Il Venezuela piange il suo Presidente, ma è un virus

Hugo Chavez non è affatto morto, e cliccando sul link della falsa notizia si scarica un bel trojan.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-05-2008]

E' proprio il caso di dire che gli hacker (o cracker, come ama dire qualcuno) non sanno più cosa inventarsi per colpire i Pc. Infatti, da Panda Security informano di avere rilevato un messaggio di posta elettronica in circolazione che comunica la falsa notizia della morte del presidente del Venezuela, Hugo Chavez.

Questo tipo di azione è stata progettata esclusivamente per cercare di installare nei computer degli utenti il Trojan HostChange.B.

Il messaggio sembra essere inviato da un'importante agenzia di comunicazione venezuelana e l'e-mail riporta nell'oggetto "CHAVEZZ MURIOO ! ALL FIIN OBSERVA SU TRAGICO FIN", mentre nel testo appaiono frasi come "LO MAS ESPERADO DEL AÑOOO!" o "VEE EL VIDEO MAS ESPERADO DEL AÑO".

Inoltre, compare un link che rimanda a un video sulla falsa notizia e che se viene cliccato scarica automaticamente un file che contenente il Trojan.

Questo codice maligno modifica il file host del Pc associando il website di un noto ente finanziario venezuelano ad un altro nel quale si trova una pagina falsa, progettata per catturare i dati sensibili degli utenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.

Commenti all'articolo (1)

Non è proprio una mossa nuova...il principio è far leva sulla curiosità.. poco importa che sia la presunta morte del presidente, le foto osé di una velina/cantante o altro.
16-5-2008 13:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i benefici maggiori che deriverebbero da una politica e una pubblica amministrazione più aperta e trasparente ai cittadini?
I giornalisti potrebbero informarsi più facilmente sulle attività di politici e amministratori e l'informazione al pubblico sarebbe più ampia e dettagliata.
Politici e amministratori renderebbero maggiormente conto ai cittadini del loro operato.
La qualità dei servizi in generale migliorerebbe.
L'opinione pubblica avrebbe più peso nelle decisioni amministrative e politiche.
In generale i nostri rappresentanti avrebbero elementi per prendere decisioni più appropriate.

Mostra i risultati (796 voti)
Aprile 2020
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics