla tecnologia WiMAX ha gli elementi chiave per divenire la soluzione di maggior successo nell'accesso TLC".

Anche Siemens ha annunciato l'intenzione di effettuare la sperimentazione a partire da ottobre mentre gli altri operatori del settore mobile non potranno prendere parte a questa prima fase. Sul costo di un eventuale copertura dell'intero territorio italiano circolano molte voci: Siemens parla di 300 milioni di euro mentre Alvarion afferma ne che serviranno almeno 400 milioni.

Secondo il Ministero delle Telecomunicazioni, priorità assoluta verrà data alle aree finora non raggiunte dalla banda larga: è un ottima notizia per tutti quelli che aspettano da anni la copertura ADSL.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

valerio
help Leggi tutto
13-6-2005 21:24

Myclone
basta rivoglio i BORBONI! Leggi tutto
28-5-2005 00:09

MaX
mah..... Leggi tutto
24-5-2005 20:57

>...magari perchè il via lo ha dato un governo di destra?Magari perchè siamo sotto elezioni e si tende a spararle grosse, non vedo Ponti sullo stretto o economia che cresce al 12% annuo :-D:-D:-D:-D:-D
24-5-2005 05:56

gli operatori mettano a disposizione preventivi e consulenze tecniche gratuite richieste per presentare la domanda alla fondazione bordoni.consiglio di raccogliere le richieste per avere un fac-simile pe la domanda: le richieste vanno adattate alle possibilità del territorio ,ma sono almeno un punto di partenza
22-5-2005 00:08

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi non ha pagato l'assicurazione auto verrà individuato grazie a una serie di controlli incrociati con videocamere stradali e dati del Ministero. Che cosa ne pensi?
L'uso della tecnologia è diventato troppo invadente. Ogni giorno ci viene sottratta un'ulteriore fetta di privacy.
Ben vengano i controlli, se servono a diminuire le tasse (o i premi di assicurazione) di quelli che onestamente le pagano.
Il provvedimento va a colpire soltanto i disperati, che con la crisi cercano di arrangiarsi.
I veri evasori non si faranno certo acchiappare con questi mezzucci.
Prima di tutto bisognerebbe abbassare i costi delle assicurazioni.
Io non pago né l'assicurazione auto, né il canone Rai, né niente!
Viaggio solo in autobus o in bicicletta, non mi riguarda.

Mostra i risultati (2304 voti)
Aprile 2020
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics