Le major chiudono numerosi server eDonkey

La nota piattaforma per la condivisione peer to peer ha subìto vistose "perdite": buona parte dei server e il sito ufficiale di eDonkey2000 sono stati chiusi in seguito a pressioni dell'industria musicale.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-09-2007]

edonkey

"I molteplici esposti presentati dai legali delle compagnie discografiche ai coordinatori della rete finalmente hanno avuto effetto" dicono i rappresentanti della Federazione Internazionale delle Industrie Fonografiche (IFPI). I gestori dei server sono stati costretti a cedere alle disposizioni dei tribunali.

"La chiusura della rete ha prevenuto lo scambio illegale dei file musicali tra almeno 4 milioni di utenti. Il lavoro della piu grande rete dei download pirata è stato interrotto", dicono alla IFPI. E' bene precisare che in realtà non è stata chiusa "tutta la rete" ma solo alcuni server.

Durante gli ultimi anni la rete eDonkey è cresciuta in maniera esponenziale, sopratutto grazie al passaggio degli utenti dalla chiusa in precedenza Kazaa.

A differenza di molte altre reti peer-to-peer, eDonkey non è di proprietà di alcuna compagnia, ma appartiene formalmente a una associazione di programmatori indipendenti, i quali per ragioni di sicurezza cambiavano spesso gli indirizzi dei server e la loro posizione geografica.

Per questo motivo i legali delle compagnie discografiche hanno preso la decisione di non perseguire le singole persone fisiche, ma direttamente gli operatori dei server dove si concentrava il traffico illegale.

Per sicurezza i divieti analoghi sono stati emessi anche per la Francia e Paesi Bassi, dove è stato scoperto il traffico dei file protetti dal diritto d'autore.

L'attività giuridica dell'IFPI ha portato in passato alla chiusura di altre reti peer to peer, come Grokster e Kazaa. Ora le major discografici si concentrano sull'altro "nemico" dell'industria musicale, la rete BitTorrent.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 20)

guarda che per i problemi fake basta appoggiarsi al portale ex DD per trovare i link garantiti e sicuri al 100% ... ci sono un sacco di releaser che postano e si trova davvero di tutto.. inoltre hanno un forum dove discutono di peripezie legali , stato dei server, ecc.. Leggi tutto
29-9-2007 21:15

Parlo per esperienze personali.A me la chiusura dei server non fa ne caldo ne freddo perchŔ il mulo(io uso amule perchŔ utente Linux)ultimamente mi aveva proprio stufato!!! :evil: Troppi utenti rinominano i file per fare in modo che la gente si attachi a loro.Molto meglio Azureus! Spero solo che gli sfigati che rinominano i file nelle... Leggi tutto
29-9-2007 20:47

a tranquilli, nn Ŕ importante dopotutto... potreste anche confermarmi o smentirmi , Ŕ questione di vita o di galera :? Leggi tutto
29-9-2007 17:29

Mi sono sbagliato io a scrivere.Chiedo scusa!Forse con la desktop non ti da la possibilitÓ di installare grub nella partizione / mentre la alternate si.All'epoca quando l'ho provata avevo trovato subito questa cosa fastidiosa e non allineata con la filosofia free,perchŔ gestivo diverse distro con Gag e per quello che l'ho abbandonata... Leggi tutto
29-9-2007 15:55

Come no? Io ho scaricato la desktop e ho fatto il dual-boot con Windows tranquillissimamente. :D Leggi tutto
29-9-2007 15:46

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale di queste affermazioni concordi maggiormente?
Il Governo sta facendo troppo poco per portare la banda larga anche nelle zone pi¨ remote.
Il Governo riuscirÓ a migliorare la diffusione della banda larga.
Il Governo vorrebbe fare di pi¨ per la diffusione della banda larga, ma mancano le risorse.
Il Governo non sta facendo abbastanza per reperire risorse per la banda larga.
Al Governo non frega nulla della banda larga a meno che qualche lobby o qualche gruppo finanziario o industriale gliela chieda; a quel punto troverÓ il modo di mettere una nuova tassa ai pensionati o ai lavoratori dipendenti per reperire i fondi.

Mostra i risultati (3306 voti)
Aprile 2020
Violata Email.it: sottratti dati di 600.000 utenti, password comprese
5G e coronavirus, cittadini danno fuoco alle torri della telefonia
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Tutti gli Arretrati


web metrics