Se Telecom taglia la linea a Elitel

Telecom Italia blocca per morosità parte della Rete dell'internet provider: migliaia di utenti da un momento all'altro senza telefono e Adsl.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-07-2007]

Cosa succede se un utente non paga le bollette Telecom Italia? Prima o poi Telecom gli sospende la linea, il suo telefono rimane muto e non può più navigare in Internet.

E se lo fa addirittura un operatore con centinaia di migliaia di utenti in tutta Italia? Succede che da un momento all'altro questi clienti si ritrovano con l'Adsl down, chiamano il call center e non hanno risposta.

Tutto questo è successo ai clienti di Elitel nella giornata del 4 luglio, in cui gran parte della Rete del provider ha subito un blackout, sulle cui ragioni Elitel non si è ancora espressa ufficialmente, soprattutto con i propri utenti.

Elitel è un gestore di telefonia fissa e trasmissione dati nato nel 2001 dalla fusione di sei gestori regionali: la friulana @dria.com, l'emiliana Peppercom, la lombarda Lombardiacom, la piemontese Noicom, la veneta Serenacom, Tibercom (che operava nel centro Italia) e il reseller nazionale per telefonia business Link-Up.

In questi anni Elitel ha accumulato milioni di euro di debito nei cofronti di Telecom. La nuova proprietà non ha voluto risolvere il problema, nonostante copiose riunioni con l'ex monopolista.

Telecom ha così staccato 4 kit wholesale e tutta la raccolta Carrier Preselection (CPS) di Elitel, lasciando funzionante solo il CPS delle vecchie aziende regionali da cui Elitel era nata.

Il 90% degli utenti Elitel viene chiamato da Telecom, che cerca di convincerli a disdire il contratto di CPS con Elitel; molti di questi utenti hanno anche già fatto lo swap logico della Adsl, soprattutto in molte aree della Lombardia. Così Telecom sta recuperando gran parte degli utenti Elitel.

Aggiornamento: l'inchiesta giudiziaria

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Interessate teoria: quando c'era il crapùn tutto andava meglio... Perché allora non rievocare lo spirito di Nerone? Anche ai tempi suoi Roma era un grande Impero. E i treni non arrivavano mai in ritardo perché non c'erano treni e nemmeno i telefoni. Risolti in un sol colpo due problemi: il ritardi dei treni e il monopolio della telecom.... Leggi tutto
12-1-2008 16:07

{Roberto Ziviani}
L' Italia: aveva le colonie, ora è una colonia. Leggi tutto
10-1-2008 18:12

che poi... tagliano anche se paghi! :evil: Leggi tutto
14-7-2007 10:08

E nei blog invece dan sempre la colpa a Berlusconi, giusto? :wink: In Italia finche' rimane il monopolio di fatto sull'ultimo Km c'e' poco da fare, la Telecom si becca il canone ma anche gli improperi.
14-7-2007 09:51

{utente anonimo}
sempre colpa di Telecom??? Leggi tutto
13-7-2007 18:59

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'app che permette di noleggiare un'autovettura direttamente dallo smartphone è molto contestata dai tassisti.
Non è necessario introdurre nuove regole per l'app. I tassisti hanno torto, perché il mondo si evolve ma loro ragionano come se Internet non esistesse, difendendo ciecamente la loro casta (che ha goduto di fin troppi privilegi negli ultimi anni).
I tassisti dovranno adeguarsi e mandare giù il boccone amaro, anche se un minimo di regolamentazione per l'app è necessaria.
L'app non va vietata del tutto, ma va limitata in modo pesante così da poter salvaguardare le esigenze dei tassisti.
L'app va completamente vietata: i tassisti hanno ragione a protestare, perché Uber minaccia il loro lavoro e viola leggi e regolamenti.
Non saprei.

Mostra i risultati (2131 voti)
Dicembre 2022
Telefonia, inizia l'era degli aumenti infiniti
La settimana lavorativa di quattro giorni è un successo
L'app open source per vedere YouTube senza seccature
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 10 dicembre


web metrics