Amd passa a 45 nanometri con Deneb e Propus

L'abbandono del processo a 65 nm inizierà nel quarto trimestre del 2008, quando entreranno in produzione i primi esemplari di Deneb.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-09-2008]

Amd passa a 45 nanometri con Deneb e Propus

Entro la fine dell'anno Amd inzierà a costruire i primi processori con tecnologia a 45 nanometri, raggiungendo così Intel che ha già effettuato il passaggio quasi un anno fa.

I primi due esemplari, appartenenti alla serie nota con il nome in codice Deneb, entreranno in produzione nell'ultimo trimestre del 2008; con frequenze da 2,6 a 3,0 GHz, avranno un Tdp (ossia la massima potenza che il processore può assorbire con applicazioni reali, e quindi il calore generato) di 125 watt.

Nel primo trimestre dell'anno prossimo, poi, arriveranno altri processori Deneb, con frequenze di funzionamento tra i 2,4 e i 2,8 GHz ma con un Tdp di 95 watt. Le Cpu Deneb avranno generose quantità di cache al fine di migliorare le prestazioni; sebbene dati precisi non siano ancora stati rilasciati, si parla di modelli con cache L2 di 2 Mbyte e cache L3 di 6 Mbyte

Nel corso dell'anno prossimo Amd inizierà anche la produzione dei processori Propus, che avranno minore memoria cache ma scalderanno anche meno: si parla di 45 watt e 2 Mbyte di cache di terzo livello.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual tra questi il motivo pi importante per connetterti e utilizzare una rete Wi-Fi pubblica?
Per poter usare Google Maps o altri servizi di Gps.
Nel caso in cui qualcuno debba mettersi in contatto urgentemente con me.
Per non consumare il mio piano dati.
Per poter utilizzare un social network come Facebook, Instagram, Snapchat o altri.
Per rimanere in contatto con i miei contatti di lavoro (il capo, i clienti, i colleghi ecc.).
Per utilizzare i servizi di streaming come Netflix, Google Music e simili.
Per consultare il mio conto corrente online / carte di credito / informazioni finanziarie.
Per rimanere in contatto con i miei figli / parenti.
Per usare o aggiornare le mie app di dating online.

Mostra i risultati (1194 voti)
Settembre 2020
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tim e Wind Tre, crescono le tariffe
Il chip nel cervello di Elon Musk
Tutti gli Arretrati


web metrics