Un accordo contro le attivazioni telefoniche abusive

Le associazioni dei consumatori e Telecom Italia concordano alcune regole per prevenire e tutelare l'utenza dall'attivazione senza consenso di servizi telefonici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-05-2006]

Foto di Marinela Sotoncic

Videotelefoni e cordless consegnati senza mai averli richiesti, Adsl attivate senza nemmeno avvisare l'abbonato, tariffe con canone aggiuntivo scoperte quando, ormai, erano addebitate in bolletta. Si tratta del fenomeno dell'attivazione abusiva e della vendita di prodotti e servizi da parte di tutte le aziende telefoniche, non solo di Telecom Italia, ma in cui, a causa della sua posizione dominante, l'ex monopolista ha avuto un ruolo importante.

Si parla di milioni di attivazioni abusive, effettuate soprattutto da venditori telefonici e "porta a porta", dipendenti da agenzie e call center in outsourcing. Hanno causato centinaia di migliaia di denuncie alla Polizia postale, ai Carabinieri, all'Authority delle Comunicazioni e ai Corecom regionali, con centinaia di cause legali, con sanzioni milionarie comminate per queste prassi scorrette, con interrogazioni parlamentari e progetti di legge per inasprire le sanzioni a carico dei gestori telefonici.

Finalmente Telecom Italia ha deciso di trovare delle soluzioni, stipulando un accordo con le principali associazioni italiane dei consumatori che, ormai da anni, hanno fatto una guerra sacrosanta contro queste aberrazioni, stabilendo alcune regole chiare a tutela degli utenti. Si spera che presto TI venga imitata anche dalle varie Elitel, Wind, Tele2 e via dicendo.

In caso di consegna dei prodotti al domicilio del cliente, come un kit per l'Adsl o un videotelefono, il prodotto dovrà essere accompagnato da un'apposita distinta di spedizione, nella quale verranno riportate tutte le informazioni relative al contenuto del plico (descrizione del prodotto, mittente ecc.) in modo da consentire al destinatario di sapere con immediatezza ciò che sta ricevendo ed eventualmente respingerlo subito, non avendolo mai richiesto.

In caso di attivazione di servizi il protocollo prevede che Telecom Italia invierà all'abbonato una lettera contenente, oltre agli elementi riguardanti il servizio richiesto (data di attivazione, costi, caratteristiche dell'offerta), anche le modalità con le quali poter esercitare il diritto di ripensamento.

Per rendere ancora più semplice la possibilità di rifiuto di un servizio o prodotto non richiesto, o presentato in modo scorretto, Telecom Italia metterà a disposizione un numero di fax gratuito e un indirizzo email dedicato. Inoltre il periodo entro il quale il cliente potrà esercitare il diritto di ripensamento viene esteso a due fatturazioni successive all'attivazione del servizio, in luogo degli attuali dieci giorni. Il gestore telefonico si impegna, su segnalazione del cliente, a rimborsare nella prima bolletta utile gli importi eventualmente già addebitati.

E' auspicabile che dalla sottoscrizione dell'accordo e l'attuazione dello stesso, con la predisposizione dei numeri di fax e dell'indirizzo email dedicato, non trascorra troppo tempo e che a queste nuove procedure venga data la massima pubblicità.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (4)

fantascienza Leggi tutto
30-5-2006 12:15

{milena}
è facile sparare sulla crocerossa! Leggi tutto
30-5-2006 12:13

{Marcello}
Telecom e le associazioni dei consumatori "gialle" Leggi tutto
24-5-2006 10:33

il venditore in outsourcing viene pagato a commessa Leggi tutto
24-5-2006 10:12

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Un collaboratore di Zeus News ci ha posto il quesito: "Mio figlio ha ormai 8 anni, che grosso modo l'et in cui io ho ricevuto il Commodore 16 (avevo 9 anni). Lui per Natale vorrebbe un tablet. Che cosa gli regalo?" Secondo voi, meglio regalare...
Un tablet
Un notebook
Un Pc
Un Commodore 16
Qualcos'altro

Mostra i risultati (2469 voti)
Giugno 2022
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Grave falla in Windows, occhio ai documenti di Word
Toyota: cartucce di idrogeno per alimentare auto, case, droni
Maggio 2022
La Rete esce da TIM: nasce la Open Access italiana
DuckDuckGo consente a Microsoft di tracciare gli utenti
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Apple, Google e Microsoft svelano il sistema che eliminerà le password
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 25 giugno


web metrics