Tutti contro Alice 20 Mega

I provider si appellano al Tar, lamentando rischi di monopolio nel settore della Tv via Adsl.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-05-2006]

Il servizio Rosso Alice

L'Aiip (Associazione Italiana Internet Provider) ragguppa la stragrande maggioranza degli Internet Provider italiani, tranne Telecom Italia; proprio con Telecom i fornitori alternativi di connettività sono spesso in guerra, come nel caso del lancio dell'Adsl Flat 20 Mega, la più veloce dell'offerta Alice, che supporta la Tv via Adsl.

Dopo aver chiesto il rinvio della commercializzazione, che l'Authority aveva prima spostato di un mese, ma che il 12 Maggio è comunque partita in 60 città italiane, i provider, non soddisfatti delle decisioni del Garante, ricorrono al Tar.

Il rischio che i concorrenti intravedono è un nuovo monopolio di Telecom Italia nel settore del futuro della Internet Tv. I provider affermano infatti in un comunicato:

"Riteniamo che non si consenta agli altri operatori di formulare offerte personalizzate, con livelli di servizio e di prezzo diversi da quelli fissati e predeterminati da Telecom Italia.

Paradossalmente, nemmeno quelli che hanno investito in infrastrutture di rete, potrebbero vendere servizi di connettività all'ingrosso agli altri operatori, con evidente nocumento economico e soprattutto a scapito di un mercato aperto alla libera concorrenza e al pluralismo."

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (1)

{Giorgio}
ma "tutti" chi?! Leggi tutto
15-5-2006 10:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come preferisci seguire gli aggiornamenti di Zeus News?
Apro Zeus News nel browser e vedo se ci sono novitÓ
Sono iscritto alla newsletter
Sono abbonato ai feed RSS
Seguo le novitÓ dal Forum dell'Olimpo Informatico
Seguo le novitÓ da Twitter
Seguo le novitÓ da Facebook
Tramite un altro sito che aggrega le notizie
In altro modo (suggeriscilo nei commenti!)

Mostra i risultati (6198 voti)
Giugno 2020
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Da Samsung lo smartphone da usare in guerra
Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''
Da OnePlus lo smartphone che vede attraverso gli oggetti (e i vestiti)
Windows 10, inizia l'abbandono dei 32 bit
Facebook, arriva la nuova interfaccia. Senza possibilità di fuga
UE, giro di vite sui cookie
L'app che snellisce Windows 10
Windows 10, l'aggiornamento di maggio uscirà con un bug
WhatsApp, finalmente arriva il supporto a più dispositivi
Aprile 2020
Windows 10 diventa più scattante con il May 2020 Update
Rubare i dati da un Pc sfruttando le vibrazioni delle ventole
Il software per impersonare gli altri su Zoom e Skype
Tutti gli Arretrati


web metrics