Linux approda sulla Wii di Nintendo

Il lavoro degli hacker ha portato a far funzionare Linux e i vecchi videogiochi emulati sulla console Wii.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-02-2008]

Su Wii girano i vecchi giochi per Snes e Linux

Molte possibilità stanno in questi giorni facendo la loro comparsa, quasi contemporaneamente, per i fan della console Nintendo Wii che abbiano velleità da hacker. Chi non vuole sentirsi limitato dalle impostazioni di fabbrica dispone ora di diverse possibilità rese possibili dalle fiorenti comunità di sviluppatori.

Si tratta di ciò che viene definito homebrew: l'uso di software fatto in casa sulla propia console, sebbene ufficialmente la Nintendo non lo permetta.

La prima possibilità è il rilascio di una versione proof of concept di Linux installabile sulla propria Nintendo Wii. I realizzatori sono gli stessi che già lavorano sul progetto GameCube Linux, ossia sulla possibilità di installare il sistema operativo del pinguino sul predecessore di Wii, GameCube appunto.

Se Linux può girare nativamente su una Wii è anche grazie al lavoro che ha portato al Twilight Hack presentato dal sito WiiBrew e che sfrutta il cosiddetto Zelda Exploit, del quale esiste un video che proponiamo qui sotto.

Sempre sfruttando lo stesso exploit è stato scritto il primo lettore Mp3 per Wii, chiamato Wii Mode Mp3 Player. Inoltre il famoso emulatore Snes9x, che permette di utilizzare le Rom dei giochi realizzati per Super Nintendo, è stato portato anch'esso per essere eseguito sulla console più venduta di Natale.

Il Super Nintendo (o Snes, come veniva familiarmente chiamato) è stata ai suoi tempi un grande successo della casa giapponese e tuttora può vantare una schiera di appassionati che saranno probabilmente felici di poter riutilizzare i giochi di quindici anni fa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

curioso... qualcuno sa esattamente come funziona e in cosa consiste di preciso questo Zelda Exploit? :)
27-2-2008 14:59

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual Ŕ il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google Ŕ veramente brutta! Pi¨ che un auto Ŕ un'ovovia.
Ci toglierÓ il piacere di guidare e la nostra vita sarÓ un po' pi¨ triste.
AvrÓ un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarÓ maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi pi¨ lunghi o pi¨ lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non Ŕ chiaro di chi sarÓ la responsabilitÓ civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
SarÓ esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocitÓ o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno pi¨: giÓ immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (1983 voti)
Aprile 2021
Colpevoli di ransomware
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Robot assassini crescono
Tracker nelle app: cosa sta succedendo in Rete?
Recupero IVA: oltre il 50% non viene rivendicata
Quiz: sei in una zona senza copertura cellulare
Bitcoin, un dilemma etico
Hackerate 150mila videocamere di sorveglianza, tra cui quelle di Tesla
Personal killer robot
La “truffa alla nigeriana” è un classico. Del sedicesimo secolo
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 17 aprile


web metrics