Giro di vite contro il peer to peer

L'Europarlamento rimanda a settembre l'esame del "Pacchetto Telecom" mentre la Francia precorre i tempi e si atterrà senza ulteriori indugi alle "norme Hadopi".



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-07-2008]

alban

Davanti ai ministri europei della Cultura e degli audiovisivi riuniti a Versailles a inizio settimana, Christine Albanel, titolare francese per la cultura, in qualità di padrona di casa ha intrattenuto a lungo i colleghi sul tema della pirateria informatica e sui danni conseguenti sia d'immagine che - soprattutto - in termini monetari.

Aggressiva cinquantenne, la Albanel vanta un curriculum di tutto rispetto: giovanissima addetto stampa della Segreteria generale alla Presidenza della Repubblica, è passata indenne attraverso l'avvicendamento dei capi di stato per ottenere infine da Sarkozy la carica di ministro dopo essere stata sempre al centro della stanza dei bottoni.

Dando ulteriore prova di quella prepotente fermezza che le ha permesso di scalare le posizioni amministrative e politiche, e nonostante l'aperto dissenso dei fornitori d'accesso, ha avuto il coraggio di ammonire i congressisti sull'estrema importanza della lotta alla pirateria online dandone per scontato l'assenso e la condivisione d'intenti.

Ha infatti affermato che "la soluzione del problema, complesso e delicato, non potrà essere affidata a una sola categoria di persone ma dovrà essere portata avanti da tutte le categorie interessate".

A dire il vero e volendo prescindere dalle opinioni, occorre dire che la Albanel in teoria potrebbe anche avere un interesse personale alla tutela del diritto d'autore, essendo - tra l'altro - responsabile di aver prodotto e messo in scena tre o quattro opere teatrali durante il suo incarico di Direttore di informazione e comunicazione presso il municipio di Parigi.

Ma l'approccio culturale della ministra non si è certo limitato al teatro, poiché successivamente ha dato alle stampe anche un romanzo, partorito tra una riunione e l'altra avendo le funzioni di "direttrice aggiunta" del Sindaco, fino ad ottenere il prestigioso incarico di presidente del Museo dei Versailles, Ente pubblico d'importanza culturale mondiale.

Nel mirino, in particolare, c'è l'industria delle telecomunicazioni, vista evidentemente come un cane da tenere col guinzaglio corto unitamente agli utenti. "Al riguardo ci siamo accordati(!) per sottolineare il bisogno d'informazione e di educazione dei cybernauti" ha sottolineato l'ineffabile Albanel, "e gli operatori di telecomunicazioni dovranno assumere un ruolo attivo sensibilizzando e informando costantemente gli abbonati".

E' appena il caso di ricordare che in Francia il progetto di legge Hadopi (Haute autorité pour la diffusion des œuvres et la protection des droits sur Internet) voluto da Sarkozy e in corso di emanazione prevede lo scanning da parte dei fornitori d'accesso sui collegamenti internet degli utenti e una sanzione, per i recidivi del download illegale, che va dalla sospensione temporanea dell'accesso sino al completo isolamento con interdizione di attivare un altro accesso all'internet.

Ovviamente i provider, lungi dall'aver concordato un'azione comune col governo, si oppongono alla normativa temendo la fuga degli abbonati al collegamento ad alta velocità: ma sul punto la Albanel ha sfumato il discorso: "Le modifiche ovviamente non dovranno portare ad un aggravio significativo dei costi" senza tuttavia spiegare come.

Per quanto attiene i partner europei, la questione per ora è rimandata al 22 settembre, quando cioè si discuterà il "pacchetto Telecom"; tuttavia se il buon giorno si vede dal mattino, pare indubbio che ancora una volta l'interesse delle major andrà a prevaricare sulla diffusione della cultura; se poco o tanto, si vedrà.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

{Giulio}
Un mese sì e un mese no, viene fuori un articolo che parla di "un giro di vite" contro il peer to peer... Con tutti 'sti giri di vite, a quest'ora avrebbero costruito un'altra Torre Eiffel... mentre invece il peer to peer prospera senza problemi.
24-7-2008 16:28

{Filippo}
questione di cultura Leggi tutto
24-7-2008 03:08

{ken}
brava! Leggi tutto
24-7-2008 01:14

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come sarà il prossimo Pc che acquisterai?
Un desktop
Un notebook
Un netbook
Un tablet

Mostra i risultati (5766 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics