Riapre Wikipedia Cina

Dopo un anno di censura, le pagine dell'enciclopedia opensource sono di nuovo aperte. La piccola fondazione noprofit dà lezioni di coerenza ai giganti dotcom.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-11-2006]

Il logo di Wikipedia Cina

La versione in lingua cinese di Wikipedia è di nuovo accessibile. La conferma arriva direttamente dai volontari cinesi del progetto enciclopedico: le autorità cinesi hanno riaperto l'accesso a Wikipedia-Cina.

Per oltre un anno, studenti, ricercatori e utenti internet in Cina non hanno potuto usufruire della localizzazione cinese del progetto, ritenuto potenziale creatore di dissenso. Ma le pressioni del business, che richiedono maggiore apertura e internazionalizzazione, hanno indotto Pechino a un ripensamento.

Pian piano, senza dir niente a nessuno, lo scorso ottobre, i papaveroni cinesi hanno iniziato a consentire l'accesso alla versione inglese di Wikipedia. Ora c'è il via libera a quella cinese, naturalmente senza far parola con nessuno, men che meno con le agenzie di stampa.

Wikipedia, per chi ancora non lo sa, è l'enciclopedia che, con varie forme di gestione, è scritta e mantenuta dagli utenti. Proprio questo aspetto aveva gettato le autorità cinesi, non certo esempio di apertura e tolleranza, nello sconforto più totale.

Visto che le richieste di censura volontaria dei contenuti erano state rifiutate dalla fondazione noprofit Wikipedia, la chiusura fu inevitabile. Ora la notizia riporta un raggio di luce sul grigio panorama culturale cinese.

Tutti felici, volontari, studenti e ricercatori, ma niente entusiasmo: "non sappiamo quanto durerà" è il ritornello. È comunque una significativa vittoria per Wikipedia Cina, mai prona ai diktat di Pechino e oggi premiata per la coerenza.

Reporters senza Frontiere, l'ONG francese che si batte per la libertà di espressione, si è congratulata con Wikipedia per aver rifiutato l'autocensura, pratica ampiamente usata da Yahoo, Microsoft, Skype e Google. Secondo RSF, "la posizione ferma della fondazione dovrebbe essere da esempio per le società commerciali".

Non c'è molto da festeggiare, tutto sommato. Mancando la censura preventiva di Wikipedia, la presenza di quella governativa farà tuttavia sentire tutto il suo peso.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

{floriano}
è vero Leggi tutto
17-11-2006 03:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual la cifra complessiva che spendi ogni mese per il tuo smartphone? Comprende tutto: telefonate, piano dati, Sms, rata telefono e via dicendo.
Sotto i 10 euro
Tra i 10 e i 20 euro
Tra i 20 e i 30 euro
Tra i 30 e i 50 euro
Tra i 50 e i 100 euro
Oltre i 100 euro
Non ne ho idea

Mostra i risultati (5155 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics