Linux e software libero, scontro sulla DRM

Lo gnu e il pinguino in disaccordo sul controllo degli utenti di software, musica e film. Sarà guerra?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-01-2006]

I simboli di GNU e Linux

Linus Torvalds ha dichiarato che non convertirà Linux alla versione 3 della licenza GPL (General Public License), la licenza di opensource più usata nel mondo, ma anche il pilastro fondamentale del free software. Il motivo sta tutto nell'atteggiamento intransigente di questa nuova licenza nei confronti della Digital Rights Management (DRM), la perfida tecnologia che controlla l'utilizzo di contenuti multimediali e software da parte degli utenti.

In un articolo precedente abbiamo riferito come gli autori di questa bozza di licenza considerino la DRM incompatibile con i principi del Free Software. La posizione di Torvalds, già nota, è molto più morbida, e porta al primo scollamento visibile tra Linux e la Free Software Foundation (FSF), nell'arco dei 15 anni di vita del pinguino. Una divisione a livello filosofico su come viene interpretato il modello collaborativo del software libero.

Torvalds scrisse la prima versione del kernel di Linux nel 1991, ed è tuttora alla guida di questo progetto, che rappresenta il successo più vistoso dell'intero movimento del software libero. Al momento di licenziare il suo prodotto, egli non seguì la raccomandazione della FSF di scrivere "GPL versione 2 o successive". Per questo cavillo legale, l'eventuale passaggio alla versione 3 richiede il suo esplicito intervento.

Intervento tutt'altro che probabile: "Non passerò alcuna riga di codice, scritta da me, sotto la GPL3," scrive Torvalds in un post sulla lista di coordinamento degli sviluppatori del kernel Linux, "quindi il sistema rimarrà sotto la vecchia versione della licenza, sempre che qualcuno non mi convinca di effettivi miglioramenti nella nuova".

Sulla DRM sembra delinearsi un'importante divisione nell'ambito del Free Software. Da un lato abbiamo Linus, che rappresenta l'approccio pragmatico, più orientato al business. La sua opinione è chiaramente desumibile da una frase scritta nel lontano 2003: "Non amo la DRM, ma rifiuto di mescolare politica e Linux. Penso che chiunque possa usare Linux per fare qualunque cosa. Questo implica anche cose che, personalmente, posso non approvare."

Dall'altro lato abbiamo i capi in testa della FSF, i cui fondamenti etici sono chiaramente di carattere sociale, e danno mostra di essere piuttosto rigidi. "La fondazione è fermamente convinta che le quattro libertà del software libero sono la sola forma eticamente accettabile non solo del software, ma anche della matematica, della fisica o della biologia," ha dichiarato Moglen presentando la bozza della GPL3.

Secondo questa bozza, non è lecito utilizzare software libero per togliere agli utenti l'effettivo controllo sui prodotti. Software libero significa che il codice sorgente può essere visionato, copiato, modificato e distribuito. Restrizioni all'utilizzo, in questo contesto, sono viste da FSF come contraddizioni.

Sono in molti a pensare che questa frattura rischia di avere conseguenze pesanti sul futuro. Ma è un po' presto per fasciarsi la testa: la GPL3 sarà pronta (forse) a inizio 2007 e, in un anno, le cose potrebbero cambiare anche radicalmente.

Inoltre, non adottare la nuova licenza, per il pinguino, non significherà comunque separarsi dal free software, né tantomeno iniziare una guerra di licenze con la FSF.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

{paolo_del_bene}
argomenti triti e ritriti, già discussi ampiamente. forse linus torvalds benedict, che ha usurpato codice GNU Genral public License Version 2, per scrivere un kernel, non certo un sistema operativo, non si rende conto dell'importanza di avere un sistema operativo libero completo, ma questo perchè a lui interessa il profitto, fottendosene... Leggi tutto
24-2-2012 08:45

Scusa Emilio, a proposito di doping, vedo che rispondi addirittura prima che io faccia la domanda :D Perché no: Perché Stallmann sta perseguendo una linea politica di diritti umani, mentre Torvalds persegue il puro utile. Perché la GPL2 non verrà resa obsoleta dalla nuova versione 3, ma sarà possibile continuare a usarla. Ma non solo,... Leggi tutto
1-2-2006 16:38

No. Leggi tutto
31-1-2006 22:49

Perche' no? Leggi tutto
31-1-2006 22:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di queste professioni obsolete secondo te ha ancora un futuro?
Agente di viaggio. C'è ancora qualcuno che prenota le vacanze in agenzia? (Parrebbe di sì)
Cassiera di supermercato. Sostituita dalle casse automatiche e dalla spesa online. (Ma i clienti rimangono affezionati al vecchio sistema)
Centralinista. Sostituito dai centralini digitali. (Eppure resiste in molte aziende)
Data entry. Mai sentito parlare di scanner e OCR? (Invece c'è chi inserisce ancora tutto a mano)
Dattilografo. I dirigenti moderni gestiscono il proprio blog, non dettano più gli appunti a una segretaria; al massimo usano il riconoscimento vocale. (Ma esistono davvero dirigenti... moderni?)
Impiegato di banca allo sportello. Con i conti online è una figura sempre meno utile. (Però in banca tutti lo cercano)
Giornalista. Con Google News, Facebook, Twitter e i blog, c'è ancora bisogno di loro? (Almeno dei migliori, evidentemente sì)
Postino. Con la posta elettronica, la posta tradizionale va diminuendo sempre più. (Ma ci vuole sempre qualcuno che la consegni)

Mostra i risultati (2411 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics