Stress call center, è scontro tra delegati e sindacato

Dopo la multa a Ruggiero per lo stress nei call center, i lavoratori temono un accordo al ribasso tra azienda e sindacati.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-09-2007]

Foto di Carlos Chavez

Dopo la multa inflitta dall'Asl di Torino a Telecom Italia per lo stress sopportato dagli operatori dei call center interni a Telecom e in cui lavorano operatori dipendenti da Telecom (anche se una parte consistente del traffico 187-191 viene evasa da call center in outsourcing) si apre una forte dialettica tra sindacato, rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza e lavoratori stessi.

I sindacati confederali del settore dovranno avere un incontro a livello nazionale per discutere eventuali modifiche dell'organizzazione del lavoro come il regime delle pause, i controlli e la rotazione delle attività. Ma i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, che rivendicano il merito di aver sollevato la questione dello stress davanti all'Asl, ora temono che l'accordo che si profila tra azienda e sindacati sia insufficiente a ridurre e contenere la condizione di disagio dei lavoratori e consenta a Telecom Italia di regolarizzare la propria posizione rispetto alla legge ma senza, di fatto, attuare reali cambiamenti.

I rapporti sul fronte delle relazioni sindacali sono tesi, mentre peggiorano decisamente il fronte dei rapporti con i clienti che sopportano le conseguenze della totale esternalizzazione dei servizi di riparazione guasti di fonia e Adsl, con forti disservizi e ritardi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (1)

{matrix}
Non perdere l'occasione Leggi tutto
11-9-2007 12:22

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual la strategia ''mobile'' per il tuo web business?
Nessuna, spero che il traffico mobile diminuisca.
La versione mobile del mio sito.
Sto studiando il mobile proprio in questo periodo.
Non ho ancora piani o strategie.
Offrire app gratuite.
Sviluppare app da vendere.

Mostra i risultati (459 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics